Clamoroso: G-Drive perde la vittoria LMP2 a Le Mans per un sistema irregolare del rifornimento

condivisioni
commenti
Clamoroso: G-Drive perde la vittoria LMP2 a Le Mans per un sistema irregolare del rifornimento
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
19 giu 2018, 08:50

La squadra di Vergne, Pizzitola e Rusinov è stata squalificata e la vittoria è finita nelle mani del team Signatech Alpine Oreca di Lapierre, Negrao e Thiriet. Squalificata per lo stesso motivo la TDS Racing, che così ha perso il terzo posto assoluto.

Podio LMP2: i vincitori Roman Rusinov, Andrea Pizzitola, Jean-Eric Vergne, G-Drive Racing
Pierre Gasly con Jean-Eric Vergne, G-Drive Racing
#26 G-Drive Racing Oreca 07 Gibson: Roman Rusinov, Andrea Pizzitola, Jean-Eric Vergne
#26 G-Drive Racing Oreca 07 Gibson: Roman Rusinov, Andrea Pizzitola, Jean-Eric Vergne
#26 G-Drive Racing Oreca 07 Gibson: Roman Rusinov, Andrea Pizzitola, Jean-Eric Vergne
#26 G-Drive Racing Oreca 07 Gibson: Roman Rusinov, Andrea Pizzitola, Jean-Eric Vergne

A quasi 48 ore di distanza dal termine dell'86esima edizione della 24 Ore di Le Mans è arrivata una notizia clamorosa. Si tratta di un provvedimento dei commissari di gara tramite cui è stato squalificato il team G-Drive Racing, ossia il team che ha dominato e vinto la gara di durata più celebre al mondo nella categoria LMP2, centrando inoltre il quinto posto nella classifica assoluta.

Al termine della gara, vinta nella classe dall'equipaggio formato da Jean-Eric Vergne, Andrea Pizzitola e Roman Rusinov, è stata aperta un'indagine che ha portato i delegati tecnici incaricati a trovare un'irregolarità sul sistema di rifornimento utilizzato dal team russo.

Una volta appurata l'irregolarità - questa avrebbe reso più rapidi i rifornimenti nel corso della gara - la squadra vincitrice della classe LMP2 è stata squalificata. Così la vittoria è passata nelle mani di Nicolas Lapierre, Andre Negrao e Pierre Thiriet, equipaggio della Signatech Alpine Oreca #36, che aveva chiuso la gara a 2 giri dalla Oreca della G-Drive.

Il team russo, squalificato per il sistema di rifornimento irregolare, ha già annunciato che farà ricorso per cercare di tornare in possesso della prestigiosa vittoria ottenuta domenica scorsa.

I delegati tecnici che hanno fatto le indagini sul materiale utilizzato da G-Drive per effettuare i rifornimenti hanno stilato un documento ufficiale in cui sono stati spiegati i motivi dell'esclusione del team G-Drive.

"E' stata inserita una componente supplementare non presente nel disegno originale nel limitatore di flusso. I delegati tecnici hanno fornito alla direzione gara le foto della nuova componente inserita. Si tratta di una componente che è stata inserita all'interno del cono del limitatore di flusso".

E' stata applicata la stessa sanzione alla Oreca #28, quella del team TDS Racing, che aveva centrato il terzo posto di classe nelle mani di Loic Duval, Matthieu Vaxiviere e François Perrodo.

Anche in questo caso il prototipo è stato squalificato e, di conseguenza, sul podio di classe è salita la Ligier JSP217 #32 del team United Autosports condotta da Juan Pablo Montoya, Will Owen e Hugo de Sadeleer, che avevano terminato la corsa in quinta posizione.

Prossimo articolo Le Mans
Le Mans: perché la Ferrari è in silenzio dopo la batosta in GTE/Pro per il BoP?

Previous article

Le Mans: perché la Ferrari è in silenzio dopo la batosta in GTE/Pro per il BoP?

Next article

Sernagiotto: "Ho avuto un avversario in più da vincere dopo il crash: la paura!"

Sernagiotto: "Ho avuto un avversario in più da vincere dopo il crash: la paura!"

Su questo articolo

Serie Le Mans
Evento 24 Ore di Le Mans
Sotto-evento Domenica, post-gara
Team G-Drive Racing
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie