Ricciardo vuole una Red Bull da titolo per rimanere dopo il 2018

Daniel Ricciardo ha affermato che la Red Bull dovrà fare un grande passo avanti nel 2018 se lo vuole convincere a rimanere quando scadrà il suo attuale contratto.

L'australiano è legato alla Red Bull fino al termine della prossima stagione e sa benissimo che il prossimo contrattato che firmerà sarà fondamentale per il proseguimento della sua carriera in Formula 1.

Dopo essere stato collegato sia a Mercedes che Ferrari, Ricciardo sarà probabilmente un obiettivo chiave per diverse squadre, anche se ha suggerito che lo scenario ideale sarebbe quello di vincere il titolo per i suoi attuali datori di lavoro.

In un'intervista esclusiva con Motorsport.com rilasciata per durante un evento per promuovere la sua attività di Ricciardo Kart, il vincitore della gara di Baku di quest'anno ha affermato che tutto ciò che gli interessa è lottare per il campionato, ammettendo una certa impazienza per ottenere una vettura in grado di farlo.

"Ho attraversato questa fase di impazienza e ci sono ancora dentro, perché non voglio lasciare la Formula 1 senza aver vinto un titolo" ha detto Ricciardo.

"Almeno in questo momento, credo ancora di poterlo fare assolutamente. Sto lavorando perché succeda, prima o poi".

"Pensavo che avremmo avuto una buona occasione quest'anno, ma non è ancora così. Siamo riuscito ad ottenere dei podi, ma non siamo mai stati realmente nella battaglia per il titolo, quindi speriamo che questo succeda con la Red Bull il prossimo anno, almeno dal mio punto di vista".

"Sono qui da parecchi anni e penso che l'anno prossimo dovremo fare un passo avanti più grande di quello che abbiamo fatto quest'anno, per convincermi veramente che posso vincere con loro".

"Voglio vincere con loro? Assolutamente, perché penso che sarebbe il completamente perfetto della storia. Vettel lo ha fatto, lui è l'unico ad esserci riuscito, ed amerei farlo anche io. Ma vedremo".

"Voglio un'occasione per essere sempre in grado di vincere, perché credo ci essere ancora al top".

Free agent

La disponibilità di Ricciardo per la stagione 2019 è uno dei fattori per cui la Mercedes e la Ferrari non vogliono legarsi a lungo termine con i loro piloti attuali.

Alla Ferrari, Kimi Raikkonen ha solo un accordo fino al termine del 2018, mentre la Mercedes deve ancora rinnovare il contratto di Valtteri Bottas in scadenza alla fine di quest'anno.

Ricciardo ha spiegato che per lui la possibilità di muoversi dopo il 2018 è una novità, perché è la prima volta nella sua carriera in Formula 1 che sarebbe libero di scegliere cosa fare, essendo finora rimasto sempre legato alla Red Bull.

"Questa volta ho in mano la decisione su cosa fare una volta che sarà scaduto il mio contratto con la Red Bull" ha detto.

"E' la prima volta nella mia carriera professionale che sono 'free agent', non mi era mai capitato prima. Sono sempre stato legato alla Red Bull e sono stati anni fantastici".

"Dipende anche da loro se vogliono continuare con me, poi dovrò pensare a prendere la decisione migliore".

Ha aggiunto: "Il prossimo contratto che firmerò, che sia un rinnovo o un nuovo accordo, non durerà solamente un anno, penso tre probabilmente. Quindi rappresenterà una buona parte della mia carriera futura".

"Certamente è un qualcosa che mi genera parecchi pensieri, ma alla fine voglio correre in un team che mi dia una chance di vincere, ma anche in un ambiente in cui mi trovo bene".

"Una grande parte del mio successo è legata al fatto che mi diverto a fare questo sport. E siccome mi sembra che questo discorso non valga per tutti, nel senso che non tutti si divertono quanto dovrebbero, questo è importante per me".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie