Lietz: "Non è un disastro ma dobbiamo perfezionare il set up della RSR"

Richard Lietz ammette che la nuova Porsche non riesce ancora a esprimere il proprio potenziale. In gara, però, la situazione potrebbe volgersi a favore della Casa tedesca che ha impostato una tattica di risparmio delle gomme

Lietz: "Non è un disastro ma dobbiamo perfezionare il set up della RSR"
#91 Porsche Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Frédéric Makowiecki
#91 Porsche Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Frédéric Makowiecki
#92 Porsche Team Porsche 911 RSR: Michael Christensen, Kevin Estre
Frederic Makowiecki, Porsche Team

La vera delusione delle qualifiche delle GTE PRO è stata la prestazione complessiva delle nuove Porsche 911 RSR all'esordio in Europa e nel WEC. Le due vetture che negli Usa stanno ben comportandosi hanno chiuso i tempi della propria classe, con distacchi pesanti-oltre sei decimi- rispetto alla Ferrari di Calado e Pier Guidi, attardata da un'errata scelta della pressione delle gomme. Chiaro che il volto dell'ex iridato Richard Lietz non fosse al termine delle prove dei migliori.

"Non è però un disastro. Siamo nel WEC, in corse di durata e sappiamo come possano cambiare le cose dalle prove alla gara. Di sicuro contavamo di andare meglio e non pensavamo di avere un distacco così profondo da tutti gli altri. Non sappiano comunque che gomme abbiano utilizzato ma sembrano tutti quanti molto veloci".

Come spieghi questa differenza di prestazioni tra Europa e Usa?
"Qui siamo pesanti ma non è quello il problema. Le Ford, per esempio, in Imsa hanno un peso notevole e anche là sono velocissime. In tutta onestà quello mostrato oggi non è il nostro potenziale. In certe situazioni, come appunto in qualifica, abbiamo ancora sottosterzo e a volte sovrasterzo. Dobbiamo lavorare  sulla messa a punto e sull'ottimizzazione di alcuni particolari. La macchina c'è ma è ancora molto critica nell'utilizzo ottimale delle gomme. Ed è su quello che dobbiamo impegnarci. La chiave della corsa di domani risiederà proprio sulla gestione delle gomme. Dovremmo risparmiarle all'inizio per poi poterle sfruttare al massimo nei momenti caldi della corsa. È anche per questo che i nostri tempi sono stati superiore a quello che in molti si attendevano".

condivisioni
commenti
Rigon: "Puntiamo al podio anche se sul dritto siamo più lenti della Ford"

Articolo precedente

Rigon: "Puntiamo al podio anche se sul dritto siamo più lenti della Ford"

Prossimo Articolo

Sorensen: "Con soli quattro treni a disposizione il pilota da quest'anno conterà ancora di più"

Sorensen: "Con soli quattro treni a disposizione il pilota da quest'anno conterà ancora di più"
Carica commenti
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021
Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura Prime

Glickenhaus: l'esordio di Davide vs Golia non è da bocciatura

A Portimão la 007 LMH di Westbrook/Briscoe/Dumas è rimasta molto lontana dalle Hypercar Toyota, ma l'obiettivo era raccogliere dati anche facendo fronte ad imprevisti che solo in gara possono accadere. A Monza e Le Mans ci si aspetta qualcosa in più.

WEC
16 giu 2021
Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT Prime

Da Junior a Ufficiale: Altoè e la crescita in Lamborghini GT

Intervista esclusiva di Motorsport.com al ragazzo del Toro, che in soli 3 anni è passato dal programma giovani ad essere uno dei prospetti su cui Sant'Agata Bolognese sta investendo enormemente. Ripercorriamo col veneto la storia dei trionfi del 2018 fino ai numerosi impegni di quest'anno.

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans Prime

LMh vs LMDh: le differenze delle classi regine di Le Mans

Andiamo a scoprire in questo video le differenze regolamentari tra le Le Mans Hypercar e le Le Mans Daytona Hypercar, le categorie regine del mondiale endurance ed ovviamente della 24 Ore più famosa del mondo

WEC
15 mag 2021
Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo Prime

Aston Martin Racing-Prodrive: storia di un grande successo

La stagione 2021 del FIA World Endurance Championship è partita a Spa il 1° maggio e per la prima volta non c'erano le Aston Martin ufficiali in Classe LMGTE Pro, chiusa la era di Prodrive che si era occupata di queste vetture per conto della Casa dal 2005.

WEC
9 mag 2021