Razgatlioglu: “Bello vincere, ma questo weekend non sto bene”

Toprak Razgatlioglu firma la doppietta a Jerez, imponendosi nelle uniche due gare disputate. Il pilota Yamaha incrementa il vantaggio nella classifica mondiale, ma riconosce di non considerarla e di scendere in pista solo per vincere. Il leader iridato inoltre rivela di non essere stato particolarmente bene per tutto il weekend”.

Razgatlioglu: “Bello vincere, ma questo weekend non sto bene”

Nella domenica del tragico round di Jerez, tutta l’attenzione era concentrata sulla scomparsa di Dean Berta Vinales. Tuttavia non si è persa di vista la lotta mondiale, che è andata avanti nella domenica andalusa facendo pendere la bilancia pesantemente su Toprak Razgatlioglu. Con un programma di gare stravolto per la morte del giovane pilota spagnolo, la Superbike è scesa in pista per Gara 1 e Gara 2 solo domenica, come nel vecchio format, ed entrambe le manche portano la firma del pilota Yamaha.

“Questo non è stato un buon weekend – esordisce Razgatlioglu – perché ieri eravamo tutti distrutti. Ma questo è il nostro sport, oggi abbiamo disputato le nostre gare. Io ho vinto due gare, ho fatto il mio meglio. È una cosa buona perché così siamo arrivati a quota dieci vittorie quest’anno. Sono contento, il mio team ha fatto un gran lavoro, perché venerdì non avevo un grande feeling, ma loro venerdì sera hanno lavorato benissimo e il sabato mi sentivo meglio. Anche dopo Gara 1 abbiamo provato a migliorare per Gara 2, ma il caldo dava problemi di grip a tutti quanti. Comunque ho lottato per la vittoria con Scott, che era molto forte negli ultimi giri”.

Il turco lascia la Spagna con un primato consolidato e ora ha 20 punti di vantaggio su Jonathan Rea, diretto rivale in classifica. Toprak si è imposto nelle due gare del weekend con una forza impressionante, piegando il pilota Kawasaki, che nella manche pomeridiana è entrato in crisi. Tuttavia, non è stato tutto così semplice per Razgatlioglu, che ha rivelato di non essere al massimo della forma fisica da qualche giorno: “Questo weekend non sto molto bene. Ieri non stavo malissimo, ma oggi andava male. Comunque ho provato a dare tutto quello che avevo. Questo weekend è finito e penso di stare molto meglio il prossimo, sarò più forte. Portimao non sarà una pista facile, con tanti saliscendi, curve veloci...ma siamo pronti a lottare!”.

Portimao inoltre è feudo di Jonathan Rea, in Portogallo ha trionfato in più di un’occasione e Razgatlioglu non lo tira fuori dalla lotta, anzi. Il leader del mondiale è consapevole del fatto che le difficoltà di questo fine settimana non spaventeranno il pilota Kawasaki: “Rea aveva dei problemi oggi, non so quali...faceva caldo per tutti e magari aveva problemi di grip. Comunque si va a Portimao, dove lui è veloce. Rea è ancora forte e ci proverà in Portogallo, lo so”.

La classifica però parla chiaro e racconta l’andamento di questo mondiale ancora così incerto. Tuttavia, Toprak rivela di non sapere nemmeno quale sia il suo vantaggio sul rivale in classifica. Il pilota Yamaha punta solo a fare il miglior risultato possibile in tutte le gare: “Non sto guardando il campionato, non so nemmeno quanti punti di vantaggio ho. Io provo solo a vincere, non guardo questo aspetto. Ho parlato con Kenan (Sofuoglu) e abbiamo lavorato sulla frenata, su come fermare la moto, e penso di aver guidato meglio rispetto a Barcellona. Abbiamo parlato anche alla fine della gara”.  

Inevitabile poi è un accenno alla MotoGP. Razgatlioglu infatti proverà la Yamaha M1, ma in questo momento pensarci non è la sua priorità: “Forse guiderò la MotoGP nei test invernali della Superbike, ma non lo so. Ora però non penso a questa cosa perché mi sto concentrando sul mio lavoro. Quest’anno provo a vincere molto e poi durante l’inverno si vedrà”.

condivisioni
commenti
Redding: “Sorpreso che questa tragedia non sia successa prima”
Articolo precedente

Redding: “Sorpreso che questa tragedia non sia successa prima”

Prossimo Articolo

SBK 2021: ecco gli orari tv di Sky e TV8 del Round di Portimao

SBK 2021: ecco gli orari tv di Sky e TV8 del Round di Portimao
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021