Termas de Rio Hondo: in forse la gara di MotoGP a novembre?

Il direttore generale dell'autodromo argentino ha spiegato come l'incendio abbia provocato danni ingenti alle strutture ed ha sottolineato come farà di tutto per poter ospitare la MotoGP a novembre.

Termas de Rio Hondo: in forse la gara di MotoGP a novembre?

Nel corso della notte di venerdì 5 febbraio un incendio è divampato presso l'Autódromo de Termas de Río Hondo in Argentina, circuito che ospita ogni anno la gara di MotoGP e che spera di accogliere il campionato del mondo nella fase finale della stagione 2021.

Anche se le indagini sono ancora in corso, vari media argentini riportano come l'incendio potrebbe essere scoppiato nella zona delle terrazze dove attualmente sono in corso lavori di ristrutturazione.

Le prime immagini circolate questa mattina hanno mostrato come la zona dei box sia quella più colpita dall'incendio. Nel rogo è bruciata anche un'auto, ma fortunatamente non ci sono state perdite di vite umane.

Leggi anche:

Héctor Farina, direttore generale dell’autodromo, ha rilasciato una dichiarazione per informare della situazione.

“Purtroppo l'intero edificio dei box è stato distrutto dall'incendio. Quel settore includeva anche la sala stampa, la direzione gara e le sale VIP”, ha spiegato.

“Sia il museo che la torre di controllo, che si trovano alle estremità, insieme ad altri uffici, il mini ospedale ecc. non hanno avuto danni rilevanti. Il Museo dell'Automobile riaprirà al pubblico nei prossimi giorni”.

Per quanto riguarda l'impatto finanziario dei danni, Farina non si è detto preoccupato vista la presenza di una copertura assicurativa, ma ha evidenziato che sarà una sfida fare in modo che tutto sia pronto per la tappa della MotoGP di quest'anno.

“L'autodromo è coperto da un'assicurazione completa contro gli incendi, quindi da quel punto di vista siamo sereni, ma ci vorrà sicuramente molto tempo per ricostruire questa importante area necessaria per le competizioni nazionali e internazionali”.

“Lavoreremo d'ora in poi per fare tutto il possibile per rispettare i programmi che abbiamo programmato, compresa la MotoGP a novembre”.

Nell'ultimo aggiornamento del calendario della classe regina non erano ancora stati inclusi gli appuntamenti dell'Argentina e degli Stati Uniti, ma questi dovrebbero essere aggiunti nel corso dell'anno quando la situazione della pandemia si attenuerà.

condivisioni
commenti
MotoGP: Il Circuito di Termas devastato da un terribile rogo

Articolo precedente

MotoGP: Il Circuito di Termas devastato da un terribile rogo

Prossimo Articolo

Guintoli: "Il congelamento è un bene per la Suzuki"

Guintoli: "Il congelamento è un bene per la Suzuki"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Autore Luis Ramírez
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021