MotoGP: Il Circuito di Termas devastato da un terribile rogo

L'Autodromo di Termas de Rio Hondo, sede del Gran Premio d'Argentina di MotoGP dal 2014, è stato devastato da un tremendo incendio che ha distrotto la maggior parte dei box, la sala stampa e la zona VIP. Nessuna vittima, né feriti, fortunatamente.

MotoGP: Il Circuito di Termas devastato da un terribile rogo

Un terribile incendio ha letteralmente devastato il Circuito di Termas de Rio Hondo, sede del Gran Premio d'Argentina di MotoGP. Nel corso delle ultime ore le fiamme hanno distrutto gran parte delle infrastrutture dei box, ma anche la sala stampa e altre zone del paddock.

Le cause dell'incendio non sono ancora note, ma è certo che le prime fiamme siano divampate verso le 23 di ieri sera (ora locale). L'incendio ha richiamato l'attenzione della maggior parte dei pompieri di Termas de Ruo Hondo, così come le squadre delle città limitrofe.

Nonostante la natura provvisoria del calendario attuale, la gara argentina di MotoGP è prevista per la fine dell'anno, con la data ancora da determinare. Tuttavia, questa calamità suggerisce che possa essere cancellata anche quest'anno, dopo aver avuto la stessa sorte nel 2020 ma a causa della pandemia da COVID-19.

"L'80% delle infrastruttore del tracciato è andato perso, distrutto dalle fiamme", ha affermato al quotidiano La Nacion uno dei molti pompieri impegnati nel domare il rogo divampato al circuito argentino.

 

Come detto, la zona box, che comprende anche la sala stampa al piano superiore e le aree VIP, è stata gravemente danneggiata. L'obiettivo è ora quello di evitare che le fiamme raggiungano la zona del museo, da cui però molti dei pezzi più preziosi sono già stati rimossi.

"Stiamo lavorando per salvare il museo. Il resto è stato bruciato. E' stato tutto distrutto e fa venire voglia di piangere considerata l'imotenza davanti a un rogo del genere", ha dichiarato un altro membro del corpo dei vigili del fuoco al quotidiano argentino.

L'autodromo di Termas de Rio Hondo è stato aggiunto al calendario di MotoGP come sede del Gran Premio d'Argentina nel 2014. Da allora è stato vinto in tre occasioni da Marc Marquez, poi da Valentino Rossi, Maverick Vinales e Cal Crutchlow.

Ecco com'era il circuito di Termas de Rio Hondo

Circuito de Termas

Circuito de Termas
1/7

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Panorámica del Circuito de Termas

Panorámica del Circuito de Termas
2/7

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Circuito de Termas de Rio Hondo

Circuito de Termas de Rio Hondo
3/7

Foto di: FIA WTCC

Termas de Rio Hondo circuit

Termas de Rio Hondo circuit
4/7

Foto di: A.S.O.

Circuito Termas de Rio Hondo

Circuito Termas de Rio Hondo
5/7

Foto di: German Alt / ASN Media

Boxes del autódromo de Termas de Río Hondo

Boxes del autódromo de Termas de Río Hondo
6/7

Foto di: Súper TC2000

Autodromo Termas de Rio Hondo

Autodromo Termas de Rio Hondo
7/7

Foto di: Ducati Corse

condivisioni
commenti
Bastianini: “Ducati ha puntato su di noi, ora dobbiamo far bene”

Articolo precedente

Bastianini: “Ducati ha puntato su di noi, ora dobbiamo far bene”

Prossimo Articolo

Termas de Rio Hondo: in forse la gara di MotoGP a novembre?

Termas de Rio Hondo: in forse la gara di MotoGP a novembre?
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Location Autodromo Termas de Rio Hondo
Autore Oriol Puigdemont
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021