Carrera Cup Italia, Raptor e Altoè rompono il ghiaccio nel weekend più torrido

condivisioni
commenti
Carrera Cup Italia, Raptor e Altoè rompono il ghiaccio nel weekend più torrido
Di:

Senza test, a Misano la squadra diretta da Andrea Palma raccoglie i primi punti stagionali in un fine settimana nel quale doveva rincorrere e alla fine si è invece ritrovata addirittura a lottare per la top-5: "Ora puntiamo a Imola"

Team Raptor Engineering
Giovanni Altoè, Raptor Engineering
Giovanni Altoè, Raptor Engineering
Giovanni Altoè, Raptor Engineering
Casco di Giovanni Altoè

Quello di Misano era forse il weekend più difficile per Giovanni Altoè e Raptor Engineering nella loro prima stagione in Carrera Cup Italia, ma la neonata squadra diretta da Andrea Palma, senza aver disputato i test del giovedì (al contrario di tutti i rivali diretti), ha saputo far tesoro innanzitutto dell'esordio del Mugello e poi della capacità di "adattarsi" alle condizioni e andare in crescendo fin dal venerdì, sia in notturna sia sotto al solleone.

Così sono arrivati i primi punti, con il 22enne rookie veneto che, anche grazie al supporto dello Scholarship Programme, ha conquistato due convincenti settimi posti, anche diversi tra loro: il rimontando sei posizioni in gara 1 sabato sera e invece lottando costantemente con i migliori il pomeriggio dopo.

Due risultati che sia per il team modenese sia per il suo portacolori veneto significano avvicinare la top-5 assoluta, prima svolta in questa stagione d'esordio e conferma che la squadra procede compatta nel fare esperienza. Addirittura Altoè si è esaltato nel finale di weekend: "In gara 2 eravamo messi molto bene - racconta infatti - ed eravamo lì a combattere con Fumanelli, mi sono sentito davvero competitivo, poi, dopo la ripartenza dalla bandiera rossa, siamo andati un po' in crisi. Ho perso qualche posizione ma di base il passo era molto buono, la macchina fantastica e siamo migliorati tantissimo. Un altro mondo rispetto al Mugello! Sto cominciando a sentire quel feeling speciale con la macchina. Nella totalità il weekend è andato più che bene, anche contando il fatto di non aver fatto i test del giovedì. Ora puntiamo a Imola, pista un po' più selettiva e difficile, a confermarci dentro la top-10 e magari in top-5...".

Pur mantenendo i piedi saldi a terra, anche Palma Palma parla chiaro sui progressi mostrati a Misano: “Siamo contenti perché la nostra macchina andava bene e Giovanni ci ha messo del suo. Piano piano ci avviciniamo. Lottare nella top-10 è già importante. Abbiamo costruito tutto il percorso nel weekend, raccogliendo dati e visionando video, soprattutto lavorando fino a tarda notte. Questa crescita è stata costruita dalla squadra nell'insieme. Ci vuole ancora tempo, ma ci voleva. Sono punti che stimolano le motivazioni del pilota e dei ragazzi. Sono fiducioso in vista di Imola e felice che nell'ambiente il nostro impegno sia apprezzato”.

Carrera Cup Italia, il gruppo della Michelin Cup si ricompatta dietro a Pastorelli

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, il gruppo della Michelin Cup si ricompatta dietro a Pastorelli

Prossimo Articolo

La Carrera Cup Italia riparte da Imola: orari e tv del weekend

La Carrera Cup Italia riparte da Imola: orari e tv del weekend
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Misano
Piloti Giovanni Altoè
Team Raptor Engineering
Autore Gianluca Marchese