Iannone, che mazzata: squalificato 18 mesi per doping

La sentenza ha riconosciuto la contaminazione alimentare involontaria, ma lo accusa di non aver osservato gli elenchi delle sostanze proibite. La squalifica termina il 16 giugno 2021, ma il pilota dell'Aprilia andrà al TAS.

Iannone, che mazzata: squalificato 18 mesi per doping

Dopo una lunghissima attesa, è finalmente arrivata la sentenza legata al caso doping di Andrea Iannone: il pilota dell'Aprilia è stato squalificato per 18 mesi per la positività al Drostanolone, uno steroide anabolizzante, riscontrata in occasione del Gran Premio della Malesia dello scorso anno.

Per lui squalifica era scattata d'ufficio non appena aperto il caso, lo scorso 17 dicembre. Questo vuol dire che i 18 mesi scadranno il 16 giugno 2021 (il comunicato FIM chiarisce però che il #29 è stato squalificato anche dalle gare di Sepang e di Valencia dello scorso anno, nelle quali comunque non aveva marcato punti).

La cosa curiosa è che la sentenza riconosce il fatto che il pilota di Vasto sia stato vittima di una contaminazione alimentare dovuta alle carni trattate mangiate durante il tour asiatico della MotoGP, cosa che la difesa ha provato a dimostrare fin da subito.

Leggi anche:

E in questo si spiega la condanna a soli 18 mesi, quando normalmente in primo grado la casistica prevedeva ben quattro anni di squalifica per questo tipo di positività. E infatti questa era stata anche la richiesta dell'accusa, che invece aveva spinto sull'assuzione della sostanza per fini estetici e non legati al miglioramento della prestazione.

Tuttavia, al pilota di Vasto è stato contestato il fatto di non aver controllato l'elenco delle sostanze proibite e alla Casa di Noale di non aver vigilato abbastanza sul comportamento del suo dipendente.

La palla ora quindi passa di nuovo alla difesa, che sicuramente porterà il caso davanti al TAS. L'avvocato De Rensis, infatti, ha in mano la carta dell'esame del capello di Iannone, già presentato anche davanti ai tre giudici della FIM, che esclude la presenza di sostanze dopanti da dopo l'estate scorsa.

Si tratta di un esame che ha portato a numerose sentenze favorevoli davanti al TAS, che ha ribaltato anche delle squalifiche di quattro anni. Se questo si dovesse esprimere in tempi brevi, potrebbe giocare a favore di Andrea, visto che la pandemia di Coronavirus per ora ha impedito la partenza della stagione 2020 della MotoGP, che non si sa ancora quando potrà cominciare.

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
14/20

Foto di: Motogp.com

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
24 anni fa il debutto di Valentino Rossi nel Mondiale

Articolo precedente

24 anni fa il debutto di Valentino Rossi nel Mondiale

Prossimo Articolo

Rivola: "La pena inflitta a Iannone non ha senso"

Rivola: "La pena inflitta a Iannone non ha senso"
Carica commenti
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021