Grande tripletta LADA sotto l'acqua, pole position a Catsburg!

Nicky Catsburg, Gabriele Tarquini e Hugo Valente hanno piazzato le LADA davanti a tutti nelle qualifiche a Mosca. Grande Thompson quarto, Michelisz è quinto con la Honda, male le Citroën.

Fantastica tripletta LADA nelle qualifiche del WTCC andate in scena al Moscow Raceway.

Sotto una pioggia torrenziale le Vesta TC1 hanno dominato la scena, con Nicky Catsburg a conquistare una bellissima pole position per la Main Race, grazie ad un tempo monstre realizzato in Q3 che gli ha consentito di precedere i compagni di squadra Gabriele Tarquini e Hugo Valente. Per l'olandese si tratta della prima partenza al palo nella serie, così come per il team russo, che così può festeggiare l'incredibile risultato proprio davanti ai suoi tifosi.

Il meteo ha rimescolato parecchio le carte, con un bravissimo James Thompson che si ritrova al quarto posto e autore di una prova da applausi con la Chevrolet RML Cruze TC1 preparata dalla Münnich Motorsport. Il britannico è il più rapido del WTCC Trophy e si prende il lusso di precedere anche la Honda Civic WTCC ufficiale di Norbert Michelisz.

Clamorosa eliminazione in Q2 per tutte le Citroën C-Elysée WTCC: il Campione José María López ottiene solo la sesta piazza, mentre il suo compagno di squadra Yvan Muller è ottavo. Fra loro si piazza la Chevrolet di Tom Coronel (ROAL Motorsport).

Grazie al nono posto, Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing) partirà in prima fila nella griglia invertita della Opening Race, dove in pole position avremo Tiago Monteiro (Honda Civic WTCC).

Beffato per soli 0"079 Rob Huff, che scatterà undicesimo con la sua Honda, affiancato dalla Citroën di Tom Chilton (Sébastien Loeb Racing).

Fuori in Q1 entrambe le Volvo S60 TC1 della Polestar Cyan Racing, con Fredrik Ekblom tredicesimo e Thed Björk quindicesimo. Fra loro si piazza Grégorie Demoustier (Sébastien Loeb Racing), mentre la classifica viene completata dalla Chevrolet di John Filippi (Campos Racing) e dalla Honda di Ferenc Ficza (Zengő Motorsport).

IL FILM DELLE QUALIFICHE

Q1
L'acquazzone che si abbatte sul Moscow Raceway a mezz'ora dall'inizio delle qualifiche rischia di far slittare tutto, ma le vetture entrano i pista all'orario previsto per affrontare i primi 20'. L'acqua in pista sembra davvero tantissima e tutti i piloti sono prudenti: il primo crono di riferimento è il 2'02"270 realizzato da López, seguito da Catsburg, Bennani, Muller, Monteiro, Demoustier, Tarquini, Chilton, Valente, Huff, Michelisz e Thompson. "Pechito" si migliora nel secondo passaggio abbassando il limite a 2'01"306. Anche Coronel riesce a fare meglio del precedente passaggio (nel quale l'olandese era andato largo alla curva 1) ed è secondo. Errore alla curva 3 anche per Monteiro, mentre Huff ottiene il quinto tempo. Ottimo tempo per Catsburg, ora secondo, con Chilton che si toglie dalla "zona calda" risalendo al settimo posto. Michelisz scivola al decimo posto perché nello stesso passaggio finisce largo due volte. Catsburg sembra trovarsi molto bene in queste condizioni e balza al comando in 2'00"512 quando mancano 8' al termine. L'olandese migliora ancora al giro successivo abbattendo il muro dei 2' (1'59"549) Bel giro anche per Thompson, il quale ottiene la nona piazza, mettendo a rischio Valente e Michelisz. Fuori dalla Q2 ci sarebbero Tarquini, Filippi, Ekblom, Ficza e Björk, ma il "Cinghiale" risale fino al terzo posto, seguito a ruota da Huff ed eliminando virtualmente Michelisz. Un po' di spettacolo lo regalano anche Coronel ed Huff con due bei controsterzi alle curve 1 e 4. Mentre Muller conquista la quarta posizione, si sviluppa una lotta sul filo dei centesimi fra Valente e Demoustier per l'undicesima piazza. Il pilota della LADA e Michelisz riescono a tornare in Top10 a 90" dalla bandiera a scacchi, Bennani si ritrova dodicesimo, ma si salva per 0"2. Niente da fare per Ekblom, Demoustier, Björk, Filippi e Ficza.

Accedono alla Q2: Catsburg (1'59"073), Tarquini, Coronel, Michelisz, Valente, Monteiro, Thompson, López, Muller, Chilton, Huff e Bennani.

Q2
La pioggia continua a scendere copiosa a Mosca e i 10' della seconda manche sono tutti da vivere col fiato sospeso. Al comando si piazza subito Catsburg in 1'57"924, seguito dal compagno di squadra Tarquini e dalle Citroën di Muller e López. In Top5 c'è anche Valente, che però viene superato al secondo tentativo da Michelisz e Bennani. Monteiro, Coronel, Huff, Chilton e Thompson completano la classifica, ma quest'ultimo balza al quarto posto con un ottimo tempo. Errore per López, larghissimo alla curva 4, Valente si prende il terzo posto e Muller il quinto. Migliorano anche Bennani e Monteiro, che però sono sesto e settimo, con Huff che è undicesimo davanti a Chilton. López agguanta la quinta posizione a 2' dal termine superando Muller. L'ultimo giro è da batticuore, Huff migliora ma si ritrova ugualmente undicesimo, Michelisz balza al quarto posto, López e Muller vengono beffati e concludono sesto ed ottavo, divisi da Coronel.

A giocarsi la pole position vanno le tre LADA di Catsburg, Tarquini e Valente, la Honda di Michelisz e un sorprendente Thompson.

Q3
Il primo a scendere in pista è Thompson e il britannico ferma il cronometro sul 2'01"141 con un giro senza sbavature. Dopo a "Jimmy" tocca a Michelisz, che però non è irresistibile e accusa un ritardo di 0"216 al termine del proprio tentativo. Valente si prende un paio di rischi e la scelta paga perché il francese balza al comando in 2'00"201. E' il turno di Tarquini e il "Cinghiale" mostra subito la propria grinta ottenendo il record nel primo settore; l'abruzzese è perfetto anche in quelli successivi e scende sotto il muro dei 2' con un bell'1'59"160. L'ultima parola spetta a Catsburg, il quale è un fulmine e conquista meritatamente la sua prima pole position nella serie con il tempo monstre di 1'57"722.

Nicky Catsburg (pole position per la Main Race): "E' assolutamente fantastico. Nelle libere 2 pioveva ed ero stato il più lento delle LADA, ho sofferto parecchio e speravo fosse asciutto. Parlando con Tarquini ho seguito i suoi consigli, facendo alcune modifiche al set-up che poi hanno funzionato. Non so come ho fatto ad essere così veloce, ma questa è la dimostrazione che il team sta migliorando molto gara dopo gara. Sono felicissimo per questa tripletta, anche perché corriamo in Russia davanti ai nostri fan".

Tiago Monteiro (pole position per la Opening Race): "La pole della griglia invertita è positiva, ma non era il nostro obiettivo iniziale. Volevamo lottare per la Top5, ma abbiamo sofferto troppo senza riuscire a migliorare il nostro tempo. Dobbiamo capire perché".

WTCC Russia - Qualifiche

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Moscow Raceway
Sub-evento Sabato
Circuito Moscow Raceway
Articolo di tipo Qualifiche