Mir: “Il nuovo telaio ci aiuterà già quest’anno”

Oltre a testare il motore 2022, nella seconda giornata dei test di Misano i piloti della Suzuki hanno potuto provare anche un nuovo telaio, che sarà già disponibile per il resto della stagione.

Mir: “Il nuovo telaio ci aiuterà già quest’anno”

Joan Mir è rimasto soddisfatto del lavoro svolto dalla Suzuki, che ha portato diversi aggiornamenti interessanti per la GSX-RR in occasione delle due giornate di test che si sono svolte a Misano tra martedì e mercoledì.

Oltre a un nuovo motore, che si sta testando in vista del prossimo anno, il pilota Suzuki ha potuto provare un nuovo telaio di cui ha sottolineato la capacità di permettergli di frenare un po’ meglio, aspetto di cui si era lamentato per tutta la stagione.

“Sono contento di come è andato questo test, perché vedo che ci sono cose che siamo stati in grado di migliorare. Il motore può essere un po' meglio il prossimo anno, ha più potenza, questa cosa ci aiuterà e ne abbiamo bisogno – ha affermato Mir – Oggi abbiamo lavorato con un nuovo telaio e siamo stati più veloci, soprattutto quando si trattava di fermare la moto. Bisogna mettere tutto insieme, ma sono molto soddisfatto”.

Oltre a lavorare per il 2022, il test di Misano può anche aiutare Mir a migliorare la moto per il resto dell'anno con l'obiettivo di lottare per il secondo posto: “Il telaio è una delle cose che potrebbero essere utilizzate già quest'anno, quindi sono state portate delle cose per migliorare fino alla fine della stagione”.

“La parte nuova ha alcune cose buone, ma alcune cose che non vanno così bene. Lavoreremo questo pomeriggio per capirlo e forse lavorare sulla geometria della moto, che potrebbe aver bisogno di cambiare per adattarsi al nuovo telaio”.

Suzuki sta anche lavorando per migliorare il prototipo del sistema di regolazione dell'altezza posteriore della moto, che ha debuttato in Austria e che non ha ancora soddisfatto i piloti della Casa di Hamamatsu: “Il dispositivo definitivo non è ancora arrivato. Quando arriverà con meno peso lo noteremo molto, ma abbiamo visto la direzione in cui stanno lavorando e penso che sia quella giusta".

Il grande tallone d'Achille della Suzuki è senza dubbio il giro secco del sabato in qualifica, un'area dove il nuovo motore può portare beneficio. Il campione del mondo in carica afferma: “La grande differenza nel motore il sabato è che quando mettiamo tutta la potenza, se possiamo avere un po' di margine con il nuovo motore 2022 per migliorare di due decimi, questo può permetterci di essere in seconda o addirittura in prima fila sulla griglia. Se il motore può aiutarci a guadagnare quel margine, ci aiuterà sicuramente nel Q2. D'altra parte, se c'è più potenza ci sarà anche più consumo e sui circuiti più impegnativi soffriremo un po’ di più in questo senso, ma ci aiuterà il sabato in qualifica”.

Aex Rins soddisfatto dell’abbassatore posteriore

Anche Alex Rins, era soddisfatto del lavoro svolto finora nel test dalla Suzuki allo stesso modo del compagno di squadra: “I due giorni di lavoro stanno andando molto bene, sono giorni importanti. Suzuki ha portato un sacco di piccole cose, tra cui un motore che è un candidato per essere quello del 2022 e soddisfa le aspettative che chiedevamo. Penso che faremo un passo avanti. Devo ancora testare un telaio diverso che Joan sta mettendo insieme”.

Per quanto riguarda il miglioramento di sabato in qualifica, il catalano non ha voluto fare una previsione: “Non sono in grado di rispondere alla domanda se saremo più veloci il sabato nel giro secco. Non abbiamo testato il nuovo motore con la gomma morbida al posteriore, ci siamo concentrati di più sul ritmo e sull'usura delle gomme, ma siamo contenti”.

Per quanto riguarda i miglioramenti dell'holeshot, il dispositivo di regolazione dell'altezza posteriore, Rins è apparso ottimista: “L’holeshot ora ha una piccola evoluzione che mi è piaciuta molto e a Joan è piaciuto molto ieri. Abbiamo fatto due piccole simulazioni di gara con e senza il dispositivo e ora dobbiamo analizzare i dati, ma penso che con questo dispositivo siamo dove vogliamo essere”.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Più sicuro dei miei mezzi dopo le vittorie"
Articolo precedente

Bagnaia: "Più sicuro dei miei mezzi dopo le vittorie"

Prossimo Articolo

Rossi: "Test futuri? Soltanto se mi mancherà la MotoGP"

Rossi: "Test futuri? Soltanto se mi mancherà la MotoGP"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021