Morbidelli: "La penalità a Zarco? Per me è un capitolo chiuso"

Franco Morbidelli ha dichiarato di aver voltato pagina dopo l'incidente della scorsa settimana e non ha voluto commentare la decisione dei commissari di punire Zarco con la partenza dalla pit lane.

Morbidelli: "La penalità a Zarco? Per me è un capitolo chiuso"

A soli cinque giorni di distanza dal tremendo incidente che ha caratterizzato lo scorso GP d’Austria, Franco Morbidelli è tornato sul tracciato del Red Bull Ring per disputare le prime due sessioni di prove libere ottenendo al mattino il settimo riferimento per poi migliorarsi di una posizione al pomeriggio.

Ovviamente per il pilota della Yamaha del team Petronas è ancora caldo il ricordo di quanto accaduto domenica scorsa e Franco non ha fatto mistero di voler capire che sensazioni proverà quando affronterà curva 3 con altri piloti al suo fianco.

“Ho provato a superare l’impatto emotivo dell’incidente della scorsa settimana. Credo che sarà differente quando avrò altre moto accanto a me perché in quel momento i ricordi riaffioreranno. Non so come reagirò, ma cercherò di fare qualche giro nel traffico per capire come mi sentirò quando passerò in quel punto del tracciato”.

Morbidelli aveva il timore di non riuscire a guidare la sua Yamaha al massimo della condizione dopo la brutta caduta della passata domenica, ma i primi giri nelle libere hanno fatto tirare un sospiro di sollievo a Franco.

“E’ stata una giornata positiva. In primo luogo ho lavorato per capire come mi sentissi sulla moto e mi sono trovato davvero a mio agio, non ho incontrato difficoltà. Successivamente ho lavorato per trovare la velocità sia con le gomme nuove al mattino che con le medie e le soft al pomeriggio e sono stato molto rapido anche se non sono riuscito ad ottenere il miglior tempo”.

A tenere banco in questa giornata è stata la sanzione inflitta dai commissari a Johann Zarco. Il francese, responsabile della tremenda carambola, sarà costretto a scattare dalla pit lane questa domenica ed a molti la punizione è sembrata piuttosto blanda.

Leggi anche:

Morbidelli è intervenuto cercando di gettare acqua sul fuoco ed ha parlato di un capitolo ormai chiuso.

“Per quel che riguarda la sanzione inflitta a Zarco rispetto la decisione dei commissari. Ho detto la mia per quel che riguarda l’incidente, ma non ho voce in capitolo per quel che riguarda la penalità”.

“Non mi interessa onestamente la sanzione che gli è stata inflitta. L’incidente c’è già stato. Dal momento in cui ho espresso la mia opinione ho voltato pagina. Il compito dei commissari è quello di analizzare quanto accaduto e decidere se punire o meno un pilota”.

“Non sono in cerca di vendetta nei confronti di Johan. Siamo amici e corriamo insieme da quando eravamo piccoli. Ho soltanto espresso il mio punto di vista dopo un incidente molto violento che sarebbe potuto costare caro”.

Nel voltare pagina, Franco ha poi voluto evidenziare quelle che potrebbero essere le maggiori difficoltà che i piloti della Yamaha incontreranno in questo secondo appuntamento austriaco. La pista del Red Bull Ring non è certamente amica delle M1 ed i problemi ai freni riscontrati da Quartararo potrebbero non far dormire sonni tranquilli ai tecnici della Casa giapponese.

“Sappiamo che questa pista non è favorevole a Yamaha ma stiamo cercando di lavorare duramente. Questo weekend sarà ancora più difficile di quello passato perché i distacchi saranno ancora più ridotti”.

“I freni sono un problema qui perché si raggiungono temperature elevate, soprattutto quando si corre in gruppo. Oggi non ho avuto alcuna difficoltà specifica, ma stiamo provando ad effettuare qualche cambiamento per tenere sotto controllo le temperature”.

Morbidelli, infine, è intervenuto sul problema dei motori Yamaha. Franco è già stato vittima di una rottura a Jerez che l’ha privato di un probabile podio, ma dopo aver parlato con i responsabili tecnici si è detto certo di non temere più alcun guasto.

“Mi è stato assicurato che il problema che è capitato a Jerez non si verificherà daccapo. Non ho alcun timore e non ho chiesto alcun intervento specifico sul motore”.

Guarda il Gran Premio BMW M di Stiria live su DAZN. Attiva ora

Informazioni aggiuntive di Lewis Duncan

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Stiria, Libere 2: risposta KTM con Espargaro

Articolo precedente

MotoGP, Stiria, Libere 2: risposta KTM con Espargaro

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Ecco perché le Suzuki sono così forti quest'anno"

Dovizioso: "Ecco perché le Suzuki sono così forti quest'anno"
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021