WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
FP1 in
14 Ore
:
11 Minuti
:
45 Secondi
21 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
71 giorni
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
97 giorni
G
Spa-Francorchamps
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
133 giorni

Dalla 6 Ore del Fuji anche Giovinazzi nel WEC

condivisioni
commenti
Dalla 6 Ore del Fuji anche Giovinazzi nel WEC
Di:
19 set 2016, 23:30

Antonio Giovinazzi debutterà nel week end del 16 ottobre al volante della seconda Ligier dell'Extreme Speed Motorsports assieme a Sean Gelael e a Giedo van der Garde nella corsa giapponese e gareggerà fino alla conclusione del campionato.

Antonio Giovinazzi farà il proprio debutto nel WEC a partire dalla prossima corsa del Fuji, in programma il 16 ottobre e disputerà le altre due rimanenti gare della stagione iridata di Shanghai il 6 novembre e in Bahrain il 19 novembre, una settimana prima dell'atto conclusivo della GP2 a Yas Marina. L'italiano farà coppia con Giedo van der Garde e con l'amico nonché collega nel campionato GP2 Sean Gelael. I tre prenderanno il posto sulla seconda Ligier del team Extreme Speed Motorsports di Scott Sharp, Ed Brown e Johannes van Overbeek, andando ad affiancare nell'unico team che dispone di gomme Michelin in LMP2, Pipo Derani, Ryan Dalziel e Chris Cumming.

Giovinazzi e Gelael hanno già disputato in coppia le ultime corse dell'Asian Le Mans Series 2015-16  vincendo con una Oreca le due gare conclusive. Sono stati poi presenti a Silverstone 2016 nel primo appuntamento dell'Elms, concomitante con il WEC, pilotando l'italorussa BR 01assieme al neozelandese Mitch Evans, giungendo al quinto posto. Van der Garde, invece, è attualmente in piena lotta per il titolo dell'Elms, dove gareggia con la Gibson della G Drive assieme a Simon Dolan e Harry Tincknell e sulla stessa vettura ha preso parte alla 6 Ore di Spa-Francorchamps e alla 24 Ore di Le Mans del WEC.

L'arrivo del pilota italiano in LMP2 va a rafforzare ulteriormente uno schieramento di alto livello qualititativo per le individualità che propone. L'impresa del terzetto, però, non sarà semplice. Le Ligier della squadra statunitense, che l'anno prossimo potrebbe decidere di gareggiare nell'Imsa, montano, in controtendenza con gli altri team, le gomme Michelin che ancora non riescono a fornire prestazioni costanti quando c'è caldo e che accusano un certo ritardo nei confronti delle Dunlop. A gestire l'avventura assieme al team statunitense sarà naturalmente la Jagonya Ayam che da sempre segue Gelael e che ha supportato Giovinazzi nelle sue esperienze nella Formula 3 europea.

Prossimo Articolo
Priaulx: "Non è bello correre sapendo che non puoi vincere"

Articolo precedente

Priaulx: "Non è bello correre sapendo che non puoi vincere"

Prossimo Articolo

Audi: sprecata una grande occasione

Audi: sprecata una grande occasione
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WEC
Piloti Giedo van der Garde , Antonio Giovinazzi , Sean Gelael
Autore Guido Schittone