Alonso: "Ai fan potrebbe piacere una Virtual Indy 500 in futuro"

condivisioni
commenti
Alonso: "Ai fan potrebbe piacere una Virtual Indy 500 in futuro"
Di:
Tradotto da: Redazione Motorsport.com

Fernando Alonso ha detto che la 500 Miglia di Indianapolis sarebbe uno di quegli eventi che può trarre beneficio da una edizione virtuale, come lo è stata la 24h di Le Mans Virtual.

In attesa di prendere parte alla Indy 500, lo spagnolo ha parlato ai media della crescita degli esports in tutte le serie, specialmente per le gare più importanti.

A giugno Alonso ha corso la 24h di Le Mans Virtual (nata dalla collaborazione tra ACO, FIA WEC e Motorsport Games), con 50 iscrizioni e piloti ad alternarsi su 170 simulatori. L'evento si tenne nel weekend in cui sarebbe dovuta andare in scena la vera 24h di Le Mans, posticipata causa COVID-19.

“Penso che in questi due mesi, per via della pandemia di Coronavirus, gli esports abbiano fatto un grande salto - ha dichiarato Alonso - Personalmente sono stato molto attivo, come alla Le Mans Virtual, è stato il più grande evento del genere".

“Mi sono impegnato moltissimo per preparare la gara assieme al team di Rubens Barrichello e altri amici, come gli addetti di Motorsport Games, che hanno affrontato una grandissima sfida a livello tecnico. Alla fine abbiamo avuto oltre 14 milioni di visualizzazioni, che per un esports è un numero fantastico".

“La Indy 500 potrebbe fare una cosa del genere, i fan amano questo tipo di spettacolo e le cose, fra compagni di squadra e team, creano una atmosfera molto diversa nel mondo virtuale che penso possa piacere molto".

“Parlando quindi della IndyCar, perché non avere in futuro una Virtual Indy 500 con Motorsport Games che possa portare altri 14 o 20 milioni di visualizzazioni? Sarebbe qualcosa di unico".

Alonso è un grande fan degli esports perché racchiudono molte cose dello sport portando le stelle dei motori molto più vicine ai fan che non possono recarsi agli eventi.

“Penso che piacerebbe non solo ai piloti, ma anche a fan, promoter, sponsor e altre serie, che per crescere avrebbero bisogno di 3, 4 o 10 anni, mentre così lo farebbero in 2-3 mesi. E' un tipo di spettacolo che apre gli occhi a tanta gente con possibilità illimitate grazie ai videogiochi".

“Sono molto felice che tanta gente abbia scoperto questo mondo, specialmente con le gare storiche. La 24h di Le Mans Virtual ha avuto 200 piloti da tutto il mondo e ha aperto le porte a tanti".

Video correlati

In arrivo un nuovo videogame sul BTCC firmato Motorsport Games

Articolo precedente

In arrivo un nuovo videogame sul BTCC firmato Motorsport Games

Prossimo Articolo

DiRT Rally 2.0 World Series: ecco la “Season Two”

DiRT Rally 2.0 World Series: ecco la “Season Two”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie IndyCar , eSports
Piloti Fernando Alonso
Autore Charles Bradley