Jeffrey Herlings piazza il poker in Argentina

Il pilota della KTM è ancora imbattuto e con ben otto vittorie di manche ha già un margine di 48 punti sul diretto inseguitore Jeremy Seewer. Al momento nessuno sembra poter contrastare il suo dominio.

Dopo il quarto appuntamento del Mondiale MX2, che si è corso sulla “sabbia nera” del circuito di Villa La Angostura in Patagonia, ci si chiede chi mai potrà fermare la corsa di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM). A nostro avviso nessuno, perché è troppo veloce per tutti gli altri. Herlings rifila ai suoi avversari distacchi abissali, che viaggiano spesso oltre i venti/trenta secondi a gara.

Con la vittoria in Argentina, Herlings viaggia a punteggio pieno: quattro GP vinti e otto vittorie di manche su altrettante disputate. Quando entra in pista lui, semplicemente per gli altri non c’è spazio.

Il secondo in classifica generale, lo svizzero Jeremy Seewer (Suzuki Wolrd MX2) è già staccato di 48 punti e se Herlings in Messico fa un’altra doppietta (il che non è da escludere), potrebbe starsene a casa per due GP e restare saldamente primo in classifica ( a patto però che Seewer vinca le quattro manche in programma).

Per quanto riguarda le due gare, possiamo soltanto raccontare cosa è successo dal secondo posto in giù. Gara uno vede Max Anstie (Rockstar Husqvarna) far sua la Holeshot ma alla curva successiva Herlings lo supera immediatamente. Al terzo posto abbiamo un sempre costante Alexandr Tonkov (Wilvo Yamaha) che riesce a stare a contatto con Anstie ma non riesce a superarlo. Jeremy Seewer è quarto dopo una rimonta dalla settima piazza mentre quinto è il nostro Samuele Bernardini (Tm Factory) sempre più spesso nella top five.

Il copione di gara due è quasi simile. Anstie parte bene, ma purtroppo si deve ritirare dopo appena tre giri per un problema tecnico mentre era secondo (ovviamente il primo era Herlings). Per un giro Tonkov è secondo ma viene subito scavalcato da Pauls Jonass (Red Bull KTM). Jeremy Seewer, che è partito quinto, rinviene velocemente sul lettone della KTM e all’ottavo giro si prende il secondo posto che mantiene fino al traguardo.

Anche Tonkov supera Jonass che risente della forte caduta in gara uno e chiude la prova terzo. Benoit Paturel (Yamaha Kemea) è quinto dopo una prima manche che lo ha visto al traguardo solamente 13esimo. Il francese, che ha come “trainer” il Campione del Mondo Jacky Vimond, precede Bernardini che, con il sesto posto, conquista la quarta piazza assoluta nella classifica di fine giornata.

Subito dopo gara, Herlings è volato in Europa per preparare il prossimo GP del Messico (per l’occasione ha saltato la conferenza stampa post gara in accordo con Youthstream). Una scelta in controtendenza (tutti i piloti sono rimasti in Sudamerica), ma lui dice che preferisce rilassarsi a casa sua, in Olanda.

CLASSIFICA MX2

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 50 punti; 2° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 40; 3° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 40; 4° Samuele Bernardini (Italia – TM) 31; 5° Petar Petrov (Bulgaria – Kawasaki) 28; 6° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 25; 7° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 28; 8° Tomas Covington (Usa – Husqvarna) 22; 9° Calvin Vlandereen ( Olanda – KTM) 22; 10° Max Anstie (Inghilterra – Husqvarna) 22.

CLASSIFICA CAMPIONATO

1° Jeffrey Herlings (Olanda - KTM) 200 punti; 2° Jeremy Seewer (Svizzera - Suzuki) 152; 3° Aleksandr Tonkov (Russia – Yamaha) 131; 4° Pauls Jonass (Lettonia - KTM) 130; 5° Petar Petrov (Bulgaria Kawasaki) 104; 6° Benoit Paturel (Francia - Yamaha) 99; 7° Samuele Bernardini (Italia – TM) 91; 8° Vsevolod Brylyakov (Russia - Kawasaki) 84; 9° Brent Van Doninck (Belgio – Yamaha) 78; 10° Alvin Ostlund (Svezia - Yamaha) 70.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Mondiale Cross Mx2
Evento GP d'Argentina
Sub-evento Domenica
Piloti Jeffrey Herlings
Team Red Bull KTM Factory Racing
Articolo di tipo Gara