Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

IGTC | Valentino Rossi si diverte a Bathurst: "Tecnica e difficile"

Valentino Rossi non ha nascosto la sua emozione dopo aver guidato per la prima volta sul celebre circuito di Bathurst durante le prime prove della 12 Ore.

#46 Team WRT, BMW M4 GT3: Valentino Rossi, Maxime Martin, Augusto Farfus

Foto di: Bathurst 12H

La leggenda della MotoGP sta facendo il suo debutto a Mount Panorama questo fine settimana, essendo parte della formazione del Team BMW WRT per la 12 Ore di Bathurst.

Oggi ha effettuato i suoi primi giri sulla pista, dopo aver ottenuto una deroga per prendere parte alle due sessioni riservate ai piloti Bronze, nonostante sia tecnicamente un pilota di categoria Silver.

Il "Dottore" ha chiuso la sessione con un buon 2'05"448, firmato proprio sotto alla bandiera a scacchi. Dopo aver assaggiato per la prima volta Mount Panorama, Rossi non ha nascosto la sua emozione nel passare dal simulatore al circuito vero e proprio.

"Già prima di sapere che avrei corso qui, abbiamo sempre giocato al simulatore con Mount Panorama", ha detto Rossi. "Essere qui dopo 20 anni di gare al simulatore è un'emozione, quando vedi la pista per la prima volta".

"E' uno dei tracciati mitici, quindi dalla Playstation ad iRacing ora, faccio davvero tanti giri. La pista è davvero impressionante, è qualcosa di diverso. Mi sento bene con la macchina, ho un buon feeling, un buon grip, quindi posso spingere. E' molto difficile, molto tecnico, ma anche molto divertente".

#46 Team WRT, BMW M4 GT3: Valentino Rossi, Augusto Farfus

#46 Team WRT, BMW M4 GT3: Valentino Rossi, Augusto Farfus

Photo by: Bathurst 12H

"Si tratta di due tracciati diversi: una parte è una pista normale, poi la montagna è diversa. Ogni giro si cerca di aumentare la velocità, ma i muri sono lì, quindi mi tengo sempre a cinque centimetri. Bisogna avere un po' di margine perché se si commette un errore, è un grosso problema".

"Jerry (Burgess) e Gary (Coleman), i miei ragazzi del team di MotoGP, hanno corso qui negli anni settanta ed ottanta. Con la moto, hai bisogno di più spazio, di più vie di fuga. Se si commette un errore, è un problema enorme".

"Per me è meglio con le auto. Penso che questo tracciato non sia molto diverso da Phillip Island, dove c'è molto spazio di fuga e non ci sono muri, ma il disegno è simile".

"Qui c'è molta adrenalina quando si guida, ma anche perché bisogna fare tutto bene, senza commettere errori. Con la moto sei all'esterno e quindi senti di più la velocità. Da alcuni punti di vista sono cose diverse, ma alla fine sono anche simili".

La BMW #46 del Team WRT ha chiuso con il 12° tempo nella sessione conclusiva di prove libere del venerdì, con Augusto Farfus al volante. Il turno è stato interrotto a causa di uno spaventoso incidente di Keith Kassulke alla The Chase, dal quale fortunatamente è uscito senza conseguenze gravi.

#46 Team WRT, BMW M4 GT3: Valentino Rossi, Maxime Martin, Augusto Farfus

#46 Team WRT, BMW M4 GT3: Valentino Rossi, Maxime Martin, Augusto Farfus

Photo by: Bathurst 12H

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente IGTC | A Bathurst è Valentino contro Rossi... per beneficenza
Prossimo Articolo IGTC | 12h Bathurst: terribile incidente nelle prove per Kassulke

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia