SBK: Folger lascerà il team Bonovo alla fine di questa stagione

Jonas Folger è pronto a separarsi dal team satellite MGM Bonovo alla fine della stagione a causa della grande fatica che il pilota tedesco sta trovando in sella alla BMW.

SBK: Folger lascerà il team Bonovo alla fine di questa stagione

Jonas Folger si è guadagnato un posto da pilota titolare con il team Bonovo dopo tre partecipazioni alle gare come wildcard nel 2020, a seguito della sua stagione dell’IDM Superbike tedesca, in cui ha vinto il titolo. Ma il 28enne ha faticato per interpretare la BMW M1000RR, dopo aver trascorso le ultime stagioni quasi esclusivamente su moto Yamaha in Superbike e in MotoGP, e in tutta la stagione ha accumulato solamente 19 punti, con una sola top 10 ad Aragon.

Dopo le qualifiche del round di Assen lo scorso luglio, in cui aveva conquistato il sesto posto, tutto sembrava pronto per una svolta, ma un incidente in Gara 1 lo ha tagliato fuori dal resto del weekend e ha condizionato la sua stagione. Michael Galinski, capo del team Bonovo, ha dichiarato che per Folger è meglio “fare un passo indietro” e lasciare la squadra, poiché la BMW non si adatta al suo stile di guida come la Yamaha R1.

“Saremo rappresentati in questo paddock il prossimo anno con la BMW, ma non è ancora chiaro con quale pilota – ha detto Galinski a Motorsport.com, testata sorella di Motorsport-Total.com – Se il pilota non ha la fiducia necessaria, allora è meglio fare un passo indietro. Le corse non sono sempre divertenti. Ma si può vedere che Jonas sta soffrendo e che non può guidare la moto come vorrebbe. Lo si vede anche nei primi giri, dove non entra davvero in sintonia e dove non sa esattamente come reagisce la moto. Come Johann Zarco non si è trovato bene con la KTM, Valentino Rossi non si è trovato bene con la Ducati e Jorge Lorenzo non si è trovato bene con la Honda. Non si può forzare”.

Galinski crede che Folger non sia riuscito a superare i limiti della nuova BMW M1000RR che è stata introdotta quest'anno, qualcosa che Michael van der Mark è riuscito a fare dopo il suo passaggio dalla Yamaha al factory team BMW quest'anno: “Il fatto è che la BMW non fornisce un feedback chiaro dalla ruota anteriore come le altre moto. Devi anche guidare sopra le sensazioni a volte. Queste sono state le dichiarazioni emerse in una conversazione con Michael van der Mark. Michael non sente l'anteriore a volte, ma lo fa comunque. Il 95% delle volte va bene. Altrimenti il limite è stato raggiunto. Jonas è probabilmente un po’ più sensibile in questo senso. Tutti nella squadra sanno cosa può fare. Il talento non è scomparso. Ma non può richiamarlo. Di conseguenza, non sta andando bene con una BMW Superbike”.

Le possibilità che Folger continui in Superbike lontano da Bonovo sono basse, Barni e Go Eleven sono le uniche squadre private di primo piano con posti disponibili per il 2022. Ma Galinski sta tenendo la porta aperta per Folger, per farlo restare con Bonovo in un’altra categoria il prossimo anno, assicurandosi che il pilota tedesco possa continuare a correre oltre la fine di questa stagione. Bonovo continua a correre nel campionato IDM in Germania e ha anche fatto un'apparizione come wildcard nel Mondiale Supersport lo scorso fine settimana a Barcellona, schierando una Yamaha R6 per Patrick Hobelsberger.

“Ci sono idee riguardo al futuro di Folger – ha detto Galinski – È troppo presto per parlarne. In ogni caso, non abbandoneremo Jonas completamente. Lui deve prima capire cosa vuole. Quando parlo con lui, percepisco che non ha finito con le gare. Non dice che le corse non fanno più per lui. L'importante è che ritrovi la fiducia in se stesso e che possa correre di nuovo. Lo aiuteremo ancora una volta. Ma non gli forniremo una Yamaha in Superbike, questo è fuori questione. Ma ci sono altre classi”.

condivisioni
commenti
Rea, Portimao è il suo feudo e occasione per tornare leader
Articolo precedente

Rea, Portimao è il suo feudo e occasione per tornare leader

Prossimo Articolo

Sykes senza alternative in SBK, potrebbe tornare nel BSB nel 2022

Sykes senza alternative in SBK, potrebbe tornare nel BSB nel 2022
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021