WRC | Testoni: " Le Rally1? I team avrebbero voluto più tempo..."

Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli, pensa che i team volessero più tempo per preparare le vetture Rally1, ma anche che il WRC non risentirà della presenza part-time di Ogier. Ecco perché.

WRC | Testoni: " Le Rally1? I team avrebbero voluto più tempo..."
Carica lettore audio

L'avvio del WRC 2022 sarà un punto interrogativo per tutti. Nuove vetture, nuove tecnologie, nuovi hardware, nuove gomme, ma anche nuove line up piloti e team che, in seno, hanno cambiato non poco anche nei piani alti.

Dopo 5 anni di grandi certezze, dati da vetture che hanno subito conquistato il cuore di tutto per prestazioni e spettacolarità, ora sarà il turno delle Rally1 cercare di far innamorare gli appassionati del Mondiale Rally. Un compito non facile, soprattutto proprio a causa dei tanti punti di domanda con cui il WRC 2022 sarà aperto al Rallye Monte-Carlo.

I team hanno sfruttato metà del 2021 per svolgere i test con i prototipi delle nuove vetture. Addirittura, in alcuni casi, le squadre hanno dovuto fare a meno del pacchetto elettrico fornito da Compact Dynamics a causa di alcuni problemi riscontrati proprio sui dispositivi elettrici che rendono ibrida la propulsione delle nuove vetture.

A fare una panoramica di come i team arrivano all'esordio della nuova stagione è stato il rally activity manager di Pirelli, Terenzio Testoni, il quale ha parlato di questo aspetto a Motorsport.com sottolineando come il poco tempo avuto a disposizione per preparare le vetture con una nuova modalità di propulsione rappresenti un rammarico per i team.

“Tutti hanno iniziato molto tardi i test sulle nuove vetture e tutti dicono che vorrebbero e avrebbero voluto provare di più, soprattutto per la nuova tipologia di propulsione. Il fatto di essere partiti così tardi è un fattore che stanno pagando, perché si tratta di qualcosa di nuovissimo per loro".

"Quando è stato presentato il percorso di Monte-Carlo, non era compreso lo Shakedown, ma quest'anno sarà fatto solo per gli equipaggi che correranno sulle Rally1 proprio per permettere loro di avere più possibilità di provare le macchine, che sono totalmente nuove e hanno bisogno di fare chilometri per essere comprese meglio”.

 

La nuova stagione, poi, si aprirà con un altro grande punto interrogativo. Sébastien Ogier sarà al via del Rallye Monte-Carlo da pilota ufficiale Toyota Gazoo Racing, ma non prenderà parte all'intero Mondiale. Dunque, per la prima volta dopo tanti anni, non sarà tra i pretendenti per il titolo iridato Piloti.

Questo aspetto potrebbe portare il WRC a perdere appeal. Oppure, viceversa, potrebbe aumentarlo proprio per l'assenza del pilota che, nel corso delle ultime 9 stagioni, ha vinto ben 8 titoli Mondiali.

“La mancanza di Ogier a tempo pieno penso proprio che si sentirà, soprattutto per gli appassionati e i suoi tifosi. Però, a mio avviso, le macchine ibride avranno un grande appeal e creerà curiosità in tutti gli appassionati".

"Sarà interessante, perché sino all'anno scorso la sfida per il titolo era Ogier contro un pilota, e magari questo non era sempre lo stesso. Da quest'anno, invece, vedremo 3 piloti contendersi il titolo. Ma penso proprio che la novità dell'ibrido porterà molto interesse nei confronti del WRC”, ha concluso Testoni.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
WRC | Sandro Munari ricoverato in ospedale in gravi condizioni
Articolo precedente

WRC | Sandro Munari ricoverato in ospedale in gravi condizioni

Prossimo Articolo

WRC | M-Sport, la Ford Puma Rally1 è viola e ha i fulmini

WRC | M-Sport, la Ford Puma Rally1 è viola e ha i fulmini
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021