MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
39 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
53 giorni
G
GP delle Americhe
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP d'Argentina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
81 giorni
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
95 giorni
G
GP di Francia
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
109 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP della Catalogna
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
130 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
144 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
151 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
165 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
193 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
200 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
214 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
228 giorni
G
GP di Aragon
01 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
249 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
263 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
271 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
277 giorni
G
GP di Valencia
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
291 giorni

Lorenzo: “Con Honda abbiamo valutato se montare il motore 2018”

condivisioni
commenti
Lorenzo: “Con Honda abbiamo valutato se montare il motore 2018”
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
1 nov 2019, 11:48

Jorge Lorenzo ha ammesso questo venerdì a Sepang che ha parlato con Honda per tornare alla versione 2018 del motore della sua RC213V, ma che l’idea è stata scartata.

Il regolamento sui motori è chiaro e dettagliato: una volta congelati prima della gara del Qatar, appuntamento inaugurale della stagione, i motori non possono essere aperti né cambiati. Tuttavia, Jorge Lorenzo questo venerdì ha ammesso di aver parlato con Honda circa la possibilità di montare il motore del 2018 sulla sua moto, ma che questa ipotesi è stata scartata.

Da regolamento, l’unica soluzione logica affinché lo spagnolo tornasse al motore dello scorso anno era cambiare la sua moto con quella di Takaaki Nakagami, pilota LCR che nel 2019 ha corso con un prototipo del 2018, almeno fino a quando non è stato costretto a fermarsi per un problema alla spalla.

Lorenzo analizza la sua giornata in pista: “È stata una giornata abbastanza positiva per le sensazioni, è andata molto meglio rispetto all’Australia, l’asfalto non era male e la distanza dai primi non è stata enorme, almeno fino agli ultimi giri. Alla fine le Yamaha hanno fatto un gran tempo, hanno cambiato molto il ritmo”.

Leggi anche:

“Noi abbiamo provato varie cose sulla moto, soprattutto per quanto riguarda il posteriore per avere più grip. Abbiamo lavorato sulla messa a punto, ma alla fine il compromesso non è stato migliore di quello della moto standard. Domani sicuramente torneremo indietro per vedere se possiamo migliorare un po’ i tempi”.

In quel momento, a Lorenzo è stato chiesto del motore 2018, che avevano pensato di cambiare. Il maiorchino ha affermato, senza entrare nei dettagli: “È stata un’idea di Honda che abbiamo analizzato con pazienza, ma alla fine l’abbiamo scartata”.

Così gli è stato domandato anche di spiegare da chi fosse partita quest’idea ed in quale momento della stagione fosse avvenuto questo colloquio: “È partita da Honda qualche mese fa, ma non posso dire molto di più, solo due o tre mesi”. Questo significherebbe che le conversazioni sono avvenute intorno ad agosto, quando era fermo ed infortunato alle vertebre.

La manovra è difficile da comprendere, dato che i motori sono congelati per regolamento e non possono essere cambiati: “Non lo so, è stata un’idea messa sul tavolo affinché potesse essere studiata, ma alla fine è stata scartata per diversi motivi”.

L’unica opzione sarebbe stata un cambio di moto con Nakagami: “Non abbiamo approfondito molto questa possibilità, a dire il vero. Non so se fosse fattibile, ma ripeto, non è durata molto questa idea che avevamo”. L’unica conclusione a cui si può arrivare è che Honda avesse offerto a Lorenzo di passare alla moto di Nakagami, una possibilità che è stata scartata dal maiorchino.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Scorrimento
Lista

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
1/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
2/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
3/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
4/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
5/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
6/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
7/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
8/12

Foto di: Srinivasa Krishnan

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
9/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
10/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
11/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
12/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

  

Prossimo Articolo
Fotogallery MotoGP: prima giornata di prove a Sepang

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: prima giornata di prove a Sepang

Prossimo Articolo

Viñales: “Abbiamo migliorato la trazione, lo dice anche Marquez"

Viñales: “Abbiamo migliorato la trazione, lo dice anche Marquez"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP della Malesia
Sotto-evento FP2
Piloti Jorge Lorenzo Acquista adesso
Autore Germán Garcia Casanova