Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Gara
ERC Azores Rallye

Łukasz Habaj centra la prima vittoria nell'ERC alle Azzorre, amarissimo K.O. per Lukyanuk

Il polacco festeggia dopo una gara consistente e il ritiro del russo, che aveva condotto fin dall'inizio. Moura è secondo, Ingram completa il podio e festeggia in ERC1 Junior davanti all'ottimo Tsouloftas e Correia. Bella rimonta di Magalhães con la Hyundai, Alonso e Llarena trionfano in ERC2 ed ERC3 Junior.

Lukasz Habaj, Daniel Dimurskiy, Sports Racing Technologies, Skoda Fabia R5

Łukasz Habaj ha conquistato il primo successo in carriera nel FIA European Rally Championship vincendo l'Azores Rallye in modo rocambolesco.

Partiamo col dire che il polacco e il suo co-pilota Daniel Dymurski si sono meritati questa gioia per non aver mai mollato e corso con grande costanza in una gara resa durissima oggi dalle condizioni meteo avverse che hanno colto in fallo parecchi loro avversari. L'equipaggio della Sports Racing Technologies ha preso il comando delle operazioni con la ŠKODA Fabia R5 proprio nella penultima PS, quando il leader incontrastato Alexey Lukyanuk ha mestamente forato scivolando terzo.

Le cose sono andate ancor peggio nella PS15 "Tronqueira 2" per il pilota della Saintéloc Racing, finito fuori strada con la sua nuova Citroën C3 R5 per un guasto al tubo dei freni (figlio dell'aver proseguito sul cerchione nella PS14), rovinando quella che - fino a quel momento - era stata una gara pressoché perfetta.

 

Al traguardo Habaj termina con soli 8"4 di vantaggio sulla ŠKODA Fabia R5 di un Ricardo Moura molto consistente, che nelle due PS conclusive ha tentato un ultimo disperato assalto alla vetta dopo aver perso la posizione a vantaggio del rivale questa mattina.

Una gara non priva di sbavature sorride nel finale a Chris Ingram e Ross Whittock, terzi generali con la ŠKODA Fabia R5 della Toksport WRT e vincitori in Classe ERC1 Junior nonostante l'inglese abbia mostrato di dover crescere e sbagliare meno se vuole raggiungere traguardi più importanti a livello assoluto.

Bruno Magalhães si conferma invece pilota da "Seconda Tappa", dato che nelle giornate di giovedì e venerdì aveva sofferto tantissimo. Già nelle passate stagioni il portoghese, oggi portacolori del Team Hyundai Portugal, ci aveva abituati a rimonte nel corso dell'ultima giornata di gara e in questo sabato ha portato la Hyundai i20 R5 fino al quarto posto, battendo il suo rivale diretto nella serie portoghese, Ricardo Teodósio, autore di tre vittorie in PS (ultima compresa) con la ŠKODA Fabia R5 e quinto assoluto.

Gara in chiaroscuro per Marijan Griebel, che quando ha avuto modo di esprimersi al meglio è stato competitivo al volante della nuova Volkswagen Polo GTI R5; il fatto è che il tedesco in più di una occasione si è ritrovato con la macchina della Baumschlager Rallye & Racing ad accusare problemini (cosa successa anche al suo compagno Norbert Herczig, fuori ieri), per non parlare delle forature, dunque il sesto posto finale è da accogliere positivamente con la curiosità di rivederlo al più presto nel confronto coi migliori.

Applausi veri se li merita Alexandros Tsouloftas, mai stato alle Azzorre in queste condizioni e costretto a fare da apripista venerdì con la sua ŠKODA Fabia R5 (che su terra è la peggiore delle incombenze). Il cipriota ha rimontato fino alla settima piazza assoluta, andando a completare la doppietta di marca Toksport WRT in Classe ERC1 Junior con prestazioni di spessore che lo candidano ad essere uno dei protagonisti della stagione.

Buon ottavo posto per Bernardo Sousa con la Citroën C3 R5 della Raly/Autoaçoreana Racing nonostante una marea di problemi e sfortune che hanno negato al portoghese un piazzamento migliore. Completano la Top10 le ŠKODA Fabia R5 di Vojtěch Štajf (ACCR Czech Rally Team/Racing21) e Paulo Nobre (Motorsport Italia) davanti alla Ford Fiesta R5 di Miguel Correia (ARC Sport), che sale sul terzo gradino del podio in Classe ERC1 Junior.

