Aprilia: Stefan Bradl ed Alvaro Bautista conquistano la settima fila

Qualifiche difficoltose per i piloti della casa di Noale alle prese con un tracciato ostico alla RS-GP. Nonostante il diciannovesimo ed il ventunesimo posto, nel team Aprilia si è lavorato in vista della gara.

Si preannuncia una domenica infuocata al Red Bull Ring, e non solo per le temperature tornate a piacevoli valori estivi. Nella seconda giornata di prove sul circuito austriaco i piloti della MotoGP hanno visto scendere i loro riferimenti cronometrici con il migliorare delle condizioni, così come i distacchi: poco più di 2 secondi hanno separato il primo dall'ultimo della classifica sia nelle FP3 che nelle FP4, con una graduatoria estremamente compatta specialmente nella parte centrale. Posizioni, quelle a ridosso della top-10, per le quali combattono i piloti dell'Aprilia Racing Team Gresini.

Su uno dei circuiti più ostici per le caratteristiche della RS-GP, Alvaro Bautista e Stefan Bradl hanno soprattutto lavorato in ottica gara. L'obiettivo è riuscire ad avere un ritmo costante, impostando un setting che renda la moto facile da guidare e stabile nelle violente staccate austriache.

Nelle qualifiche i piloti Aprilia hanno dovuto fare i conti con la difficoltà ad esprimere sul giro il potenziale messo in mostra, ad esempio, per quanto riguarda il passo di gara. In particolare Bautista ha perduto decimi nel tratto guidato, diretta conseguenza di un setting più votato alla stabilità che alla maneggevolezza.

Bradl invece ha dovuto affrontare un non perfetto feeling in frenata. Sia Alvaro che Stefan lavoreranno su questi parametri con i tecnici Aprilia, alla ricerca di soluzioni da testare nel warmup che consentano, in gara, di migliorare il 19mo e 21mo posto ottenuti in qualifica, che collocano entrambi in settima fila.

Alvaro Bautista: "Domani potrebbe succedere davvero di tutto. Su una pista dove è complicato sorpassare, la partenza diventa fondamentale. Dal punto di vista fisico non è un circuito che crea particolari problemi, quindi bisognerà spingere per tutta la durata di gara mantenendo un buon ritmo. Da questo punto di vista sono soddisfatto del lavoro svolto fin'ora, i distacchi rispetto alla top-10 sono estremamente ridotti e siamo in una buona posizione come passo. Anche i miglioramenti alla potenza sono piccoli ma tangibili, lungo tutto l'arco di erogazione. Per domani cercheremo di lavorare sulla guidabilità: quando si imposta una moto stabile inevitabilmente si perde qualcosa in maneggevolezza, quindi proveremo a trovare un giusto compromesso".‬

Stefan Bradl:"Rispetto a ieri siamo riusciti a lavorare molto meglio, anche grazie alle migliori condizioni. Faccio ancora fatica a fermare la moto come vorrei, sapevamo che per noi non sarebbe stato facile su questa pista ma guardando ai distacchi credo che con qualche ulteriore step in termini di setup la situazione potrebbe migliorare. Cercheremo di lavorare sulla frenata durante il warmup, al momento sembra che questa fase sia quella che ci limita di più. Per noi ogni weekend fa storia a sè, con una moto completamente nuova come la RS-GP e un circuito così particolare abbiamo bisogno di tempo per mettere tutti i tasselli al posto giusto".‬

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Austria
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Red Bull Ring
Piloti Alvaro Bautista , Stefan Bradl
Team Aprilia Racing Team
Articolo di tipo Ultime notizie