Valentino: la decisione entro martedì o mercoledì

Valentino: la decisione entro martedì o mercoledì

Lo ha rivelato Davide Brivio, che comunque pare ottimista sulle possibilità di vederlo al Sachsenring

Il positivo test completato ieri da Valentino Rossi a Misano sembra aver ridato il sorriso anche a Davide Brivio. Dopo l'infortunio del campione di Tavullia infatti le soddisfazioni sono state tutte per l'altra parte del box della Yamaha, cioè quella occupata da Jorge Lorenzo, quindi la voglia di riscatto è tanta, ma il team manager di Rossi vuole andarci ancora cauto per quanto riguarda il rientro in gara del suo pilota. "Questo test è stato sicuramente molto importante perché ha permesso a Valentino di capire un po’ quali sono i problemi e cosa gli fa ancora male e cosa no. Direi che la gamba è andata abbastanza bene e la spalla ha ancora qualche dolore che era quello che ci aspettavamo. Di fatto questi sintomi riescono ad indicare qual è il lavoro di preparazione da fare in questi prossimi dieci giorni" ha commentato Brivio su MotoGp.com. Riguardo alla decisione se correre o meno al Sachsenring, per la tempistica si parla della metà della settimana prossima: "Il fatto di poter correre o no al Sachsenring lo dovremo valutare la prossima settimana quindi penso intorno a martedì o mercoledì, proprio alla vigilia del GP, a seconda di come si sentirà lui e di come avrà lavorato in questi sette otto giorni saremo in grado di capire se ce la farà o meno". Difficilmente comunque Valentino si cimeterà in un altro test da qui alla gara del Sachsenring: "È difficile poter fare un altro test perché non c’è più disponibilità di moto, visto che quella che ha utilizzato lui sarà a Brno nel fine settimana. Se il lavoro in palestra e di preparazione dovesse andare bene probabilmente si presenterà al Sachsenring e proveremo la M1 direttamente là". Sul verdetto finale Brivio non si vuole sbilanciare, ma sicuramente ha visto un Rossi molto determinato nel lavoro svolto ieri a Misano: "Sinceramente l’ho visto molto contento di guidare una moto e probabilmente mi ha dato la sensazione che gli è mancata molto in questo periodo. Ha parlato della moto, ha fatto commenti, un po’ come se fosse un test normale. Ho visto il piacere di guidare ancora una moto. Non era lo scopo quello di fare i tempi visto che la moto non è stata nemmeno toccata ne modificata, ma alla fine non ha fatto male. Chissà che lavorandoci non possa anche andar forte".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie