Promettenti margini di miglioramento per l'Aprilia RS-GP 2016

Conclusi i test di Losail per la nuova arma di Noale, che ha subito destato un'ottima impressione a Stefan Bradl e Alvaro Bautista. Ora lo sviluppo dovrà procedere veloce in vista del debutto proprio in Qatar, tra meno di un mese.

Quello appena concluso a Losail, in Qatar, è stato il primo vero test del nuovo progetto MotoGP di Aprilia. I tre giorni di prove hanno infatti visto l'Aprilia Racing Team Gresini al lavoro sulla nuova RS-GP, il prototipo interamente sviluppato a Noale che verrà impiegato nella imminente stagione 2016.

Nonostante il recentissimo debutto di un progetto completamente nuovo, c’è molto ottimismo nel box Aprilia. Alvaro Bautista e Stefan Bradl hanno iniziato subito l'opera di sviluppo, riconoscendo subito nel nuovo prototipo un promettente margine di miglioramento. Non è possibile citare una singola area su cui concentrare gli sforzi: la nuova RS-GP non condivide nulla se non il know-how maturato con i precedenti progetti Aprilia. È una MotoGP completamente nuova, in ogni componente, senza compromessi, sviluppata sulla base delle informazioni raccolte nella stagione 2015 con le moto-laboratorio.

Le Aprilia RS-GP torneranno in pista in Qatar tra pochi giorni per i test ufficiali IRTA, che precederanno la prima gara stagionale.

Romano Albesiano (Responsabile Aprilia Racing): "Dopo lo shakedown di Aragon con i piloti collaudatori, Alvaro e Stefan in Qatar hanno iniziato a conoscere la nuova Aprilia RS-GP. Sono stati tre giorni di lavoro intensi e molto positivi. Portiamo a casa molte informazioni, alcuni problemi di gioventù da risolvere, ma soprattutto la conferma che la nuova moto ha un comportamento dinamico sensibilmente migliore della 2015. Ci aspetta un percorso di sviluppo importante e forzatamente molto accelerato, ma siamo confidenti che sarà una stagione in crescendo verso un livello decisamente interessante”.

Fausto Gresini (Team Manager): “Ascoltare i commenti positivi dei nostri piloti dopo i primi chilometri percorsi in sella a una moto completamente nuova e è stato emozionante. La RS-GP sembra nata molto bene, Alvaro e Stefan hanno avvertito un netto miglioramento del comportamento dinamico rispetto alla moto 2015. Ora ci aspetta un grande programma di sviluppo, siamo consapevoli però di partire da una base molto concreta”.

Alvaro Bautista: “In questi tre giorni abbiamo scoperto la nuova moto, lavorando tanto, con uscite di pochi giri visto che si trattava del primo vero test con la RS-GP 2016. Ovviamente non siamo al 100% ma la base di partenza è molto buona, credo che il nostro livello già ora sia simile a quello di fine 2015, con la differenza che siamo solo all’inizio: abbiamo un grande margine di sviluppo mentre con la vecchia moto eravamo al limite. Dobbiamo sistemare ancora molte cose ma sono contento del lavoro fatto da Aprilia, nei prossimi test spero di poter iniziare a mettere le basi per la nuova stagione”.

Stefan Bradl: “Il test è stato davvero importante, la prima presa di contatto con la nuova moto. La prima impressione è stata veramente buona. Avverto una marcata differenza rispetto alla vecchia moto, siamo nella giusta direzione. Al momento il mio feeling è buono, nonostante ci aspetti un lungo lavoro prima di poterci dichiarare soddisfatti. Era prevedibile in questo inizio, si tratta di un progetto completamente nuovo e decisamente impegnativo, ma possiamo davvero dire di essere partiti con il piede giusto”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Alvaro Bautista , Stefan Bradl
Team Gresini Racing
Articolo di tipo Comunicati stampa