Kvyat: "Poche aspettative per i prossimi aggiornamenti della power unit"

Il russo ha lodato il telaio della RB12 ed i progressi fatti dal team, ma ritiene che la prossima evoluzione della power unit Tag-Heuer non farà fare il salto di qualità desiderato alla scuderia.

Il terzo giorno di test a Barcellona ha visto Daniil Kvyat e la Red Bull percorrere 74 tornate con il miglior crono di 1'26''497 ottenuto con gomme medie.

Il russo, nonostante qualche problema accusato sulla sua vettura, si è mostrato ottimista, anche se ritiene che il numero di chilometri da percorrere debba necessariamente essere incrementato per poter sviluppare adeguatamente la monoposto: "E' stata una giornata positiva e stiamo andando nella giusta direzione. Dobbiamo cercare di accumulare un maggior numero di chilometri per sviluppare la vettura, e sono certo che domani sarà una giornata migliore. La base di partenza sembra essere molto buona". 

La RB12 ha accusato qualche inconveniente nella giornata odierna, ma Kvyat ritiene la vettura una ottima evoluzione della monoposto 2015: "Si abbiamo avuto dei problemi, ma sono cose che capitano nel corso dei test. Di sicuro l'obiettivo per la giornata di domani è quello di coprire un maggior numero di chilometri in modo da poter sviluppare la vettura. Ad ogni modo posso dire che abbiamo fatto un deciso passo avanti per quel che riguarda il il telaio e posso ritenermi abbastanza soddisfatto". 

Kvat ha poi espresso il suo parere sulla introduzione del nuovo format di qualifiche, ritenendo la novità interessante sia per i piloti che per il pubblico: "Quando ho letto la notizia sono rimasto sorpreso, ma non credo che il nuovo format di qualifiche sia un vero e proprio stravolgimento. Sarà certamente interessante e spero che possa funzionare bene. Credo che assisteremo a delle qualifiche più combattute perché sarà necessario realizzare il giro perfetto nel momento perfetto. Ritengo che questa novità possa migliorare lo spettacolo. Il mio format ideale di qualifiche era quello esistente tra il 2004 ed il 2005 con il giro singolo, andavi in pista e dovevi dare il 100%. Certamente per ogni format ci sono aspetti positivi e negativi, dobbiamo aspettare e vedere se questa nuova modalità possa funzionare. Credo che il format precedente fosse buono, ma ritengo che questo nuovo possa essere migliore".

Daniil ha poi espresso le prime perplessità circa i vociferati aggiornamenti alla power unit che dovrebbero arrivare per la prossima sessione di test:  "Penso che quasi tutti i team porteranno degli aggiornamenti alle power unit prima di andare a Melbourne, spero che anche noi potremo disporre di un propulsore competitivo ma non voglio avere aspettative a riguardo, dobbiamo avere pazienza. Abbiamo già visto dei miglioramenti, ma non mi aspetto molto dai prossimi aggiornamenti".

Kvyat, infine, vede anche in questa stagione una Mercedes ancora in vantaggio sulla concorrenza con la Ferrari a stretto contatto: "Con il regolamento degli ultimi anni credo che la situazione non possa stravolgersi e ci troveremo ad assistere ad una lotta tra Mercedes e Ferrari con la scuderia tedesca ancora in vantaggio. Noi speriamo di avvicinarci a loro, per me sarebbe importante vedere un progresso simile".

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Barcellona, test di febbraio
Sub-evento Mercoledì
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Daniil Kvyat
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista