SBK, Jerez, Gara 1: Redding trionfa e comanda la classifica

Scott Redding vince la sua prima gara in Superbike davanti a Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu e va al comando della classifica. Ottimo quarto Chaz Davies in rimonta. Grande giornata per Ducati, che porta quattro moto in top 10, con Rinaldi sesto e Melandri stoico in ottava posizione.

SBK, Jerez, Gara 1: Redding trionfa e comanda la classifica

Il grande caldo di Jerez ha messo alla prova i piloti della Superbike, che nonostante tutto hanno regalato un grande spettacolo in Gara 1. La prima manche della ripartenza del mondiale vede il primo trionfo di Scott Redding. Il pilota Ducati sale sul gradino più alto del podio per la prima volta in carriera nelle derivate di serie e balza al comando della classifica generale. Grande trionfo anche per Ducati, che in Gara 1 porta al traguardo ben quattro moto nelle prime dieci posizioni.

Redding scattava dalla Superpole ma non è riuscito a capitalizzare il vantaggio a causa di una partenza non particolarmente efficace, di cui invece ha approfittato Jonathan Rea. Il campione del mondo in carica ha dettato il passo da subito, resistendo agli attacchi degli inseguitori, sempre molto vicini e pronti a mettere pressione. Nelle fasi iniziali di gara, il pilota Kawasaki ha dovuto guardarsi le spalle da un arrembante Toprak Razgatlioglu, molto efficace nei primi giri e terzo al traguardo.

Il turco della Yamaha ha conquistato il podio resistendo fino alla fine ad un Chaz Davies in grande forma. Il gallese, partito dalla terza fila, si è reso autore di una grande rimonta ed all’ultimo giro ha provato l’attacco per balzare in terza posizione. Un lungo però ha fatto sfumare il sogno del podio a Davies, che ha tagliato il traguardo al quarto posto. Ottimo quinto Loris Baz, che ha tenuto il passo dei primi per tutta la gara, dovendosi però piegare allo strapotere delle due Ducati, di Rea e del suo compagno di marca. Il francese del team Ten Kate è comunque il miglior indipendente al traguardo.

Grande giornata per la Ducati, che vede anche i piloti dei team privati disputare una splendida gara: Michael Ruben Rinaldi è riuscito a capitalizzare il lavoro delle libere e della qualifica, passando sotto la bandiera a scacchi in sesta posizione. Ma ciò che maggiormente salta all’occhio è l’ottavo posto di Marco Melandri. Il ravennate, rientrato nel mondiale dopo il ritiro a fine 2019, è salito sulla Panigale V4R del team Barni e ha conquistato una top 10 che suona quasi come una vittoria.

Tra i due piloti Ducati si inserisce Alvaro Bautista, in forma nelle libere, ma più anonimo in gara. Per lo spagnolo della Honda arriva un settimo posto, mentre Leon Haslam chiude la top 10. Il britannico è preceduto da Alex Lowes, solamente nono. Il pilota Kawasaki arrivava a Jerez da leader del mondiale, ma la Gara 1 incolore gli ha fatto perdere il comando a favore di Redding.

Gara da dimenticare per BMW, che vede Eugene Laverty solamente 15esimo e deve fronteggiare problemi tecnici con Tom Sykes. Il britannico, partito dalla prima fila, è stato costretto a rientrare ai box nelle fasi iniziali della sua 300esima gara per un rallentamento sulla moto. A 9 giri dal termine è tornato in pista ma ha tagliato il traguardo per ultimo. Chi invece non ha visto la bandiera a scacchi è stato Michael van der Mark, ritiratosi all’ottavo giro per un problema sulla sua Yamaha quando recuperava terreno sui piloti di testa. Da segnalare anche la caduta di Federico Caricasulo, fortunatamente senza conseguenze.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 20 33'58.961       25
2   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 20 34'00.108 1.147 1.147   20
3   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 20 34'01.213 2.252 1.105   16
4   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 20 34'01.660 2.699 0.447   13
5   76 France Loris Baz Yamaha 20 34'02.262 3.301 0.602   11
6   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 20 34'05.328 6.367 3.066   10
7   19 Spain Alvaro Bautista Honda 20 34'09.189 10.228 3.861   9
8   33 Italy Marco Melandri Ducati 20 34'17.674 18.713 8.485   8
9   22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 20 34'19.382 20.421 1.708   7
10   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 20 34'23.322 24.361 3.940   6
11   31 United States Garrett Gerloff Yamaha 20 34'25.571 26.610 2.249   5
12   23 France Christophe Ponsson Aprilia 20 34'33.612 34.651 8.041   4
13   12 Spain Javier Fores Kawasaki 20 34'33.670 34.709 0.058   3
14   11 Germany Sandro Cortese Kawasaki 20 34'37.099 38.138 3.429   2
15   50 Ireland Eugene Laverty BMW 20 34'37.326 38.365 0.227   1
16   20 France Sylvain Barrier Ducati 20 34'48.562 49.601 11.236    
17   63 Italy Lorenzo Gabellini Honda 20 34'51.318 52.357 2.756    
18   13 Japan Takumi Takahashi Honda 20 34'52.763 53.802 1.445    
  nc 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 14 6 Laps        
  dnf 77 Chile Maximilian Scheib Kawasaki 13 7 Laps     Ritirato  
  dnf 36 Argentina Leandro Mercado Ducati 11 9 Laps     Mechanical  
  dnf 60 Netherlands Michael van der Mark Yamaha 8 12 Laps     Mechanical  
  dnf 64 Italy Federico Caricasulo Yamaha 3 17 Laps     Ritirato
condivisioni
commenti
SBK, Jerez: prima stratosferica Superpole per Redding

Articolo precedente

SBK, Jerez: prima stratosferica Superpole per Redding

Prossimo Articolo

Redding vincitore polemico: “Correre con questo caldo è ridicolo”

Redding vincitore polemico: “Correre con questo caldo è ridicolo”
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021