Vettel: "Non siamo veloci e non sappiamo il perché"

Il tedesco ha chiuso al decimo posto una gara sofferta. Vettel si è detto consapevole delle difficoltà della SF1000 ma nel team non si riesce a trovare una soluzione ai problemi della vettura.

Vettel: "Non siamo veloci e non sappiamo il perché"

L’unica notizia positiva in casa Ferrari al termine del Gran Premio del Mugello che ha sancito i 1000 GP disputati dalla Rossa in Formula 1 è stata aver portato entrambe le vetture a punti. Per il resto anche l’appuntamento sullo splendido tracciato toscano si è rivelato deludente per la Scuderia di Maranello.

Charles Leclerc ha chiuso in ottava posizione, mentre Sebastian Vettel ha terminato in decima, ma nella lettura complessiva di questi risultati non può non pesare quanto accaduto in gara con ben 8 piloti ritirati e soltanto 12 arrivati a traguardo.

Una stagione da dimenticare quella della Ferrari condita da un Gran Premio del Mugello che è stato totalmente folle e condizionato da numerosi, e per fortuna solo spettacolari, incidenti.

I piloti sono stati costretti a posizionarsi in griglia per ben 3 volte a causa delle due bandiere rosse che hanno sancito altrettante interruzioni e Vettel non si è nascosto dietro ad un dito quando ha criticato aspramente questa regola.

“Non ricordo di aver mai effettuato così tante partenze in una gara nella mia carriera. Solitamente ne fai una. Non sono un grande fan di questa regola perché se ti trovi sulla parte giusta della pista hai un grande vantaggio rispetto a chi deve ripartire dal lato sporco”.

“L’abbiamo già visto a Monza con la ripartenza. Era pieno di marbles e non credo che questa sia una regola corretta. Credo che si dovrebbero realizzare vetture in grado di superare e non far diventare tutto una specie di lotteria”.

Seb è poi passato ad analizzare l’ennesima gara incolore della Ferrari. La SF1000 è una monoposto sbagliata, ormai è assodato, ma a differenza degli altri team la Scuderia non ha portato ancora alcun aggiornamento sulla vettura e continua a sprofondare in gara.

Vettel ha dato il massimo al volante di una monoposto inguidabile e mai in sintonia con le Pirelli ed è riuscito ad agguantare un decimo posto che nel finale sembrava poter essere insidiato addirittura da George Russell.

“Ad ogni modo per noi oggi questo non fa differenza. Abbiamo lottato duramente e cercato di fare il massimo per entrare nei punti. E’ stata una battaglia intensa con Kimi ed alla fine siamo riusciti a entrare con entrambe le monoposto in top 10”.

Se in qualifica Seb ha faticato, in gara ci si attendeva quantomeno un passo costante da parte della SF1000, ma anche in questo caso la delusione è stata enorme.

Vettel ha spiegato come i problemi che affliggono la vettura siano numerosi ed a Maranello ancora non si è riusciti a capire come trovare una soluzione.

“C’è stato un grande calo di passo in gara. Non eravamo abbastanza veloci e quando ci chiediamo il perché non sappiamo rispondere. Non dipende da un solo fattore. Sappiamo che la nostra vettura non è abbastanza veloce, ma oggi ci saremmo aspettati un passo decisamente migliore”.

Riuscirà Seb a migliorare il suo feeling con la SF1000 da qui al termine della stagione? Il tedesco è sembrato piuttosto scettico sull’argomento.

“Credo che sarà difficile riuscire a fare una grande differenza in termini di risultati ma cercherò di imparare ancora qualcosa per provare ad avere un miglior feeling con la vettura”.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
5/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
8/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
12/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'auto di Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, viene caricata su un camion
L'auto di Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, viene caricata su un camion
14/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Membri del team Ferrari spingono la vettura di Sebastian Vettel Ferrari SF1000 in pit lane
Membri del team Ferrari spingono la vettura di Sebastian Vettel Ferrari SF1000 in pit lane
20/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari in conferenza stampa
Sebastian Vettel, Ferrari in conferenza stampa
21/22

Foto di: FIA Pool

Sebastian Vettel, Ferrari, cammina in pista con i colleghi
Sebastian Vettel, Ferrari, cammina in pista con i colleghi
22/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Binotto: "Ci sono problemi profondi. Non si risolvono con alette"
Articolo precedente

Binotto: "Ci sono problemi profondi. Non si risolvono con alette"

Prossimo Articolo

Ferrari: il progetto SF1000 è minato nelle fondamenta

Ferrari: il progetto SF1000 è minato nelle fondamenta
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021