Guaio Honda: anche Crutchlow deve operarsi allo scafoide

Cal Crutchlow verrà operato martedì mattina a Barcellona per aggiustare la frattura dello scafoide sinistro, rimediata nella brutta caduta di questa mattina nel warm up.

Guaio Honda: anche Crutchlow deve operarsi allo scafoide

Il fine settimana inaugurale della stagione 2020 della MotoGP si trasforma in un incubo per Honda, che vede due dei suoi piloti infortunati e costretti ad operarsi. Dopo la conferma dell’operazione a cui dovrà sottoporsi Marc Marquez, arriva anche quella dell’intervento chirurgico per Cal Crutchlow. Il britannico, caduto nel warm up di questa mattina, era stato dichiarato unfit poco prima della gara e ha così saltato il primo appuntamento dell’anno.

A seguito della brutta caduta, il pilota LCR è stato trasportato all’ospedale di Jerez, dove gli è stata fatta una TAC che risulta negativa. Appariva però una commozione cerebrale e per questioni di sicurezza è stato dato un riposo di otto ore al pilota, pertanto la sua partecipazione al gran premio era impossibile. Crutchlow era comunque tornato in circuito, ma a fine gara si è recato nuovamente all’ospedale di Jerez, dove ulteriori esami hanno evidenziato la frattura dello scafoide sinistro, infortunio che costringe Crutchlow ad operarsi.

Il portacolori LCR si recherà a Barcellona per sottoporsi ad un intervento che prevede l’inserimento di una piccola placca che permetterà la guarigione. La partecipazione al Gran Premio di Andalusia, in programma il prossimo fine settimana sempre a Jerez de la Frontera, è ancora in forse e tutto dipenderà dalle condizioni post operatorie e di recupero del pilota.

Nel comunicato diramato dal team LCR, Crutchlow  spiega la dinamica dell’incidente: “Sfortunatamente questa mattina all’ultimo giro del warm up sono caduto alla Curva 8. Sembra che quando ho frenato sul cordolo, l’anteriore della moto sia scivolato e non sono stato in grado di evitare la caduta. Quella che doveva essere una normale scivolata è peggiorata quando sono finito nella ghiaia e ho iniziato a colpire la testa più volte, in particolare nella zona della faccia. Ero un po’ stordito dopo la caduta e mi faceva male un po’ tutto il corpo, soprattutto le mani”.

“Dopo vari esami al centro medico sono stato portato all’ospedale per una TAC alla testa ed al collo – prosegue Crutchlow – e sono tornato in circuito. Ma con la botta che avevo dato, il Dottor Angel Charte ha pensato che avessi bisogno di otto ore di riposo e penso che abbia preso la giusta decisione. Quando sono tornato in circuito ho iniziato a sentire un po’ di dolore al polso sinistro, quindi ho fatto un’altra radiografia allo scafoide, che è risultato fratturato. Il Dottor Mir mi opererà al polso a Barcellona martedì mattina e tornerò in circuito venerdì, spero scendendo in pista. Non vedo l’ora di vedere il team LCR lì e spero di poter lavorare con loro in vista del prossimo weekend”.

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
1/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
2/12

Foto di: MotoGP

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
3/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
4/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Cal Crutchlow, Team LCR Honda, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
6/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
7/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
8/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
9/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
10/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
11/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
12/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Rossi disperato: "Non riesco a far lavorare le gomme"

Articolo precedente

Rossi disperato: "Non riesco a far lavorare le gomme"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Podio frutto della mia determinazione"

Dovizioso: "Podio frutto della mia determinazione"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021