Giugliano: "Ottime prestazioni, ma soffro un po' il caldo"

Il team Aruba.it Racing - Ducati ha concluso i test a Phillip Island con buone prestazioni da parte di Davide Giugliano e Chaz Davies.

Dopo una prima giornata di prove contraddistinta da un cielo plumbeo e piogge sporadiche, il team Aruba.it Racing - Ducati è tornato in pista a Phillip Island in condizioni atmosferiche radicalmente diverse. Un vento caldo ha fatto salire la temperatura dell’aria fino a 38 gradi (41 Cº sull’asfalto), rendendo progressivamente più difficile la ricerca della prestazione pura. Per questo motivo, entrambi i piloti hanno preferito concentrarsi sulla distanza di gara, con un occhio di riguardo soprattutto per l’usura degli pneumatici su un tracciato esigente come quello australiano.

Davide Giugliano (85 giri percorsi in totale) è comunque riuscito a migliorare i propri riferimenti di circa quattro decimi, chiudendo al terzo posto nella classifica combinata, a +0.303 dal leader Tom Sykes. Chaz Davies, leggermente dolorante in seguito alla caduta di ieri, ha preferito adottare un approccio più cauto al mattino e – come la maggioranza dello schieramento – non è poi riuscito ad abbassare i propri tempi sul giro nel caldo pomeridiano, concludendo i due giorni di prove in decima posizione assoluta (+0.581) con 97 giri all’attivo.

Il team Aruba.it Racing - Ducati tornerà in pista venerdì per la prima sessione di prove ufficiali del 2016 (10.15 ora locale, 00.15 ora italiana).

Davide Giugliano: “Il bilancio generale è positivo. Sono molto soddisfatto delle prestazioni ottenute nel mattino, in condizioni climatiche che dovrebbero rispecchiare quelle del week-end di gara. Ci resta solo un piccolo passo avanti da fare in termini di aderenza a centro curva. Peccato per la sessione pomeridiana, avrei voluto fare un long-run ma le condizioni climatiche non me lo hanno permesso. Il caldo estremo non favorisce chi ha una guida scorrevole come la mia, e poi ci sono state talmente tante cadute e bandiere rosse che ho preferito non prendere rischi inutili. Sono comunque riuscito a fare 22 giri con la stessa gomma, tenendo un buon ritmo”.

Chaz Davies: "Nel turno del mattino mi sono concentrato sul ritrovare la fiducia in sella dopo la caduta sul finale del turno di ieri. Ho anche fatto una simulazione di gara, della quale sono abbastanza soddisfatto. Il nostro distacco dai primi è stato ridotto, e penso che avrei potuto chiedere di più sia a me stesso che alla Panigale R. Nel pomeriggio non mi è stato possibile migliorare i tempi, perché le temperature sono aumentate vertiginosamente, ma oggi l’obiettivo principale era quello di verificare il pacchetto senza cadere, quindi attendo fiducioso il week-end di gara”.

Ernesto Marinelli, Direttore del Progetto SBK: "Sono stati 2 giorni di test molto importanti, Phillip Island è una pista molto particolare e trovare un setup che consenta alle gomme di fare la distanza gara in sicurezza è sempre un compito difficile. Chaz e Davide con le loro squadre hanno lavorato molto bene, ci manca ancora qualcosina per il giro secco ma abbiamo trovato una configurazione che ci consente di essere molto costanti sul passo. Direi che abbiamo una buona base di partenza per il primo weekend di gara che si avvicina. Non sarà facile e dovremo adattarci alle condizioni meteo che possono cambiare molto velocemente come abbiamo visto oggi. Siamo comunque fiduciosi di poter fare un buon lavoro e aspettiamo con entusiasmo l’inizio di questa stagione 2016”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Team Ducati Team
Articolo di tipo Test