Kovalainen: "Sono migliorato in McLaren, ma ho perso fiducia"

In una lunga intervista sul sito della squadra di Woking, il finlandese racconta come nel 2009 ha iniziato a sentirsi il numero due di Hamilton, non riuscendo più a guidare come sapeva. La McLaren però resta l'apice della sua carriera.

Kovalainen: "Sono migliorato in McLaren, ma ho perso fiducia"
Heikki Kovalainen
Heikki Kovalainen, McLaren Mercedes
Lewis Hamilton, McLaren Mercedes e Heikki Kovalainen, McLaren Mercedes
Heikki Kovalainen, McLaren Mercedes
Heikki Kovalainen, McLaren Mercedes
Heikki Kovalainen, McLaren Mercedes
Heikki Kovalainen, McLaren Mercedes e Jenson Button, Brawn GP

Heikki Kovalainen è uscito dalla Formula 1 in punta di piedi, alla fine del 2013, ritornando al volante solo lo scorso anno in Giappone, dove è tuttora impegnato nella serie Super GT500. Il trentaquatrenne pilota finlandese ha rilasciato una lunga intervista al sito della McLaren ripercorrendo i due anni trascorsi nel team britannico, nel 2008 e 2009.

Un percorso che lo ha portato a vincere il suo unico Gran Premio (Ungheria 2008), ma che ha anche minato la fiducia in se stesso quando alla fine del 2009 gli fu comunicato che la squadra aveva deciso di sostituirlo con il neo-campione del Mondo Jenson Button.

"La McLaren mi ha insegnato molto, e ho imparato molto anche da Lewis", ha ricordato Kovalainen, compagno di squadra di Hamilton nel suo biennio nel team britannico. "Sono diventato un pilota migliore – ha chiarito - ma penso di aver perso un po’ di fiducia nel corso della seconda metà del 2009. Ho avuto una grande opportunità, che ho iniziato bene nel corso della prima stagione. Ma nel 2009 le cose si sono complicate, e non ero in grado di tirare fuori dalla macchina quello che riusciva a fare Lewis. Non ero mentalmente abbastanza forte, poi Lewis in qualche occasione ha avuto delle componenti nuove sulla monoposto, ed ho iniziato a sentirmi il numero due. Il risultato è stato che non guidavo più come sapevo fare".

"Il team nel 2009 è stato chiaro con me e l’allora team principal della McLaren, Martin Whitmarsh, mi ha sempre tenuto aggiornato. Ero stato informato che la squadra era alla ricerca di un nome nuovo, e in ballo c’erano Kimi Raikkonen e Jenson Button. Ma non era chiaro se fossero o meno disponibili, e sono rimasto nella lista qualora le trattative non fossero giunte a buon fine. Poi ho ricevuto una chiamata da Whitmarsh negli Stati Uniti, ricordo che era il giorno del Ringraziamento, e sono stato informato che avevano firmato Jenson".

"A quel punto ho sentito il bisogno di tornare al punto di partenza, e ricominciare con un team più piccolo, la Caterham, ma la McLaren resta sempre un bel ricordo. E’ stata la squadra migliore con la quale abbia mai lavorato, davvero un grande team, e quando vedo le difficoltà che hanno oggi, mi dispiace per loro. Ma spero e credo che torneranno a riprendersi il ruolo che gli compete".

condivisioni
commenti
Wolff: "Abolire i track limits per rendere le gare più emozionanti"

Articolo precedente

Wolff: "Abolire i track limits per rendere le gare più emozionanti"

Prossimo Articolo

Force India: la McLaren può disturbare la lotta per il quarto posto

Force India: la McLaren può disturbare la lotta per il quarto posto
Carica commenti
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti" Prime

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti"

Seconda intervista esclusiva in compagnia di Gilles Simon. In questa lunga chiaccerata in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, l'ingegnere francese ci parla dei suoi trascorsi in Honda accompagnando il costruttore nipponico nei suoi primi anni in Formula 1 nell'era ibrida, per poi andare in FIA in qualità di advisor

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario Prime

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario

Cos'hanno in comune la corsa più antica della storia automobilistica e la Scuderia più leggendaria di sempre? Un filo conduttore glorioso fatto di 17 vittorie. Andiamo a scoprire insieme alcune delle imprese memorabili compiute dalla Scuderia Ferrari al Gran Premio di Francia.

Formula 1
13 giu 2021
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Formula 1
12 giu 2021
Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021