Guintoli: "Provate tante parti nuove a Donington"

Due ottavi posti in gara per il francese, mentre Michael van der Mark non ha finito entrambe le manche

Guintoli: "Provate tante parti nuove a Donington"
Carica lettore audio

L'appuntamento di Donington Park è stato per il team Pata Honda una sorta di test nel corso delle due manche di gara, con Sylvain Guintoli che ha chiuso la corsa con due ottavi posti e tante informazioni raccolte dalle nuove componenti montate sulla sua CBR1000RR numero 1. 

"E' stato un fine settimana in cui abbiamo lavorato molto per valutare molte nuove componenti, che hanno mostrato di poterci aiutare nel prosieguo della stagione", ha dichiarato il francese al termine del fine settimana britannico. "Abbiamo trovato più stabilità in frenata e altri aspetti che ci aiutano nella guida, ma c'è ancora da fare prima di poter lottare con i primi. In Gara 2 siamo riusciti a tenere un ritmo decisamente migliore, soprattutto a fine corsa, mentre nella prima parte non sono stato costante. Ho avuto anche una bella battaglia da affrontare con la mia ex moto, peccato averla persa per pochissimo. I piloti di testa sono ancora lontani e dunque dobbiamo continuare a migliorare il pacchetto per il resto della stagione. Porteremo il nuovo telaio e il forcellone anche a Portimao per fare ulteriori test". 

E' andata decisamente peggio a Michael van der Mark. Il rookie non è riuscito a terminare nessuna delle due manche di gara. Nella prima delle due corse l'olandese era impegnato in una rimonta quando ha perso il controllo della sua CBR ed è finito a terra. In Gara 2 la sua moto ha denotato invece un problema tecnico che lo ha costretto a rientrare ai box dopo poche tornate. 

"Quello di Donington è certamente stato il fine settimana più deludente della mia carriera da quando corro in Superbike. Avevamo fatto progressi nel corso delle libere, mentre in Superpole ho avuto qualche problema con le gomme. In Gara 1 ho tentato di recuperare e stavo spingendo forte, quando sono caduto. In Gara 2 ho invece denotato un problema alla moto, nella parte anteriore, e non ho potuto continuare a correre. E' stato un peccato ma impareremo da questi problemi, come abbiamo sempre fatto, è ora guardiamo fiduciosi al Portogallo". 

condivisioni
commenti
Camier: "Sono davvero deluso ed arrabbiato"
Articolo precedente

Camier: "Sono davvero deluso ed arrabbiato"

Prossimo Articolo

Lowes: "Ho faticato in ingresso curva"

Lowes: "Ho faticato in ingresso curva"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu Prime

Le migliori gare del 2021: Most, teatro di scontro tra Redding e Razgatlioglu

A Most, Toprak Razgatlioglu e Scott Redding si sono scontrati nella lotta per la vittoria. Il pilota Yamaha ha avuto la meglio con un sorpasso deciso all’ultimo giro che il portacolori Ducati ha giudicato troppo aggressivo. Il duello è andato avanti con una breve polemica al termine di Gara 1, ma in un round che ha riaperto il mondiale le tensioni si sono alleggerite quasi subito.

WSBK
24 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021