Che stratega Davies: regala a Ducati la vittoria grazie alla scelta gomme!

condivisioni
commenti
Che stratega Davies: regala a Ducati la vittoria grazie alla scelta gomme!
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
01 ott 2016, 12:02

Chaz Davies sceglie le gomme ideali e vince di strategia in Gara 1 a Magny-Cours. Michael van der Mark rimonta sino al secondo posto, mentre Sykes completa il podio. Rea si accontenta della quarta piazza.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Michael van der Mark, Honda World Superbike Team
Leon Camier, MV Agusta
Lorenzo Savadori, IodaRacing Team
Chaz Davies, Ducati Team
Mathieu Lagrive, Pedercini Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Leon Camier, MV Agusta
Alex De Angelis, IodaRacing Team

Un capolavoro di strategia prima e di guida poi ha regalato a Chaz Davies e alla Ducati una clamorosa vittoria nella prima manche di gara della World Superbike sul tracciato francese di Magny-Cours.

La vittoria è maturata addirittura prima del via. L'asfalto era bagnato dalla pioggia caduta nel corso della mattinata, ma il gallese ha deciso di montare sin dalla partenza gomme intermedie sia all'anteriore che al posteriore. Il meteo era in continua evoluzione, con il sole pronto a fare capolino tra le nubi di Nevers.

La scelta si è rivelata perfetta. Dopo aver sofferto nella prima metà di gara, tutti i piloti davanti a lui sono rientrati per cambiare le gomme, mentre lui è rimasto fuori. Strepitosi poi gli ultimi giri, quando a suon di giri veloci ha recuperato circa 4 secondi al giro su Leon Camier e Lorenzo Savadori, i quali hanno preferito non fermarsi, passandoli poi senza alcuna difficoltà.

Per Chaz una grande soddisfazione. Forse non servirà per rientrare nella corsa per il mondiale, ma è un successo che rende ancora più avvincente questo finale di stagione della World Superbike. Grande secondo posto con tanto di rimonta finale per Michael van der Mark, bravo a fermarsi tra i primi per cambiare le gomme rain e chiudere a podio nella medesima maniera di Davies. L'olandese ha regalato un altro podio alla Honda, mentre Nicky Hayden è stato costretto al ritiro a causa di un guasto tecnico.

Bella lotta tra le Kawasaki ufficiali di Tom Sykes e Jonathan Rea. L'irlandese ha marcato "a uomo" il rivale per il titolo per tutto l'arco della gara. Dopo le prime schermaglie, i due sono rientrati a metà gara per cambiare gomme. Sykes ha montato una slick all'anteriore e un'intermedia al posteriore. Più cauto Rea, che ha preferito due intermedie. Questa scelta ha permesso a Tom di chiudere a podio, ma Jonathan ha perso pochi punti in ottica mondiale chiudendo quarto.

Lorenzo Savadori ha fatto sognare tutti gli italiani sino a 4 giri dal termine. Il pilota del team Iodaracing è rimasto in testa alla corsa con la sua Aprila RSV4 RF fino al definitivo sorpasso di Davies, poi ne ha dovuti incassare altri, ma rimane un quinto posto e una prestazione che ha mostrato tutto il potenziale di un ragazzo cresciuto in maniera esponenziale. Sicuramente un talento cristallino.

Sorprendente il sesto posto del rookie Matthieu Lagrive, pilota del team Pedercini, bravo a gestire al meglio le gomme e la sua Kawasaki Ninja. Delusione invece in casa MV Agusta per il settimo posto finale di Leon Camier. Il britannico è stato in grado di condurre la corsa sino a 6 giri dal termine, per poi cedere il passo ai piloti che rimontavano con gomme intermedie in maniera inesorabile.

Ottavo posto per la seconda Ducati, quella di Xavi Forés affidatagli dal team Barni Racing. Nono posto per la prima Yamaha, la YZF-R1 di Sylvain Guintoli, mentre l'Aprilia di Alex De Angelis ha completato la Top 10.

Cla #PilotaBikeGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   7  Chaz Davies  Ducati 21 38'51.932       25
2   60  Michael van der Mark  Honda 21 39'01.8030 9.871 9.871   20
3   66  Tom Sykes  Kawasaki 21 39'02.1500 10.218 0.347   16
4   1  Jonathan Rea  Kawasaki 21 39'09.9630 18.031 7.813   13
5   32  Lorenzo Savadori  Aprilia 21 39'11.9060 19.974 1.943   11
6   76 Mathieu Lagrive  Kawasaki 21 39'16.5930 24.661 4.687   10
7   2  Leon Camier  MV Agusta 21 39'17.6750 25.743 1.082   9
8   12  Javier Fores  Ducati 21 39'19.3410 27.409 1.666   8
9   50  Sylvain Guintoli  Yamaha 21 39'41.3870 49.455 22.046   7
10   15  Alex de Angelis  Aprilia 21 39'44.5020 52.570 3.115   6
11   22  Alex Lowes  Yamaha 21 39'44.7200 52.788 0.218   5
12   25  Joshua Brookes  BMW 21 39'45.8790 53.947 1.159   4
13   40  Roman Ramos  Kawasaki 21 39'46.8610 54.929 0.982   3
14   81  Jordi Torres  BMW 21 40'14.2120 1'22.280 27.351   2
15   99  Luca Scassa  Ducati 21 40'19.3150 1'27.383 5.103   1
16   17  Karel Abraham  BMW 20 1 lap 1 giro 1 giro    
17   21  Markus Reiterberger  BMW 20 1 lap 1 giro 0.000    
18   11  Saeed Al Sulaiti  Kawasaki 20 1 lap 1 giro 0.000    
19   56  Peter Sebestyen  Yamaha 20 1 lap 1 giro 0.000    
20   94  Matthieu Lussiana  BMW 20 1 lap 1 giro 0.000    
21   4  Gianluca Vizziello  Kawasaki 20 1 lap 1 giro 0.000    
22   57 Alex Plancassagne  Yamaha 19 2 laps 2 giri 1 giro    
  dnf 10  Imre Toth  Yamaha 18 3 laps 3 giri 1 giro Ritirato  
  dnf 69  Nicky Hayden  Honda 9 12 laps 12 giri 9 giri Ritirato  
  dnf 9  Dominic Schmitter  Kawasaki 8 13 laps 13 giri 1 giro Ritirato

Prossimo articolo WSBK
Il team Puccetti e Krummenacher passano in Superbike dal 2017!

Articolo precedente

Il team Puccetti e Krummenacher passano in Superbike dal 2017!

Prossimo Articolo

Ecco la Kawasaki Ninja ZX-10RR, la "verdona" 2017 di Rea e Sykes

Ecco la Kawasaki Ninja ZX-10RR, la "verdona" 2017 di Rea e Sykes
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Magny-Cours
Location Circuit de Nevers Magny-Cours
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Gara