In Classe ERC2 arriva la prima vittoria per Juan Carlos Alonso e Juan Pablo Monasterolo con la loro Mitsubishi Lancer Evo X: la coppia argentina ieri mattina era incappata in un incubo, poi le cose hanno girato a loro favore quando Sergei Remennik (RPM) è stato rallentato da una marea di guai; il russo è comunque secondo.

 

In Classe ERC3 Junior arriva un meritato successo per Efrén Llarena: il pilota del Rally Team Spain ha sfruttato al meglio le sue qualità allungando in classifica nella giornata odierna, dopo che nel corso della prima tappa si era scambiato più volte la posizione con i rivali. Lo spagnolo, affiancato da Sara Fernandez, piazza la propria Peugeot 208 R2 davanti a quella di un bravo Sindre Furuseth (Saintéloc Junior Team) per 58"8, mentre il podio viene completato dalla Opel Adam R2 di Elias Lundberg (ADAC Opel Rallye Junior Team). Citazione d'obbligo per Pedro Antunes (FPAK Portugal Team ERC), che stamattina ha perso la possibilità di lottare per il vertice a causa di un errore, per poi rimontare furiosamente al pomeriggio dovendo però accontentarsi del quarto posto per 20"5.

 

ERC - Azores Rallye: PS15

Łukasz Habaj, Daniel Dymurski, Skoda Fabia R5, Rallye Azores, FIA ERC
Alexey Lukyanuk, Alexey Arnautov, Sainteloc Racing, Citroen C3 R5
Aloísio Monteiro, Sancho Eiró, FPAK Portugal Team, Škoda Fabia R5
Roman Schwedt, Lina Meter, Peugeot 208 R2, Team ROMO
Dominik Brož, Petr Těšínský, Peugeot 208 R2
Luis Rego, Jorge Henriques, SKODA Fabia R5
Simon Wagner, Gerald Winter, Stengg Motorsport, Opel Adam R2
Miguel Barbosa, Jorge Carvalho, BP Ultimate Vodafone Skoda Team, Sports&You, Škoda Fabia R5
Juan Carlos Alonso, Juan Pablo Monasterolo, Mitsubishi Lancer Evo X
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Pierre-Louis Loubet, Vincent Landais, ŠKODA Fabia R5, Team OSCARO/2C Compétition
Łukasz Habaj, Daniel Dymurski, Skoda Fabia R5, Rallye Azores, FIA ERC
Ricardo Teodosio, Teixeira Jose, Skoda Fabia R5, Rallye Azores, FIA ERC
Sergei Remennik, Martina Danilova, Mitsubishi Lancer Evo X, RPM
Yohan Rossel, Peugeot Rally Academy, Peugeot 208 R2
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Alexey Lukyanuk, Alexey Arnautov, Citroen C3 R5, Sainteloc Racing, Rallye Azores, FIA ERC
Norbert Herczig, MOL Racing Team, Volkswagen Polo GTI R5
Vojtěch Štajf, Veronika Havelková, ACCR Czech Rally Team, Škoda Fabia R5
Catie Munnings, Peugeot Rally Academy, Peugeot 208 R2
Efren Llarena, Sara Fernandez, Peugeot 208 R2, Rally Team Spain
Catie Munnings, Peugeot Rally Academy, Peugeot 208 R2
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Ricardo Teodosio, Jose Teixeira, Skoda Fabia R5
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Marijan Griebel, Stefan Kopczyk, BRR, Volkswagen Polo GTI R5
Łukasz Habaj/Daniel Dymurski Skoda Fabia R5 Rallye Azores
Azores Rallye 2019
Vojtěch Štajf, Veronika Havelková, ACCR Czech Rally Team, Škoda Fabia R5
Alexandros Tsouloftas, Antonis Chrysostomou, Toksport WRT, Škoda Fabia R5
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Norbert Herczig, Mol Racing Team, Volkswagen Polo GTI R5
Azores Rallye 2019
Azores Rallye 2019
Dmitriy Myachin, Alexander Gorlanov, TBracing, Peugeot 208 R2
Azores Rallye 2019
49

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Azzorre, PS14: clamorosa foratura per Lukyanuk, il nuovo leader è Habaj
Prossimo Articolo Video: a Lukyanuk saltano i freni, il russo capotta alle Azzorre!

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia