Clamoroso: KTM annuncia Petrucci, ma lo manda in Tech 3!

La Casa austriaca ha annunciato Danilo Petrucci, ma la novità clamorosa è che sarà in Tech 3. Nel Factory Team correranno Oliveira e Binder.

Clamoroso: KTM annuncia Petrucci, ma lo manda in Tech 3!

Il mercato piloti della MotoGP in vista della stagione 2021 continua a regalare clamorosi colpi di scena: oggi attendevamo tutti quanti l'annuncio dell'ingaggio dell'ingaggio di Danilo Petrucci da parte della KTM, con un contratto per il 2021 ed un'opzione per il 2022.

Tutto confermato, anche se c'è un ma veramente enorme: il pilota di Terni, infatti, non andrà a difendere i colori del Factory Team della Casa austriaca, ma sarà schierato dalla Red Bull KTM Tech 3 di Hervé Poncharal.

Una mossa che ha lasciato a bocca aperta in tanti, perché un pilota esperto come Petrucci che, salvo clamorose sorprese, sarà l'unico della rosa KTM ad aver vinto almeno una gara nella classe regina nel 2021, era indicato da tutti come l'erede naturale di Pol Espargaro, ad un passo dall'approdo in Honda Repsol.

Tuttavia, la KTM ha annunciato l'intera squadra e sarà Miguel Oliveira a prendere il posto di "Polyccio" nella squadra ufficiale, andando ad affiancare il sudafricano Brad Binder che è stato confermato. "Petrux" invece sarà quindi chiamato a salire sulla RC16 lasciata libera nella compagine francese dal portoghese, al quale era stato promesso l'approdo nella squadra ufficiale nel 2021. Il ternano, dunque, andrà a dividere il box con Iker Lecuona.

Leggi anche:

Da una parte è vero che la KTM offre un pacchetto factory anche a Tech 3, come confermato per esempio dalla presenza di entrambi i team nei test di questa settimana a Misano, ma si fa veramente fatica a capire questa scelta di mettere in seconda linea il pilota più esperto del pacchetto a disposizione.

"E' un grande piacere avere quattro piloti così vogliosi nel nostro programma di MotoGP. Brad e Miguel hanno sempre avuto una relazione produttiva, dimostrando di avere talento e di poter vincere gare nella loro scalata verso la MotoGP" ha detto Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport.

"Lo stesso vale per Red Bull KTM Tech 3, dove siamo felici di dare il benvenuto in famiglia a Danilo. La sua esperienza conta molto, ma contiamo anche su un pilota con il giusto atteggiamento. Crediamo che abbia ancora qualcosa da dimostrare in MotoGP".

"Da un lato, stiamo investendo in MotoGP su quelli che pensiamo possano essere i leader del futuro, ma che potrebbero facilmente diventare delle star già nel 2021 e sarebbe emozionante da vedere. Abbiamo due squadre, ma si tratta di un unico grande team con tutti e quattro i piloti sulle stesse moto e con le stesse possibilità".

Quella che sta per cominciare, che sarà la sua ultima nelle vesti di pilota ufficiale Ducati, sarà la nona stagione in MotoGP per Petrucci e nelle prime otto è salito nove volte sul podio, con l'apice che ovviamente è stato il successo del Gran Premio d'Italia 2019.

Con l'annuncio di Danilo, è molto probabile che a cascata ora possano arrivare anche le ufficialità dei due piloti che invece lasceranno la KTM: oltre alla partenza del più giovane dei fratelli Espargaro in direzione Honda, ci sarà infatti anche quella di Jorge Martin, che farà il suo debutto in MotoGP con Ducati Pramac.

Danilo Petrucci

Danilo Petrucci

Photo by: Tech 3

condivisioni
commenti
Zarco: "Punto a prendere il posto di Miller in Pramac"

Articolo precedente

Zarco: "Punto a prendere il posto di Miller in Pramac"

Prossimo Articolo

WithU Experiences torna a far rombare MotoGP e WRC

WithU Experiences torna a far rombare MotoGP e WRC
Carica commenti
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021
Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione Prime

Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione

Un decennio dopo il primo legame con Ducati, in quello che si è rivelato essere un periodo sfortunato della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi ha unito nuovamente le forze con il marchio Borgo Panigale, questa volta come proprietario di un team. E il legame VR46/Ducati che inizierà il prossimo anno ha il potenziale per raddrizzare la parentesi negativa del 2011/2012.

MotoGP
4 lug 2021