Monza esalta la Renault: miglior weekend da quando è tornata in F1

condivisioni
commenti
Monza esalta la Renault: miglior weekend da quando è tornata in F1
Di:
9 set 2019, 13:39

Su una pista a basso carico è venuto fuori anche il potenziale della power unit francese, permettendo a Ricciardo e a Hulkenberg di chiudere quarto e quinto: si tratta del miglior bottino di punti in un weekend da quando la Renault è tornata in F1.

Era da Gran Premio del Giappone del 2008 (primo Fernando Alonso e quinto Nelsinho Piquet) che la Renault non completava un weekend con un bilancio di tappa come quello ottenuto ieri a Monza grazie al quarto posto di Daniel Ricciardo ed al quinto di Nico Hulkenberg.

Un exploit in piena regola, considerando che i due piloti non sono stati aiutati da condizioni impreviste o situazioni favorevoli, come accaduto ad esempio nella gara di Hockenheim per diversi dei classificati nella top-10. L’errore di Vettel ha consentito e Ricciardo e Hulkenberg di guadagnare una posizione, ma per il resto le due ‘giallone’ sono state tra i protagonisti assolut, proponendosi subito dietro i big come primi degli altri.

Per la Renault il risultato monzese è ossigeno puro, che gli ha permesso di scavalcare la Toro Rosso nella classifica costruttori avvicinandosi parecchio alla McLaren. Ora il divario tra le due squadre è di 18 punti, un margine non impossibile da recuperare se la monoposto confermerà la bontà dello sviluppo (portato avanti da inizio anno senza sosta) non solo sui tracciati a basso carico aerodinamico. La soddisfazione che si è toccata con mano nel dopogara di ieri nel box della Renault, è anche legata all’aver confermato una buona performance su un tracciato che esalta le doti di motore.

 

“Il risultato odierno non è solo il migliore conseguito complessivamente dal team dal suo ritorno in Formula 1 – ha sottolineato Cyril Abiteboul - ma anche un’ulteriore conferma dei chiari progressi della squadra, in particolare a livello di quella power unit che è stata tanto apertamente criticata in passato”.

Il messaggio è indirizzato alla Red Bull, che ieri nel finale ha provato a strappare la quinta posizione a Hulkenberg. “Ho fatto una bella partenza con due sorpassi e sono riuscito a mantenere una buona quinta posizione in pista – ha spiegato Nico - bisognava però mantenerla, ovvero non commettere errori e restare calmo. Verso la fine sono stato messo sotto pressione (da Albon) ma sono riuscito a respingere l’assalto”.

Come nel caso della Ferrari, anche la RS19 ha avuto nella velocità di punta l’arma in più nel weekend monzese. La squadra si attendeva dei buoni riscontri già alla vigilia del fine settimana, ma il bilancio finale è andato oltre le aspettative.

Leggi anche:

“Ciò dimostra che il pacchetto è stato competitivo nel suo complesso – ha proseguito Abiteboul – compresi i nostri piloti che hanno dimostrato ciò di cui sono capaci di fare con un’auto competitiva. Sono stati notevoli per tutta la gara, anche in situazioni insidiose. Questo è un buon risultato per il team, perché sappiamo che dovremo ancora affrontare circuiti in cui saremo meno competitivi, ma per ora ci godiamo volentieri questo momento”.

Al termine della gara è stato Ricciardo uno dei sorrisi più marcati nel paddock: “Ce lo meritavamo e da parte mia posso dire di aver eguagliato il miglior risultato della mia carriera a Monza ed è fantastico averlo fatto con Renault. Ho capito subito che avremmo potuto avere una bella occasione di portare a casa tanti punti, e così è stato".

"La strategia ha funzionato, e sono davvero contento per il team e per me stesso. Conseguire il miglior risultato della scuderia in termini di punti dal suo ritorno in Formula 1 in un circuito in cui la power unit è cruciale, fa onore a Renault e agli sforzi compiuti. Questo risultato lo aspettavamo da tanto tempo, per cui sono proprio felice!”.

Scorrimento
Lista

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19
1/23

Foto di: Alessio Morgese / Luca Rossini

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team
2/23

Foto di: Alessio Morgese / Luca Rossini

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
3/23

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38
4/23

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
5/23

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, Robert Kubica, Williams FW42 e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, Robert Kubica, Williams FW42 e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38
6/23

Foto di: Joe Portlock / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
7/23

Foto di: Paolo Belletti

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team
8/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
9/23

Foto di: Paolo Belletti

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
10/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
11/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
12/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19
13/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
14/23

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team e Kevin Magnussen, Haas F1

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team e Kevin Magnussen, Haas F1
15/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
16/23

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19
17/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
18/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19
19/23

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 and Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C38, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 and Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10
20/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19, precede Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34
21/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19
22/23

Foto di: Alessio Morgese / Luca Rossini

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19

Nico Hulkenberg, Renault F1 Team R.S. 19
23/23

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Camilleri: "Il diritto di veto? Noi siamo la Ferrari!"

Articolo precedente

Camilleri: "Il diritto di veto? Noi siamo la Ferrari!"

Prossimo Articolo

Haas rompe l’accordo con il main sponsor Rich Energy

Haas rompe l’accordo con il main sponsor Rich Energy
Carica commenti