Super GT3-GT3: Cerqui e Comandini si impongono in Gara 1 a Misano

Pole position e vittoria per il duo del team BMW Italia. Sul podio in seconda posizione Mul e Bortolotti davanti a Sini e Mugelli. In GT3 successo per Postiglione e Gagliardini.

Una gara molto interessante con colpi di scena, toccate, sorpassi ma è mancata la X .  L’ago della bilancia lo possiamo trovare negli handicap time, con Mapelli-Albuquerque con 25”, Mul-Bortolotti 15” e Pezzucchi-Venturini con 10” .

Prima dello Start la macchina di Monfardini si è schierata in corsia box, il veronese non ha partecipato alle qualifiche per problemi alla vettura. Allo Start il Poleman Cerqui (BMW Team Italia) si è mantenuto in testa alla gara, con uno scatenato Bortolotti (Imperiale Racing) che passa Mapelli e si piazza in seconda posizione.

L’alfiere di Audi Sport Italia non è certo uno che sta a guardare e si mette subito in scia alla verde Huracan. Parte bene anche Gai (Black Bull Swiss Team) che partito dalla quarta posizione si mette a ridosso dei primi.

In GT3 Federico Leo (Scuderia Baldini) sfrutta l’ottimo spunto e si piazza dietro a Russo (Audi Sport Italia)  mentre il duo di testa allunga il vantaggio. Un Postiglione sempre in forma passa Frassineti (Ombra) che sembra in difficoltà, mentre Agostini (Antonelli Motorsport) si avvicina .

In GT3 Federico Leo (Scuderia Baldini) si fa sotto alla R8 di Russo, cercando un varco per il sorpasso. Al quarto passaggio Mapelli (Audi Sport Italia) insidia Cerqui e la sua M6 e lo passa prepotentemente alla Rio.

Cauto Russo nei primi giri “all’inizio il pick-up sugli pneumatici rendeva la guida instabile e sono stato passato da Leo e Pastorelli, poco dopo la macchina rispondeva bene e sono riuscito a girare forte” passato da Leo e Pastorelli.

Mapelli “la macchina andava bene, poi sono riuscito a spingere e girare forte” in grande spolvero sigla giri veloci, suo quello della gara con 1’34”012 al decimo passaggio. Sfortuna per la Ferrari di Geri (Easy Race) che rientra due volte ai box per un problema tecnico.  Al tredicesimo giro è iniziata la danza dei Pit Stop ed entrano in scena gli handicap time.

Chiusa la finestra, Mirko “Cowboy” Venturi balza in testa, mentre Pezzucchi va in testacoda e riesce a rientrare in pista. Al 23° passaggio uno Zonzini al Top regola Pastorelli mentre la Ferrari del Black Bull segna un vantaggio di quasi sette secondi. Due giri più tardi Gattuso rientra ai Box per un problema (una parte di battistrada staccato si è avvolto attorno alla sospensione) mentre in GT3 Gagliardini, ricevuto il volante da Postiglione mantiene la testa della classifica GT3, davanti a Cheever e Zonzini.

Al ventisettesimo, Gattuso è rientrato nuovamente i meccanici hanno tolto il detrito dalla sospensione. Colpo di scena a tre giri dalla fine, quando Venturi si ritira per un problema a uno pneumatico, mentre stava dominando. A questo punto la BMW M6 di Comandini passa in testa e si difende correttamente, fin sotto la bandiera a scacchi, dal ritorno di Mul.

Al traguardo, prima vittoria stagionale per i piloti del Team BMW Italia con il valore aggiunto della pole position. Seconda posizione per Mul-Bortolotti (Imperiale Racing) davanti agli ottimi Sini-Mugelli (Solaris Motorsport) .Nel finale di gara Albuquerque è andato di conserva, per scaricare handicap Time e arrivare alla gara di domani con 10” di penalità.

In GT3 vittoria per Postiglione-Gagliardini (Imperiale Racing) davanti a Leo-Cheever (Scuderia-Baldini) e Zonzini-Russo (Audi Sport Italia) .

A fine gara Comandini era molto soddisfatto del risultato “sono felice per questa vittoria, abbiamo lottato fino in fondo e abbiamo faticato per contenere gli avversari. Domani avremo 15” di penalità, ma domani è un altro giorno” .

Articolo di Stefano Reali

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT Italiano
Evento Misano
Sub-evento Sabato
Circuito Misano Adriatico
Piloti Mirko Bortolotti , Alberto Cerqui , Stefano Comandini
Team Imperiale Racing
Articolo di tipo Gara