Citroen: Meeke è già un caso e la C3 WRC Plus delude ancora

In Svezia è andato un scena un altro fine settimana complicato per Citroen e Kris Meeke. Il pilota fa errori su errori e la C3 sembra indietro rispetto alla concorrenza. Solo Breen si salva.

Citroen: Meeke è già un caso e la C3 WRC Plus delude ancora
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Craig Breen, Scott Martin, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team
Kris Meeke, Paul Nagle, Citroën C3 WRC, Citroën World Rally Team

Partita con i favori del pronostico nonostante fosse al rientro dopo un anno sabbatico dal WRC, Citroen Racing è - a oggi - la più grande delusione di questo inizio di Mondiale 2017. La Casa francese è partita per tornare alla vittoria sin da questa stagione schierando la nuova C3 WRC Plus, preparata nel corso degli ultimi 8 mesi da Kris Meeke, Craig Breen e Stéphane Lefebvre.

Risultato: 24 punti totali in due gare e, come miglior piazzamento, il duplice quinto posto centrato da un solido Craig Breen a Monte-Carlo e in Svezia, ma con due vetture differenti (la DS3 WRC 2016 e la C3 Plus).

Meeke, un errore dopo l'altro

Al team sta mancando l'apporto di quello che, almeno nei programmi iniziali, avrebbe dovuto essere il pilota di punta del presente e, forse, del futuro. Stiamo parlando di Kris Meeke, sfortunato in questo avvio ma sopratutto autore di errori macroscopici che hanno pesato in entrambi i fine settimana di gara 2017.

A Monte-Carlo è finito fuori nelle prime speciali a causa di un suo errore di guida. Poi, nel trasferimento da Gap a Monte-Carlo, è stato tamponato da un'auto non coinvolta dalla gara. In Svezia, invece, il nord-irlandese era partito bene occupando stabilmente la quarta posizione in graduatoria generale quando nella PS14 ha commesso un errore ed è finito fuori strada, bloccato su un cumulo di neve. Solo l'intervento di alcuni spettatori gli ha concesso di rientrare in gara, ma ormai in ritardo di oltre 8 minuti rispetto ai diretti rivali per il podio.

Insomma, Kris sembra tornato quello del 2015: velocissimo, ma estremamente falloso. Lontano parente di quello ammirato l'anno scorso con il team Abu Dhabi, capace di vincere 2 gare sulle 7 disputate con una DS3 WRC non aggiornata dalla stagione precedente. Evidentemente la pressione aumentata e la consapevolezza di avere il peso di un team così importante sulle spalle non lo stanno aiutando. Ricordiamo infatti che, pur essendo il pilota di punta più "anziano" di quelli WRC, Meeke è anche quello con meno esperienza.

E se il problema fosse la C3 Plus?

Se Meeke ha la sua dose di colpe in questo inizio quasi disastroso di Citroen, parte di responsabilità potrebbe averla anche la vettura, ossia la C3 WRC Plus.

Nei due rally svolti sino a oggi le vetture hanno dovuto affrontare tre fondi: asfalto, neve e ghiaccio. In nessuno di questi Meeke, Breen e Lefebvre hanno mostrato di poter fare la differenza. Hyundai, Toyota e Ford sono apparse superiori su ogni condizione trovata a Monte-Carlo e in Svezia, con i tre piloti Citroen che hanno dovuto spingere a fondo per reggere il ritmo degli avversari. A turno tutti e tre hanno commesso errori più o meno gravi. Questo può essere un segnale della scarsa competitività della vettura, non ancora a livello delle dirette concorrenti.

1 sola stage vinta su 33

Dando uno sguardo alle classifiche di speciale, possiamo osservare come solo in una speciale sulle 33 disputate una Citroen C3 Plus sia riuscita a vincere. E' accaduto a Monte-Carlo grazie a Stéphane Lefebvre, nel primo passaggio sul Col de Turini quando i piloti che lottavano per la vittoria hanno deciso di risparmiare le gomme per il secondo passaggio (la Power Stage).

Non certo un segnale incoraggiante. Inoltre, in Svezia, il miglior piazzamento assoluto di speciale è stato fatto segnare da Kris Meeke, ma si tratta di un secondo tempo. Il nord-irlandese è stato staccato di 2"0 da Thierry Neuville nella PS2. Poi i crono successivi, seppure buoni, non sono stati all'altezza delle aspettative.

Questo denota certamente difficoltà oggettive della vettura in termini prestazionali. E molti degli errori commessi dai piloti fossero riconducibili a una preparazione ancora "acerba" della vettura francese?

Breen salva il weekend svedese

Matton e soci hanno tirato un sospiro di sollievo godendosi la buona prestazione di Craig Breen, al debutto sulla C3 Plus in gara e autore di una gara regolare e a tratti convincente. A oggi l'irlandese sembra essere la scelta migliore del team per quanto riguarda la line up piloti. Ma nel prossimo appuntamento dovrebbe cedere il volante della vettura 2017 a Lefebvre. L'alternanza tra i due continuerà sino a quando non sarà pronta la terza C3.

"Sono contento di essere arrivato in fondo e di aver segnato i miei primi punti per un costruttore ufficiale! Anche se il nostro livello di prestazioni non è sempre stato completamente soddisfacente, è stato un week-end fortissimo", ha dichiarato Breen al termine della gara in Svezia. "Dobbiamo andare avanti decisi, visto l’enorme potenziale di questa Citroen C3 WRC; non vedo l’ora di rimettermi al volante".

Il team corre ai ripari

I protagonisti del WRC torneranno in gara tra circa un mese per disputare il terzo appuntamento del Mondiale, il Rally del Messico, prima gara su sterrato.

Per la gara centro-americana il team tenterà di ridurre il gap dai primi lavorando sodo sulla vettura, ma su un fondo su cui non si è mai gareggiato in questa stagione i valori potrebbero risultare differenti.

Matton è però certo di dover correre ai ripari dopo aver preso atto della competitività delle vetture concorrenti. In fondo Ford è in vetta al Mondiale Costruttori, Toyota ha vinto dopo appena due gare dall'esordio e risultando nella stessa condizione di Citroen e Hyundai, senza gli errori di Neuville, sarebbe ai vertici con M-Sport.

I numeri non dicono tutto, ma mai come in questa occasione fanno da cartina tornasole per Citroen. Meglio mettere mano alla vettura (e aiutare Meeke) prima che il Mondiale entri nella fase più calda e che il recupero si complichi in maniera significativa.

condivisioni
commenti
Primo figlio in arrivo per Ostberg: il norvegese salterà il Rally del Messico
Articolo precedente

Primo figlio in arrivo per Ostberg: il norvegese salterà il Rally del Messico

Prossimo Articolo

Non solo Ogier: Ford M-Sport si gode il nuovo Ott Tanak

Non solo Ogier: Ford M-Sport si gode il nuovo Ott Tanak
Carica commenti
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021
WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori Prime

WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori

Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno vinto a Monza l'ottavo e ultimo titolo WRC assieme. Ecco qual è la loro eredità, al di là dei titoli, delle vittorie e del loro nome già nell'Olimpo dei più grandi del Motorsport.

WRC
25 nov 2021
Pagelle WRC | 10gier campione, S8lberg, che prestazione! Prime

Pagelle WRC | 10gier campione, S8lberg, che prestazione!

In questo nuovo video di Motorsport.com, Giacomo Rauli e Beatrice Frangione commentano le prestazioni dei protagonisti dell'ACI Rally Monza. Ecco i promossi e i bocciati dell'ultimo appuntamento del mondiale WRC 2021.

WRC
23 nov 2021
WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna? Prime

WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna?

Thierry Neuville ha dominato il Rally di Spagna, ma ha rischiato di perdere tutto a causa di un problema verificatosi prima della Power Stage. Ecco di cosa si tratta.

WRC
21 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna Prime

Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna

Dal Rally di Spagna, il mondiale WRC ne esce con tanti promossi, tanti bocciati e... due titoli ancora da assegnare. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano le prestazioni dei protagonisti della tappa spagnola.

WRC
18 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione Prime

Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione

Il Rally di Finlandia ha riaperto un mondiale che sembrava già chiuso. Merito del "ritorno" di Evans; mentre chi avrebbe dovuto tirare la zampata finale, come Ogier, porta a casa una prova totalmente incolore. Ecco le pagelle della tappa finlandese di Motorsport.com con Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
5 ott 2021
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021