Orange1 all'assalto del CIR con il duo Campedelli-Fappani

Il collaudato equipaggio formato dal pilota cesenate e dal navigatore bresciano affronterà il Campionato Italiano Rally con una Peugeot 208 T16 R5 curata dal team della holding industriale veneta e dalla Munaretto Sport.

Da sempre, non da oggi. Marchio attivo nelle corse su strada da tempo pressoché immemorabile, Orange1 Racing ufficializza nuovamente il proprio, inossidabile impegno nel Campionato Italiano Rally. Lo fa rendendo nota la partecipazione a diverse gare della serie tricolore con un “vecchio amico” del brand, il pilota Simone Campedelli, affiancato come sempre sul sedile di destra dallo storico navigatore Danilo Fappani.

L’accattivante livrea arancione della Orange1 Racing colorerà infatti una “freschissima” Peugeot 208 T16 R5 dell’equipaggio cesenate-bresciano che sarà allestita per gli sterrati e gli asfalti del CIR dalla Munaretto Sport di Schio, preparatore vicentino come il main sponsor e patrocinatore dell’iniziativa agonistica.

Driver e co-driver, classe 1986 e 1969 rispettivamente, vantano numerosi successi rallistici e formano una delle coppie più affiatate dell’automobilismo contemporaneo: il 2007 è stato l’anno della loro consacrazione a campioni del Trofeo Rally Terra, con tre vittorie e due secondi posti in sei appuntamenti, il 2009 quello del titolo italiano Under 25 e Produzione, due stagioni dopo quello del Tricolore Rally Junior e 2 Ruote Motrici, quest’ultimo bissato nel 2012, ma non va dimenticato il primato nella gara “Night Sprint” del “Memorial Bettega” al Motor Show di Bologna e il premio quale pilota emergente attribuitogli dal blasonato settimanale “Autosprint” nell’ambito della festa dei “Caschi d’Oro”.

Orange1, gruppo italiano leader in Europa nel settore dei motori elettrici asincroni monofase e trifase, ha invece la propria sede operativa a Bassano del Grappa. Il marchio, che trae origine dall'azienda fondata da Leone Donazzan nel 1971 con il nome di Eme S.p.A., proficuamente guidata oggi dal figlio Armando, è infatti capace di un fatturato annuo di 140 milioni di euro in virtù di circa 900 dipendenti distribuiti in otto stabilimenti produttivi in Italia e all'estero.

Il sodalizio tutto veneto, che sulle prove speciali del Campionato Italiano Rally sarà individuabile dalla caratteristica livrea arancione della Orange1 Racing, renderà noti a stretto giro di posta i dettagli degli ulteriori contesti agonistici e le altre partnership tecniche di cui si avvarrà nel corso di una stagione già carica di grandi aspettative.

Il motto del gruppo Orange1 e della famiglia Donazzan, “We are passion", con una chiara allusione all'appassionante mission di vincere ogni sfida che l'avvenire prospetta e che quest’anno contemplerà un impegno su pista nell’International GT Open e nel Lamborghini Blancpain Super Trofeo impiegando tre Huracán made-in-Sant’Agata Bolognese, troverà pertanto ulteriore lustro accanto alla Munaretto Sport, a Simone Campedelli e Danilo Fappani sugli asfalti e i terreni di tutto il mondo...

Simone Campedelli, pilota: “Ringrazio la Orange1, ma anche Michelin, Munaretto Sport e HRX, che sono i partner che hanno reso possibile l’inizio di questa nuova avventura nel Campionato Italiano Rally. Ci ripresentiamo nel Tricolore in maniera molto professionale, anche in virtù della passione che la holding fondata da Armando Donazzan mette nelle corse quando decide di impegnarsi alla propria maniera: rinnoviamo così un rapporto con loro che va avanti da tanti anni. Siamo privati sì, ma non sfiguriamo affatto nel confronto con i team ufficiali. Si parte dal Rally di Sanremo, che è una delle corse più affascinanti e selettive del calendario. Non a caso, ha fatto anche parte della serie iridata e quest’anno rinnova la chicca di alcune prove speciali in notturna. Sarà una gara dove io dovrò riprendere confidenza con la Peugeot 208, che da mesi non guido in seguito al mio recente infortunio al polso. Sarà una competizione dove sarà importante andare veloci, ma nel contempo racimolare un’esperienza utile da sfruttare e spendere opportunamente nel prosieguo della stagione”.

Armando Donazzan, presidente Orange1 Holding: “Il motivo per il quale ci siamo avvicinati a Simone Campedelli è il fatto che incarna l’identikit del giovane più promettente e veloce del panorama rallistico italiano, peraltro affiancato da un navigatore della statura e del know-how di Danilo Fappani. Rispecchia anche i valori di Orange1, che sono la passione e la correttezza sportiva. È una sfida molto ambiziosa e ardita quella in cui ci siamo imbarcati, perché di fronte a noi abbiamo il più volte campione assoluto Paolo Andreucci. Proprio per questo motivo, in noi si è rafforzato il desiderio di vincere e si è elevata l’emozione di fare le cose per bene. Ringrazio Simone e Danilo e tutti gli altri partner tecnici, che hanno deciso di condividere con noi questa avventura. We are passion!”. 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Lancio Campedelli-Fappani con Orange1 Racing nei Rally
Sub-evento Presentazione
Piloti Danilo Fappani , Simone Campedelli
Team Orange1 Racing
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag rally