Ducati: la sinergia tra Dovizioso e Petrucci eviterà la perdita di punti

condivisioni
commenti
Ducati: la sinergia tra Dovizioso e Petrucci eviterà la perdita di punti
Di:
19 feb 2019, 05:55

Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo Ducati, crede fermamente che la cooperazione tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci porterà sensibili benefici al team in fatto di punti, evitando episodi come il GP di Misano dello scorso anno

Con la partenza di Jorge Lorenzo e la sua sostituzione da parte di Petrucci, la Ducati ha effettuato un ripensamento generale, in parte promosso dai suoi piloti. Dal momento che il corridore del Cesena ha indossato la tuta rossa della squadra ufficiale del marchio Borgo Panigale, Dovizioso ne è divenuto il “coach”, e ha messo a sua disposizione tutto il gruppo di lavoro che lo ha aiutato a fare il salto di qualità e lo ha messo in grado di lottare per il titolo negli ultimi due anni.

Indipendentemente dal vantaggio che sia Dovizioso che Petrucci possono prendere individualmente, Ciabatti è convinto che la Ducati potrà fare meglio degli avvesari anche in diverse aree. Per il dirigente dell'azienda italiana, questa sinergia tra i due piloti, e il fatto che ognuno ha un obiettivo diverso in vista di questo 2019 - "Dovi deve lottare per il titolo mentre Danilo deve fare è crescere , lottare per finire ogni gara tra i primi cinque e ottenere la loro prima vittoria in MotoGP”, ci rivela - impedirà loro di competere direttamente l'uno con l'altro. E, cosa ancora più importante, renderà più difficile sottrarsi punti a vicenda per volere mostrare chi è il capo, cosa che è accaduta la scorsa stagione.

Leggi anche:

"Sappiamo che questo è uno sport individuale, ma preferiamo che i piloti abbiano chiaro che oltre ai loro interessi ci sono anche quelli dell'azienda", ha ammesso Ciabatti a Motorsport.com.

Pur essendo un ammiratore riconosciuto di Lorenzo e facendo tutto il possibile per mantenerlo per questo corso, Ciabatti non nasconde che, nel 2018, c'erano gran premi in cui prevalevano gli interessi individuali su quelli della squadra . Questo è qualcosa che Petrucci e la sua buona relazione con Dovizioso dovrebbero correggere.

"L'anno scorso Lorenzo ha vinto al Mugello e Dovi ha concluso secondo. Sarebbe stato fantastico ottenere la doppietta anche a Misano. Ma Jorge è caduto quando ha inseguito Andrea perché voleva superarlo. Se passi il secondo all'ultimo giro e quello davanti è il tuo compagno di team, non ha senso rischiare di andare a terra. Quelle situazioni sono ciò che vogliamo evitare ", ricorda Ciabatti.

Nell'ultimo Gran Premio di San Marino, la caduta di Lorenzo ha aiutato Márquez a passare dal terzo al secondo posto, circostanza che gli ha consentito di perdere meno punto nonostante la vittoria di Dovizioso. Jorge, evidentemente, non si trovava bene nel garage del costruttore bolognese.

"Quello che è successo è che Marc ne ha approfittato. Non è una critica a Jorge, lo conosco molto bene, andiamo molto d'accordo e, inoltre, in quel momento sapeva già che non avrebbe continuato con noi. Ma penso che i due attuali piloti Ducati siano molto chiari sull'approccio che vogliamo tenere. Quando uno dei piloti ufficiali è più veloce, sarà importante che possa scappare senza che l'altro lo ostacoli. ", conclude Ciabatti.

Prossimo Articolo
Lorenzo: "Auguri Valentino, spero che tu rimanga in MotoGP fino a 46 anni!"

Articolo precedente

Lorenzo: "Auguri Valentino, spero che tu rimanga in MotoGP fino a 46 anni!"

Prossimo Articolo

MotoGP, Marquez: "Se cadere tante volte serve a vincere il titolo, non ci sono problemi!"

MotoGP, Marquez: "Se cadere tante volte serve a vincere il titolo, non ci sono problemi!"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie