Rea, Portimao è il suo feudo e occasione per tornare leader

Jonathan Rea arriva a Portimao con l'obiettivo di tornare in testa al mondiale. La pista portoghese infatti è congeniale alle caratteristiche sue e della Kawasaki, quindi

Rea, Portimao è il suo feudo e occasione per tornare leader

La fine di questa stagione avvincente si avvicina, questo fine settimana la Superbike torna in pista per l’ultimo round europeo e ultimo della tripletta. Teatro dell’undicesimo appuntamento del 2021 è Portimao, la “montagna russa” feudo di Jonathan Rea. Qui il pilota Kawasaki è uno dei piloti più vincenti, con 12 vittorie e otto podi, e punta a migliorare ancora per poter ridurre il gap in classifica.

Il campione del mondo in carica arriva in Portogallo da inseguitore, con 20 punti di distacco dal leader della classifica Toprak Razgatlioglu, dominatore indiscusso del round di Jerez. In Algarve però Rea vuole ristabilire le gerarchie ed è deciso a tornare in vetta o, almeno, ad avvicinarsi al rivale prima di volare oltreoceano per gli ultimi due round della stagione.

“Mi aspetto molto di più da Portimao – afferma Rea alla vigilia del round portoghese – Penso che ci siano alcuni fattori che giochino a nostro favore lì. È una pista dove sono stato molto forte e ci aspettiamo di capitalizzare. Ci aspettiamo un buon weekend. C’è pressione, ma è una cosa buona e mi piace questa sensazione. Mi piace sentirmi con le spalle al muro, è bello. Mi piace stringere i denti, ma ho bisogno di un’arma per lottare. Non si può solo stringere i denti e sperare che le cose succedano. Dobbiamo sistemare alcuni problemi che abbiamo con la gomma morbida quando ci sono le alte temperature. Ma penso che la gomma morbida vada in vacanza ora fino al prossimo anno. Credo che Portimao si adatti un po’ meglio alle nostre caratteristiche rispetto ai round precedenti”.

A Portimao rivedremo in pista anche Alex Lowes, condizionato a Jerez dalla frattura del primo metacarpo destro e costretto a saltare Gara 2. Tuttavia, il percorso di recupero sta procedendo bene e il pilota Kawasaki si sente positivo in vista di questo weekend: “Abbiamo fatto dei buoni test a Portimao, quindi possiamo essere relativamente ottimisti considerando che con un po’ di giorni di fisioterapia e di riposo possiamo essere in una posizione migliore. Ho mostrato la mia velocità a Jerez e la moto lavorava bene, ma è stato un peccato non aver potuto rendere come avremmo voluto. È stato deludente il finale di weekend a Jerez, ma dobbiamo continuare con questa prospettiva e proiettarci verso il Portogallo”.

condivisioni
commenti
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Articolo precedente

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Prossimo Articolo

SBK: Folger lascerà il team Bonovo alla fine di questa stagione

SBK: Folger lascerà il team Bonovo alla fine di questa stagione
Carica commenti
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021