WRC | Sandro Munari ricoverato in ospedale in gravi condizioni

Sandro Munari, uno dei più grandi piloti italiani di rally, è ricoverato da qualche ora in ospedale ed è in gravi condizioni. Lo ha svelato la moglie con un post profondo apparso su Facebook.

WRC | Sandro Munari ricoverato in ospedale in gravi condizioni

Arrivano brutte notizie per il mondo dei rally e, più in generale, per il motorsport intero. Sandro Munari, uno dei più grandi piloti di tutti i tempi di rally, è ricoverato in ospedale da qualche ora e si trova in gravi condizioni.

Il Drago di Cavarzere, così è conosciuto sin da quando correva in auto, è ricoverato da 2 giorni in ospedale e a svelare la notizia è stata la moglie di Sandro, ossia Flavia Pretolani, tramite un lungo post apparso sul gruppo Facebook chiamato "Munari-Mannucci fan club (Gruppo ufficiale).

La signora Flavia, dopo un bell'aneddoto riguardante il marito, ha svelato le sue condizioni con parole semplici, ma molto profonde e sentite: "Vorrei condividere con voi, che volete bene a Sandro, un mio grande peso sul cuore... Sandro è ricoverato da ieri all'ospedale".

"E' piuttosto grave e non posso stare con lui neppure un minuto, e questo mi uccide. Non l'ho mai lasciato solo ormai da almeno due mesi e non posso pensarlo addolorato e confuso, senza nessuno che gli tenga la mano e gli accarezza la fronte. Vi chiedo una preghiera per lui affinché possa tornare almeno un poco ancora a casa da noi...".

Munari, nato a Cavarzere il 27 marzo del 1940, è noto per il suo talento alla guida di vetture rally e per essere stato il primo italiano a vincere la Coppa FIA dedicata ai piloti nel 1977. Il successo lo ottenne al volante di una Lancia Stratos, per un binomio tutto tricolore.

Munari, inoltre, si è distinto per aver vinto anche un campionato europeo rally e 2 campionati italiani rally, oltre a 7 rally con validità Mondiale tra cui per ben tre volte il Rallye Monte-Carlo in altrettante edizioni consecutive (dal 1975 al 1977, sempre al volante di una Lancia Stratos del team Lancia Alitalia).

Nel corso delle ultime ore sono arrivate tanti messaggi di vicinanza nei confronti di Sandro e della famiglia Munari. Tra queste, molto bella quella di Franco Cunico: "Il mio idolo, il mio mito, la mia ispirazione, quello che avrei voluto diventare, il DRAGO".

"Questa mattina un post della carissima moglie Flavia ci rendeva partecipi del suo dolore, del fatto che da ieri Sandro e’ ricoverato in condizioni gravi in ospedale. Mi si è gelato il sangue, il dolore mi ha preso perché l’ammirazione che ho sempre avuto fin da piccolo per Munari è incommensurabile.
Sono senza parole mi rimane solo pregare per lui con tutti voi".

La Redazione di Motorsport.com si unisce alla famiglia Munari, con la speranza che Sandro possa presto tornare a casa.

condivisioni
commenti
WRC | Sky ha acquisito i diritti TV della stagione 2022
Articolo precedente

WRC | Sky ha acquisito i diritti TV della stagione 2022

Prossimo Articolo

WRC | Testoni: " Le Rally1? I team avrebbero voluto più tempo..."

WRC | Testoni: " Le Rally1? I team avrebbero voluto più tempo..."
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021