Porsche: la 963 inaugura la nuova era dei privati... ibridi

La LMDh della Casa tedesca è la prima del suo genere ad aver annunciato un interessante parco clienti per WEC ed IMSA, ma dal 2023 le cose non saranno così facili come lo è stato nella gloriosa epoca passata dei prototipi: scopriamo perché e cosa ne pensano i vertici di Weissach.

Porsche: la 963 inaugura la nuova era dei privati... ibridi
Carica lettore audio

Guardandola, la Porsche 963 per FIA World Endurance Championship ed IMSA SportsCar Championship svelata nel weekend a Goodwood già ricorda la 962, seppure non con un retrotreno un po' 'a coda lunga' come quello che presentavano anche altri prototipi Gruppo C degli Anni '80.

Di quell'epoca prestigiosa dell'endurance mondiale, però, la nuova LMDh della Casa di Weissach fa soprattutto tornare in auge i team clienti.

E sarà interessante scoprire quanti dei tanti costruttori coinvolti in questa autentica riscossa della specialità proveranno a percorrere la stessa, impegnativa strada scelta dal marchio tedesco, che ai programmi e alle vetture ufficiali del Porsche Penske Motorsport affiancherà anche la fornitura e il supporto per altre squadre interessate a investire sulla nuova 963.

#9 Joest Racing Porsche 962 C: Hans Stuck, Bob Wollek

#9 Joest Racing Porsche 962 C: Hans Stuck, Bob Wollek

Photo by: Philippe Hubert

Oggi quella dei team detti anche 'privati' è una rivoluzione per i prototipi dei campionati più importanti e nel contempo un 'ritorno al futuro' che fa ulteriormente gongolare gli appassionati, i quali, mai sazi, dopo gli annunci in serie di quasi tutti i grandi Costruttori impegnati nel motorsport si sono goduti la “bi-raffica” degli annunci di JDC-Miller Motorsports e Jota come primi team clienti in pista dal 2023 con la Porsche 963, naturalmente anche sognando di riuscire a stare davanti agli esemplari ufficiali.

Se almeno in qualche occasione accadrà, non sarà certo la prima volta nella storia delle corse. Certamente la presenza dei privati è la ciliegina sulla torta in un contesto con già numerose Case in gioco.

L'endurance non era più abituato a entrambe le circostanze. La piattaforma di regolamentazione che FIA, ACO ed IMSA hanno condiviso ha già iniziato a produrre risultati forse anche oltre le aspettative e se il 2023 sarà probabilmente una stagione comunque 'di assestamento' è nel 2024 che il tutto sarà sottoposto alla verifica definitiva.

Compresa la piena abilità di Porsche o chiunque altro di far fronte in toto a richieste, forniture e assistenza.

#18 Brun Motorsport Porsche 956: Oscar Larrauri, Massimo Sigala, Gabriele Tarquini

#18 Brun Motorsport Porsche 956: Oscar Larrauri, Massimo Sigala, Gabriele Tarquini

Photo by: Jean-Philippe Legrand

Ci sono degli elementi che rendono i team clienti un tema molto più delicato rispetto agli Anni ‘80, soprattutto dal punto di vista tecnologico. Perché oggi la rivoluzione è anche ibrida e questo comporta ulteriore impegno e un più diversificato lavoro sia per la Casa e i suoi fornitori sia per le squadre che saranno supportate.

A Goodwood, Motorsport.com ne ha parlato con Urs Ulrike, la persona che in Porsche dirige il progetto LMDh, e il dirigente svizzero ha centrato immediatamente il punto.

“Questo è un livello piuttosto alto per le corse clienti. I team devono testare, noi dobbiamo e vogliamo assisterli e ciò va organizzato, è un grosso lavoro da entrambe le parti", dice Ulrike.

"6 vetture (le 4 ufficiali divise fra IMSA e WEC, e le due private di JDC-Miller e Jota, ndr) è un gran numero al momento, qualcosa di inusuale a un così alto livello".

"E’ la prima volta che abbiamo un prototipo clienti ibrido e questo è un ulteriore passo in avanti per i team. Ci sono molte norme e regolamenti che devi seguire per gestire un’auto clienti, anche nelle questioni operative, non soltanto in gara".

"Ad esempio per trasportare le vetture via mare, per trasportare ogni componente, per maneggiare le batterie. E’ un grosso sforzo che dovranno fare, qualcosa di nuovo per le squadre e sì, anche per noi".

"Anche se abbiamo il vantaggio di aver gestito le LMP1 ibride e di aver prodotto a quel tempo le nostre stesse batterie, quindi sappiamo che cosa fare, trasferire tutto ciò ai team clienti richiede un lavoro ulteriore”.

Porsche 963

Porsche 963

Photo by: Porsche

Non a caso le cose si muovono presto e dall’altra parte dell’Atlantico arriva la conferma che Porsche Motorsport North America, come raccolto da Sportscar365, sta mettendo a punto una squadra di supporto totalmente nuova che si occupi delle vetture clienti per non dover spostare di continuo le varie componenti lavorative già impegnate nel progetto ufficiale.

condivisioni
commenti
Porsche, primi clienti LMDh: JDC-Miller in IMSA e Jota nel WEC
Articolo precedente

Porsche, primi clienti LMDh: JDC-Miller in IMSA e Jota nel WEC

Prossimo Articolo

Porsche-Penske: lo sviluppo della 963 a Sebring, Monza e Daytona

Porsche-Penske: lo sviluppo della 963 a Sebring, Monza e Daytona