MotoGP | Bagnaia: "Pole che vale tanto, ora devo finire la gara"

Il pilota della Ducati ha firmato una pole inattesa, con tanto di record della pista del tracciato di Assen. Pecco è contento dei progressi fatti con la messa a punto della sua moto nel corso della giornata ed è convinto di essere a posto. Per domani però, dopo tre zero nelle ultime quattro gare, la parola d'ordine è stare lontano dai guai.

MotoGP | Bagnaia: "Pole che vale tanto, ora devo finire la gara"
Carica lettore audio

La reazione è stata importante e di quelle di carattere. Lo zero del Sachsenring era di quelli che potevano stendere, invece Pecco Bagnaia sembra essere ripartito più forte di prima. Il vice-campione del mondo ha firmato la sua quarta pole position stagionale, ma il dettaglio non banale è che lo ha fatto ad Assen, su una delle piste su cui aveva faticato di più lo scorso anno, polverizzando anche il record con il suo 1'31"504.

Dopo le recenti batoste, il piemontese per il momento ci va abbastanza cauto, anche se non ha nascosto la sua soddisfazione ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD per la sua quarta partenza al palo stagionale: "I tempi voglio prenderli un po' più con le pinze questa volta, anche se una pole position qui vale tanto, perché è una pista che a me piace molto, ma per la nostra moto non è il massimo".

L'altro aspetto positivo della giornata è che stamattina le cose non si erano messe benissimo, perché faticava a trovare il feeling con la sua Desmosedici GP, soprattutto nella parte più veloce del tracciato. Ma con la sua squadra hanno lavorato a testa bassa e nella FP4 hanno trovato delle modifiche che hanno dato i loro dividendi.

"Sono molto contento di essere riuscito a risollevare la situazione nella FP4, perché stamattina nella FP3 ho faticato abbastanza. Abbiamo avuto un po' di cose da fare, ma nella FP4 quando sono entrato in pista mi sono sentito immediatamente bene. Poi siamo riusciti a fare anche un altro step in questa direzione, quindi siamo un po' più pronti per domani".

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Poi è entrato un po' più nello specifico delle modifiche che ha fatto: "Il mio problema erano i movimenti ed il poco feeling nel buttarla dentro nel veloce. Abbiamo provato semplicemente ad abbassare la moto e mi è piaciuto, perché ovviamente ora si muove meno, è più stabile, e di conseguenza riesco a fare tutto meglio".

"Quella è stata una cosa che, nel secondo run della FP4, soprattutto con la gomma usata, mi ha dato un vantaggio sicuramente. Ma anche nella Q2, perché poterla sforzare un po' di più nella parte veloce mi ha permesso di fare un altro step rispetto al time attack di questa mattina".

Sul passo gara lui ed il leader iridato Fabio Quartararo, che partirà accanto a lui in prima fila, sembrano davvero molto vicini tra loro. Dopo aver fatto tre zero nelle ultime quattro uscite, Pecco però sembra fissare un obiettivo abbastanza basico per questo Gran Premio d'Olanda.

"Sarà una gara bella tosta come sempre. Intanto io devo finirla, prima di tutto. Penso e spero che la gara scorsa mi sia servita da lezione e voglio iniziare a fare uno step in avanti domani", ha concluso il #63, che oggi ha curiosamente regalato alla Ducati la 63° pole position della sua storia.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
MotoGP | Bagnaia polverizza il record di Assen e si prende la pole
Articolo precedente

MotoGP | Bagnaia polverizza il record di Assen e si prende la pole

Prossimo Articolo

MotoGP | Quartararo: “Era il giro migliore che potessi fare”

MotoGP | Quartararo: “Era il giro migliore che potessi fare”