WRC | Matton lascia la direzione del dipartimento Rally FIA

Yves Matton, capo del dipartimento Rally della FIA sotto l'ultima gestione Todt, ha lasciato il suo incarico. Ora la FIA potrebbe prendere strade differenti per il futuro del WRC e non solo. Qual è invece il futuro di Matton?

WRC | Matton lascia la direzione del dipartimento Rally FIA
Carica lettore audio

Da qualche giorno Mohammed Ben Sulayem è stato eletto nuovo presidente della FIA, mettendo così fine ufficiale al lungo regno di Jean Todt al vertice della Federazione Internazionale dell'Automobile.

Leggi anche:

Questo avvicendamento porta una ventata d'aria nuova in seno alla FIA. Non solo dal punto di vista delle idee e della visione del futuro del motorsport, ma anche per ciò che riguarda le figure chiave al comando delle categorie sportive patrocinate proprio dalla Federazione.

La divisione Rally è una di queste. Non a caso nel corso delle ultime ore Yves Matton, responsabile Rally FIA sotto l'ultima gestione Todt, ha lasciato il suo ruolo.

Già diversi mesi prima dell'elezione del nuovo presidente, era chiaro come se Ben Sulayem fosse riuscito a vincere le elezioni, avrebbe di fatto cambiato l'intero organigramma dei vertici della FIA. La prima mossa, ora, è stata fatta.

Matton, che nel corso degli ultimi anni ha voluto fortemente l'introduzione dell'ibrido e l'arrivo conseguente delle Rally1 al posto delle WRC Plus, ha smesso di essere il responsabile della sezione.

A questo punto si aprono due scenari molto interessanti. Quello più importante è legato al nome che sarà designato a prendere il posto di Matton, ossia a capo della sezione Rally della FIA. Robert Reid, vice presidente della FIA ed ex navigatore di Richard Burns (compianto campione del mondo WRC 2001 con la Subaru), aveva già lasciato intendere di voler rivoluzionare la parte legata all'off-road.

Ora la visione di Ben Sulayem e Reid legata a questa categoria sarà fondamentale. L'impressione è che la deriva presa dal WRC con il regolamento 2022 non sia così vicina alle preferenze del nuovo presidente della FIA. Dunque, nei prossimi mesi, sarà fondamentale capire chi prenderà il posto di Matton, così da poter immaginare quale potrà essere la direzione che la FIA prenderà per il WRC e non solo.

Il secondo scenario, invece, è legato al futuro di Yves Matton. Lasciata la FIA, il manager belga potrebbe rimanere nel mondo dei rally con un altro impiego. C'è chi parla di Matton come possibile sostituto di Andrea Adamo alla guida di Hyundai Motorsport. Non giova però ricordare il suo periodo a capo di Citroen Racing, tutt'altro che positivo tanto da portare PSA Motorsport a chiudere il programma WRC per progettare il futuro in altri campionati.

A sfavore del manager ex Citroen va anche aver adottato una politica differente da quella che Ben Sulayem ha in mente per il WRC e per la categoria rally in generale. Partendo da questo presupposto, per Hyundai - o per qualunque altro top team - avvalersi di Matton al vertice potrebbe non essere la scelta giusta. Almeno nel breve termine.

condivisioni
commenti
Podcast WRC | L’epopea delle WRC Plus, le Gruppo B moderne
Articolo precedente

Podcast WRC | L’epopea delle WRC Plus, le Gruppo B moderne

Prossimo Articolo

WRC | Solberg conferma Edmondson come navigatore 2022

WRC | Solberg conferma Edmondson come navigatore 2022
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021