Alonso parla per la prima volta dopo l’incidente

Fernando Alonso non sarà alla presentazione del team Alpine F1 questo martedì, ma ha voluto inviare un messaggio a tutti i suoi seguaci.

Alonso parla per la prima volta dopo l’incidente

Fernando Alonso ha avuto un incidente lo scorso 11 febbraio mentre si allenava in bicicletta a Lugano, in Svizzera, località dove risiede. Dopo essere stato trasportato in ospedale con l’ambulanza, senza aver mai perso conoscenza, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per fissare la frattura della mascella, per cui è rimasto ricoverato per 48 ore.

Il due volte campione del mondo di Formula 1 è uscito dall’ospedale di Berna sulle sue gambe e ha ripreso gli allenamenti qualche giorno dopo, come dimostrano i vari post pubblicati sui suoi profili social. Tuttavia, l’attuale situazione sanitaria nel Regno Unito e le restrizioni sui viaggi hanno fatto sì che lo spagnolo decidesse di non recarsi a Enstone, sede del team Alpine, per la presentazione di martedì 2 marzo. Dunque, non ha dovuto perdere i 10 giorni di quarantena in Gran Bretagna ed i 10 del rientro in Svizzera, che avrebbero compromesso il suo piano di recupero.

 

Per la prima volta dall’incidente, Alonso ha parlato pubblicamente in un video postato dal team Alpine quest’oggi sui canali social: “Ciao a tutti. Come già sapete, non potrò essere alla presentazione del team questo martedì nel Regno Unito. Le attuali restrizioni dei viaggi tra Svizzera e Gran Bretagna rendono la possibilità di viaggiare molto complicata. Ma, ad ogni modo, sarò presente, non importa che non ci sia fisicamente. Non vedo l’ora di mostrarvi la monoposto, i nuovi colori e provare la nuova tuta. Sono molto emozionato, ci vediamo presto”.

Nel 2021 infatti Alonso rientra in Formula 1 dopo due stagioni fuori, in cui ha corso nella Indy 500, nella 24 Ore di le Mans, nel WEC e nella Dakar. Lo spagnolo affronterà la sua 18esima stagione nel Circus, con il desiderio di poter creare un team vincente quando il regolamento cambierà drasticamente nel 2022. L’asturiano ha già provato la Renault del 2018 lo scorso anno, effettuando test in diversi circuiti e recuperando il feeling si andare a più di 300 km/h e molto vicino al suolo.  

condivisioni
commenti
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo
Articolo precedente

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

Prossimo Articolo

Pirelli: ecco il calendario dei test delle gomme da 18"

Pirelli: ecco il calendario dei test delle gomme da 18"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021