Di Grassi: “Oggi siamo alle spalle dei team motorizzati Renault...”

Dopo la prima pole position della carriera nella serie “full electric”, Lucas ha portato la ABT Schaeffler FE02 sul podio di Buenos Aires, avendo dovuto cedere a due piloti e.dams e Techeetah e al sovrasterzo.

Di Grassi: “Oggi siamo alle spalle dei team motorizzati Renault...”
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
L'auto di Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport guida il gruppo alla partenza della gara
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport leads Jean-Eric Vergne, Techeetah e Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Podio: il vincitore della gara Sébastien Buemi, Renault e.Dams; il secondo classificato Jean-Eric Ve
Podio: il terzo classificato Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Podio: il terzo classificato Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Podio: il terzo classificato Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Il terzo classificato Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Il terzo classificato Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport

Benissimo sì, ma senza esagerare. Potrebbe essere così sintetizzato il bilancio dell’impegno di Lucas Di Grassi nell’ePrix di Buenos Aires, nel quale il pilota brasiliano ha sì conquistato la prima pole position della carriera nel Campionato FIA di Formula E, compresi i tre preziosi punti in classifica assegnati al suo detentore, ma ha poi dovuto accontentarsi della posizione meno elevata del podio. 

“Cerchiamo sempre di estrarre il massimo dalle cose. La pista aveva poco grip, ma sono riuscito comunque a fare un buon giro. Il fatto che si sia rivelato quello della pole position è stata una bella sorpresa. Ed è stato okay mettere finalmente la macchina davanti”, soprattutto dopo l’incidente nel secondo turno di prove libere. 

 

Da sempre alfiere del team ABT Schaeffler Audi Sport, il pilota di San Paolo ha mantenuto la testa della gara di Puerto Madero soltanto per tre tornate, a causa di uno spaventoso sovrasterzo, dovendosi d’improvviso arrendere fra le curve 3 e 4 all’assalto delle monoposto a motore Renault di Jean-Éric Vergne e Sébastien Buemi e, purtroppo per lui, retrocedendo addirittura quinto. 

 

"Questa è stata una gara molto buona per noi, anche se, dopo la pole position, abbiamo scoperto di valere soltanto il terzo posto", ha aggiunto Lucas Di Grassi. “Dobbiamo riconoscere che stiamo ancora inseguendo, cioè che siamo tuttora dietro, le due squadre le cui monoposto sono alimentate dai powertrain della Renault”. 

“Inoltre, la mia prima macchina era piuttosto ‘strana’. Ho avuto relativamente poca aderenza e molto più sovrasterzo del previsto. L'unica cosa che potevo fare era aspettare fino a quando non avessi cambiato l’auto a metà gara". 

 

Poi: "La seconda vettura è stata in effetti davvero buona. Sono stato così in grado di superare Nicolas (Prost, ndr) e di rubare un po’ di terreno a ‘JEV’ (Jean-Éric Vergne). Lo ribadisco: un recupero dalla quinta alla terza piazza è stato un risultato notevole. Andare oltre non sarebbe stato possibile...". 

 

Si è trattato del 15esimo piazzamento sul podio in 24 partecipazioni per Lucas Di Grassi, che naturalmente non si dà mai per vinto: “Questo non significa che intendiamo gettare la spugna, bensì che inizieremo a lavorare ancora di più per arrivare finalmente a battere di nuovo i leader della classifica. A Buenos Aires, siamo stati felici dei punti ottenuti con il terzo posto e con la pole position, che, lo dico una volta di più, ci portiamo a casa tutti con tanto orgoglio...". 

 

 

 

 

 

 

condivisioni
commenti
Vergne: “Senza più errori, la vittoria potrà arrivare...”

Articolo precedente

Vergne: “Senza più errori, la vittoria potrà arrivare...”

Prossimo Articolo

Prost: “Se soltanto potessi recuperare un po’ di ritmo...”

Prost: “Se soltanto potessi recuperare un po’ di ritmo...”
Carica commenti
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021