Vinales: "Felice del podio, ma ora la M1 va meglio a fine gara con gomme usate che al via con le nuove"

condivisioni
commenti
Vinales:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
15 lug 2018, 14:30

Grande rimonta del pilota della Yamaha nella seconda parte di gara, culminata con il sorpasso su Petrucci a 2 giri dal termine. "Ora però abbiamo bisogno degli aggiornamenti promessi da Iwata".

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales ha chiuso il Gran Premio di Germania 2018 al terzo posto dopo una rimonta "alla Vinales". Il pilota spagnolo del team Yamaha Movistar è stato autore di una seconda parte di gara davvero eccellente, che lo ha portato a salire dal settimo sino al terzo posto finale.

Dopo una prima parte di gara piuttosto conservativa - forse anche troppo - Maverick ha cambiato passo dal 18esimo giro in poi infilando le Ducati di Alvaro Bautista, Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, per poi completare l'opera a 2 giri dal termine con un sorpasso ai danni della Rossa di Danilo Petrucci.

Grazie a questo sorpasso l'ex pilota della Suzuki ha conquistato un bel podio alle spalle di Marc Marquez e del compagno di squadra Valentino Rossi. "Sono riuscito ad attuare la mia strategia, tornando su molto forte nella seconda parte della gara. Devo però dire che non avevo certo in mente di farmi passare da così tanti piloti nella prima parte".

"Pensavo di rimanere più avanti. Oggi era molto difficile, la pista era molto scivolosa. io sono comunque riuscito a guidare bene, soprattutto alla fine. Sono contento anche perché con Yamaha stiamo facendo passi avanti. Aspettiamo gli aggiornamenti dalla Yamaha perché possiamo essere molto competitivi".

Leggi anche:

Il risultato di questa gara sembra mostrare un recupero prestazionale delle Yamaha nei confronti delle Ducati, tutte messe alle spalle sia da Rossi che dallo stesso Vinales. Maverick, però, smorza gli entusiasmi e spiega per quale motivo le M1 siano riuscite ad avere la meglio sulle desmodromiche di Borgo Panigale.

"Siamo ancora molto lontani dalle Ducati. Dunque penso sia una questione di pista. All'uscita dell'ultima curva perdevamo davvero tanto dalle Ducati. Noi in questo fine settimana abbiamo comunque fatto un ottimo lavoro ai box sull'assetto della moto e sono contento perché passo dopo passo stiamo migliorando, anche se ci manca sempre qualcosa. Se miglioriamo nei primi 10 giri siamo pronti per battagliare con Marc".

"Il vero problema è che nei primi giri abbiamo una grande mancanza di grip. A inizio gara ci sembra di girare con gomme usate, la moto scivola molto. Ci sembra di avere più grip al 16esimo giro che al primo con gomme nuove. E' sempre così, a parte le gare che sono riuscito a vincere lo scorso anno. Magari devo prendere qualche chilo di più...".

"Alla fine non abbiamo avuto nulla che potesse rendere la moto più dolce. Abbiamo tanta potenza e viene scaricata in maniera brutale. La gomma posteriore scivola molto".

Prossimo articolo MotoGP
Mondiale Piloti MotoGP: Marquez porta il suo vantaggio su Rossi a +46 punti

Previous article

Mondiale Piloti MotoGP: Marquez porta il suo vantaggio su Rossi a +46 punti

Next article

Valentino: "Marquez va più forte, quindi è dura. Ma se i giapponesi ci danno una mano..."

Valentino: "Marquez va più forte, quindi è dura. Ma se i giapponesi ci danno una mano..."
Carica commenti