In casa Ducati non sbilanciano troppo in vista di Assen

Dovizioso non ama il tracciato olandese, ma pensa che possa essere favorevole per la Desmosedici GP. La "Cattedrale" invece piace a Iannone, che però la reputa una pista ostica per la Rossa.

Archiviata la gara di Barcellona, il Ducati Team è arrivato nei Paesi Bassi per l’ottavo round del Campionato Mondiale MotoGP 2016, in programma sul Circuito di Assen. Il GP olandese continua ad essere la gara più longeva del calendario (la prima edizione fu infatti disputata nel 1949), ma quest’anno si svolgerà per la prima volta di domenica, interrompendo così la tradizione che fino allo scorso anno ha visto disputare la gara di sabato. Il tracciato ha subito una serie di interventi e importanti modifiche nel corso degli anni, ma quello che resta immutato è l’incredibile numero di spettatori che affollano i suoi spalti ogni anno.

Andrea Dovizioso, che in Olanda raggiungerà la quota di 150 gare nella massima categoria, non considera Assen uno dei suoi circuiti preferiti ma è comunque salito sul podio tre volte in MotoGP ottenendo due terzi posti (2011 e 2012) ed un secondo posto nell’edizione 2014. Decisamente sfortunata la sua gara dello scorso anno quando, dopo aver raggiunto il quinto posto, è stato costretto a rallentare il ritmo a causa di una vibrazione anomala della sua GP15 e si è dovuto accontentare della dodicesima posizione finale.

Diverso il discorso per Andrea Iannone, a cui il tracciato olandese piace molto. Il pilota di Vasto ha ottenuto un buon risultato ad Assen nell’edizione 2015: partito dalla seconda fila è risalito al quarto posto, posizione che ha mantenuto fino al traguardo.

"Il test di lunedì a Barcellona dopo la gara è stato importante perché abbiamo potuto lavorare per migliorare la Desmosedici GP. In questo momento siamo competitivi ma ci manca ancora qualcosa per tornare davanti e giocarci il podio. Credo che ad Assen potremo andare meglio perché la pista ha più grip e il calo della gomma durante la gara non dovrebbe essere così pronunciato come in Spagna. Anche se non è una delle mie piste preferite sono fiducioso in un buon risultato, ma quest’anno far pronostici prima della gara è sempre difficile, visto che non sappiamo ancora come si comporteranno qui le gomme che porterà Michelin" ha detto Andrea Dovizioso.

"Nel lunedì di test dopo la gara di Barcellona, ci siamo concentrati sul lavoro con le mescole nuove che la Michelin ha portato e devo dire che si sono rivelate prove interessanti. La casa francese continua a migliorare le performance delle gomme, dimostrando sempre molta reattività. Il mio feeling con la Desmosedici GP è buono e in Olanda ho vinto in Moto2 nel 2010: Assen è un circuito che mi piace molto, anche se negli anni precedenti si è rivelata una pista piuttosto ostica per Ducati" ha aggiunto Andrea Iannone.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Olanda
Circuito Assen
Piloti Andrea Dovizioso , Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Preview