In qualifica vietato rallentare per cercare la scia come a Monza

Michael Masi, direttore di gara della F1, ha inviato una direttiva alle squadre nella quale si sottolinea che non saranno tollerati rallentamenti eccessivi nel tratto finale della pista, ovvero dall’uscita della curva 16 fino all’arrivo. in rispetto dell'articolo 27.4 del regolamento sportivo.

In qualifica vietato rallentare per cercare la scia come a Monza

Con una comunicazione consegnata ieri alle squadre, la FIA si è mossa in anticipo mettendo dei paletti ben previsi in merito al comportamento che i piloti dovranno tenere in pista questo weekend a Baku.

La direttiva del direttore di gara Michael Masi, sottolinea che non saranno tollerati rallentamenti eccessivi nel tratto finale della pista, ovvero dall’uscita della curva 16 fino all’arrivo.

Negli ultimi anni su alcune piste come Sochi e Monza, si è assistito nelle sessioni di qualifica ad un eccessivo rallentamento da parte di alcuni piloti al fine di riuscire a prendere la scia di un’altra monoposto, assicurandosi un vantaggio non indifferente in termini di velocità.

In particolare nelle qualifiche del 2019 a Monza si creò una situazione comica con un serpentone di monoposto che procedeva a rilento dopo la variante Ascari aspettando il primo pilota che si lanciasse all’ingresso della Parabolica per accodarsi.

Una circostanza potenzialmente pericolosa, a causa della notevole differenza di velocità tra le monoposto che sopraggiungevano lanciate nel loro giro veloce e chi procedeva lentamente.

Il circuito di Baku, con un rettilineo lungo ben 2,2 km, si presta a questo tipo di situazioni, e Masi ha deciso di intervenire informando le squadre con un documento ufficiale nel quale di fa riferimento all’articolo 27.4 del regolamento sportivo che ribadisce come in un nessun momento una monoposto può procedere lentamente, o in modo da poter essere ritenuto potenzialmente pericoloso.

Il tempo minimo di percorrenza di un giro, che viene solitamente calcolato dopo la sessione FP2, sarà fatto rispettare con molta attenzione, ma il controllo andrà oltre.

Masi ha fatto riferimento soprattutto al tratto finale della pista, specificando che “... un pilota che intenda creare un gap davanti a sé per ottenere un giro pulito non dovrà tentare di farlo tra l'ingresso alla curva 17 fino all’uscita della curva 20. Se un pilota non rispetterà queste indicazioni ciò sarà segnalato agli steward in violazione dell'articolo 27.4 del regolamento sportivo".

condivisioni
commenti
La FIA controlla la flessione delle ali a Baku con i mirini
Articolo precedente

La FIA controlla la flessione delle ali a Baku con i mirini

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio dell'Azerbaijan: Libere 1

LIVE Formula 1, Gran Premio dell'Azerbaijan: Libere 1
Carica commenti
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione"

In questa nuova puntata podcast di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Beatrice Frangione commentano i fatti salienti e determinanti del GP del Qatar. Una lotta continua, che ha visto prevalere Lewis Hamilton, conquistatore della 102esima vittoria in carriera. Ecco svelato il segreto della sua vittoria...

Formula 1
22 nov 2021