Montoya: "Verstappen non ha nemmeno provato a fare Curva 4"

L'ex pilota di Williams e McLaren, intervenuto a "This Week with Will Buxton" ha indicato nell'olandese l'unico responsabile per l'episodio di Curva 4 e si è chiesto perché i commissari non l'abbiano penalizzato.

Montoya: "Verstappen non ha nemmeno provato a fare Curva 4"

L’episodio che ha caratterizzato lo scorso Gran Premio del Brasile continua a fare discutere. Il contatto sfiorato tra Max Verstappen e Lewis Hamilton avvenuto in approccio di Curva 4 al 48° giro sta dividendo le opinioni di appassionati ed addetti ai lavori ed ha innalzato ulteriormente la tensione tra Red Bull e Mercedes per la sfida iridata.

Il collegio dei commissari presenti a San Paolo domenica scorsa ha ritenuto non necessario aprire una investigazione sull’accaduto non avendo a disposizione sul momento le immagini del camera car frontale posto sulla Red Bull dell’olandese.

Nella giornata di martedì, però, la Formula 1 ha condiviso sui propri profili social le immagini mancati scatenando la reazione della Mercedes che, poco dopo, ha chiesto ed ottenuto di poter esercitare il diritto di revisione per quanto accaduto.

Leggi anche:

La decisione su questa vicenda sarà presa oggi, quando sia i rappresentanti del team campione del mondo che quelli della Red Bull saranno convocati in video conferenza. Nell’attesa di conoscere l’esito un parere autorevole su quanto accaduto è stato espresso da Juan Pablo Montoya.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

L’ex pilota di Williams e McLaren, intervenuto nella trasmissione “This Week with Will Buxton” ha parlato dell’episodio che ha visto protagonisti Verstappen ed Hamilton ed ha indicato nell’olandese l’unico responsabile meritevole di una penalità.

“La mia opinione? Credo che Max abbia pensato che se si fossero scontrati avrebbe guadagnato dei punti. Finché Lewis non finirà davanti a lui, Max si troverà in una situazione favorevole per il campionato. Non c’era modo che potesse affrontare quella curva considerando quanto tardi ha frenato. Non credo proprio che avesse molta intenzione di fare quella curva…”.

“Non ho nulla contro Max. Mi piace molto come pilota e la Red Bull ha fatto un lavoro davvero incredibile per portarsi allo stesso livello della Mercedes. Tuttavia penso che siano rimasti sorpresi da quanto fosse competitiva la W12”.

Montoya ha poi espresso perplessità sulla mancata penalità inflitta all’olandese citando anche altri episodi già avvenuti nel corso di questa stagione e valutati diversamente dal collegio dei commissari.

“Beh, basta ricordare cosa accaduto in Austria. Quando c’erano piloti in lotta affiancati, ed a quello all’esterno non è stato dato abbastanza spazio, il pilota all’interno della curva è stato penalizzato. Qui abbiamo un pilota che ha portato Lewis completamente fuori dal tracciato. Come si può giustificare?”.

“Non sto dicendo che Max non si sarebbe dovuto difendere, ha fatto bene a farlo, ma era nella posizione di poter ritardare così tanto la frenata? Credo che si aspettasse che Lewis sarebbe finito in testacoda dato che si trovava all’esterno. Lewis aveva davvero molto da perdere ed è stato intelligente a non provare a fare la curva ed andare largo. Max stava cercando di fare una manovra simile a quella di Silverstone”.

“Ok, Curva 4 in Brasile è più lenta rispetto alla Copse, ma più o meno la situazione è la stessa. Ha mancato l’apice. Guardate quante critiche ha ricevuto Hamilton a Silverstone per l’incidente con Max perché ha completamente mancato l’apice della curva. Max in Brasile non ha nemmeno provato a farla la curva”.

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Montoya ha poi concluso il proprio intervento lanciando una provocazione nei confronti dei commissari…

“Bisogna porsi una domanda: le regole sono valide per tutti o Max è trattato in modo differente? Mettiamo caso che la stessa manovra fosse stata fatta da Mazepin. Sarebbe stato penalizzato? Verstappen ha completamente mancato la curva e questo è il nocciolo della questione”.

condivisioni
commenti
A Losail la F1 girerà in 1'21", mezzo minuto meno delle MotoGP
Articolo precedente

A Losail la F1 girerà in 1'21", mezzo minuto meno delle MotoGP

Prossimo Articolo

F1 | Ricciardo: "Max? È maturato, ma è sempre aggressivo"

F1 | Ricciardo: "Max? È maturato, ma è sempre aggressivo"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021