GP d'Italia: adesso è scontro frontale fra Monza e Imola

Mentre Angelo Sticchi Damiani annuncia a Torino che la Regione Lombardia ha stanziato 5 milioni di euro per quattro anni a favore del GP d'Italia a Monza, Uberto Selvatico Estense va al TAR per l'esclusione di Imola. E' guerra aperta...

Non finirà bene. Affatto. Ormai siamo allo scontro frontale fra Monza e Imola per il GP d’Italia.

Mentre Angelo Sticchi Damiani, presidente di ACI Italia, intervistato da Sky a margine del Fia Sport Conference in corso al Lingotto ha aperto spiragli importanti che dovrebbero portare alla firma del rinnovo del contratto con Monza, Uberto Selvatico Estense ha avuto il mandato dal Cda di Formula Imola, la società che gestisce l’Enzo e Dino Ferrari, di impugnare il provvedimento che porta la dote di 12 milioni di euro solo a Monza, senza prendere in considerazione Imola che ha già firmato una bozza di contratto che gli è stata spedita da Bernie Ecclestone.

“Io penso che siamo veramente all’ultimo miglio – ha detto Angelo Sticchi Damiani a Torino -, siamo vicinissimi all’accordo. La notizia che ieri il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato l’assestamento di bilancio con cui sarà possibile un contributo di 5 milioni di euro l’anno per quattro anni, devo dire sblocca notevolmente la situazione”.

Lo stanziamento è condizionato all'ingresso di un rappresentante della Regione Lombardia nel CDA della Sias con una quota di minoranza. Si parla di una richiesta del 25% e di una possibile offerta del 3%.

Il presidente dell’Aci dà anche un’indicazione sui tempi del rinnovo dell’accordo quadriennale a 25 milioni di euro all’anno…
"Com’è noto, il contratto è molto oneroso, è un contratto che dovrà sottoscrivere l’Aci perché non è alla portata né di Sias, né di Ac Milano e quindi è un’assunzione di responsabilità enorme che va mitigata e va sostenuta attraverso il contributo di Regione Lombardia e anche di uno sponsor importante con cui si sta definendo un accordo".

In realtà la FOM avrebbe già sottoscritto un accodo con l’Heineken, il colosso olandese che produce birra e che sarà title sponsor della Formula 1 fino al 2020 con un investimento di 550 milioni di euro, per sponsorizzare il GP d’Italia, visto che i proventi andrebbero non all’organizzatore dell’evento, ma al promotore.

Imola non accetta più un ruolo subordinato a Monza e passa all’attacco. Uberto Selvatico Estense è stato in Azerbaijan in occasione del GP d’Europa a Baku dove ha incontrato Bernie Ecclestone. Si delinea, quindi, uno scontro frontale i cui esiti sono tutt’altro che scontati specie se si finirà in tribunale.

Non dimentichiamoci, infatti, che Mister E ha interesse a tenere l’Italia nel calendario 2017, ma è meglio non tirare troppo la corda perché c’è il rischio che si spezzi. La lista delle candidature per entrare nel Circus è lunga e le alternative davvero non mancano.

Chi ha i soldi li metta sul tavolo e, una volta tanto, si proceda alla conta. Tutto il resto, infatti, sono solo chiacchiere...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Italia
Circuito Monza
Articolo di tipo Ultime notizie