Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
FP1 in
23 Ore
:
18 Minuti
:
03 Secondi
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
6 giorni
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
6 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Nasser Al-Attiyah vince in Marocco ed è Campione 2017

condivisioni
commenti
Nasser Al-Attiyah vince in Marocco ed è Campione 2017
Di:
Tradotto da: Francesco Corghi
11 ott 2017, 10:21

Il pilota del Qatar si è imposto con la sua Toyota precedendo la Peugeot di Loeb e la MINI di Przygonski, mentre Quintanilla si aggiudica il titolo fra le moto, dove vince l'evento Walkner.

Winners #300 Toyota Hilux: Nasser Al-Attiyah, Matthieu Baumel
Carlos Sainz, Lucas Cruz, Sébastien Loeb, Daniel Elena, Peugeot Sport, with Bruno Famin
Bike winner #6 Red Bull KTM Factory Racing KTM: Matthias Walkner
Second place Sébastien Loeb, Peugeot Sport
#312 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Sébastien Loeb, Daniel Elena
Bike winner #6 Red Bull KTM Factory Racing KTM: Matthias Walkner
#312 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Sébastien Loeb, Daniel Elena
#310 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Carlos Sainz, Lucas Cruz
The KTM team
#310 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Carlos Sainz, Lucas Cruz
#8 Red Bull KTM Factory Racing KTM: Antoine Meo
#312 Peugeot Sport Peugeot 3008 DKR: Sébastien Loeb, Daniel Elena
#1 Husqvarna Factory Racing: Pablo Quintanilla

Nasser Al-Attiyah ha vinto il prestigioso Rally del Marocco per la quarta volta in carriera aggiudicandosi la terza corona iridata in FIA Cross-Country con la 7a vittoria su 10 round del 2017.

Il pilota della Toyota e il suo navigatore Matthieu Baumel hanno preceduto per 7'55" Sebastien Loeb e Daniel Elena, con la coppia Peugeot che ha dato del filo da torcere ai vincitori.

Il nativo del Qatar si è preso la Super Speciale di 12km per 31" approfittando anche della penalità di 1' in cui è incappato il francese per aver superato di 2km/h i limite consentito nel prologo.

Loeb si è poi rifatto imponendosi lungo i 272,8km della tappa piazzandosi al comando, ma all'Al-Attiyah gli ha risposto nelle tre PS successive (accorciate per via della pioggia) e balzando così al comando con 6'42" di margine.

Nell'ultimo giorno di gara ha poi allungato a 7'55" su Loeb, che alla fine risulta il migliore concorrente Peugeot dato che il suo compagno di squadra Carlos Sainz ha chiuso 10° in seguito ad una serie di problemi. Prima lo spagnolo ha ricevuto 50h di penalità per non aver avviato le comunicazioni con Peugeot con gli organizzatori. Sanzione poi ritirata che ha consentito allo spagnolo di issarsi al terzo posto, sfumato a causa di un guaio meccanico a rallentarlo.

Il podio viene così completato dalla MINI X-Raid di Kuba Przygonski, seguito da quella del rientrante Nani Roma e da Vladimir Vasilyev.

Sesto Aron Domzala con circa 6' di ritardo dal leader, mentre Mikko Hirvonen chiude settimo davanti alla coppia X-Raid formata da Bryce Menzies ed Orlando Terranova.

Walkner vince fra le moto

La KTM di Matthias Walkner si è imposta nella categoria moto, mentre il titolo è andato per il secondo anno consecutivo a Pablo Quintanilla.

La lotta era cominciata con Quintanilla in bagarre con le Honda di Kevin Benavides e Paulo Goncalves, e le KTM di Sam Sunderland e Matthias Walkner.

Questi ultimi due erano partiti meglio di tutti siglando il medesimo crono nel prologo, ma Quintanilla ha vinto la prima speciale balzando al comando.

Il cileno ha perso terreno nella seconda incappando nei rigagnoli d'acqua e restando bloccato in un fiume, così come Sunderland, che però non ha potuto continuare per un infortunio alle costole e per aver danneggiato il serbatoio della sua moto.

La Yamaha condotta da Adrien van Beveren ha quindi vinto la PS, mentre Walkner si è preso il comando davanti alle Honda di Goncalves e Benavides.

La terza Honda di Ricky Brabec ha invece battuto Walkner per 10" nel percorso successivo, con Quintanilla che però si è ripreso la leadership. Gli organizzatori hanno poi deciso di revocare le compensazioni il giorno seguente, per cui Van Beveren è tornato davanti a Walkner con 7' di margine.

L'austriaco ha esteso a 13'42" il vantaggio nel giorno conclusivo, mentre Walkner doveva sperare che Quintanilla non arrivasse in Top7, mantenendo lui quella piazza.

Il pilota della Husqvarna si è tenuto dietro Benavides e Brabec. La Honda di Goncalves ha alzato bandiera bianca.

Nel prologo la KTM di Antoine Meo era risultata la più rapida, poi si è vista penalizzata di 6' crollando al 62° posto, dal quale ha rimontato fino al 4° tenendosi dietro Juan Pedrero e Adrien Metge (Sherco).

Prossimo Articolo
Dakar Series China Rally: il sogno Dakar si avvicina per il vincitore Ma Hailong

Articolo precedente

Dakar Series China Rally: il sogno Dakar si avvicina per il vincitore Ma Hailong

Prossimo Articolo

A Montecarlo tutto pronto per la partenza dell'Africa Eco Race

A Montecarlo tutto pronto per la partenza dell'Africa Eco Race
Carica commenti