MotoGP, Portimao: prima pole di Oliveira nella gara di casa

condivisioni
commenti
MotoGP, Portimao: prima pole di Oliveira nella gara di casa
Di:

Il portoghese scrive la storia nella sua Portimao, ma Morbidelli si arrende per un soffio, appena 44 millesimi. La Ducati di Miller completa la prima fila, mentre Quartararo è in seconda e Vinales in terza. Solamente 12esimo Dovizioso, mentre Rossi scatterà 17esimo.

L'aria di casa sembra aver decisamente esaltato Miguel Oliveira, che nel weekend che segna il ritorno della MotoGP nel suo Portogallo è andato a prendersi la prima pole in carriera nella classe regina. Ma non solo, perché è anche il primo portoghese nella storia della classe regina che scatterà al palo, oltre ad essere il settimo pilota ad aver firmato una pole in questa stagione.

Il pilota della KTM Tech 3 è stato particolarmente brillante per tutto il weekend, ma quando è stato il momento di fare il time attack decisivo della Q2 ha sfoderato un giro davvero incredibile, con un 1'38"892 che lo ha issato in cima alla lista dei tempi.

Nonostante sia stato costretto a passare dalla Q1, Franco Morbidelli ha ribadito di essere uno dei piloti più in forma della griglia in questo finale di stagione: il portacolori della Yamaha Petronas è arrivato a soli 44 millesimi dalla pole e le cose per lui si mettono bene nella lotta per il secondo posto nel Mondiale, visto che il diretto inseguitore Alex Rins invece è solo decimo con la sua Suzuki.

A completare la prima fila c'è una Ducati e si tratta di quella di Jack Miller. Fino al T3 l'australiano del Pramac Racing sembrava poter avere addirittura in pugno la pole position, ma il T4 rimane ancora un pochino indigesto alla Desmosedici GP e quindi si è fermato a 146 millesimi da Oliveira.

E' stata una buona qualifica anche per la Honda, che è riuscita a piazzare due moto in seconda fila. Cal Crutchlow, anche lui come Morbidelli passato dalla Q1, inizierà l'ultima gara della sua carriera nella classe regina dalla quarta casella, ma la sorpresa di queste qualifiche è senza ombra di dubbio il sesto tempo di Stefan Bradl, che questo weekend sembra aver ritrovato la forma di quando ha vinto il titolo della Moto2.

Tra le due RC213V c'è l'altra Yamaha Petronas di Fabio Quartararo, mentre bisogna scendere fino all'ottava casella per trovare la prima M1 del Factory Team, che è quella di Maverick Vinales. Davanti allo spagnolo troviamo la Ducati Esponsorama di Johann Zarco, che ha vissuto una giornata movimentata con un motore ko nella FP4 ed una scivolata alla curva 8 nel finale della Q2.

Con la pole di Oliveira, forse era lecito attendersi qualcosina in più del nono posto da Pol Espargaro, anche se va detto che il pilota della KTM è distanziato di soli 392 millesimi dalla pole. Detto del decimo tempo di Rins, alle sue spalle c'è Takaaki Nakagami, che però ha disputato le qualifiche un po' dolorante ad una mano a causa di una caduta avvenuta nella FP4.

Bisogna quindi scorrere la classifica fino al 12esimo posto per arrivare alla Ducati di Andrea Dovizioso, che ancora una volta esce dalle qualifiche con una delusione. Un peccato, perché stamattina era riuscito a staccare il quarto tempo, quindi la seconda fila poteva essere nelle sue corde.

Purtroppo ci sono ben quattro piloti italiani tra quelli che sono stati eliminati alla conclusione della Q1, anche se il primo degli esclusi è stato Brad Binder, beffato per appena 114 millesimi con la sua KTM e quindi 13esimo in griglia.

La più grande delusione di questa qualifica però è senza ombra di dubbio il campione del mondo Joan Mir, che si ritrova addirittura in 20esima posizione con la sua Suzuki, senza essere riuscito a completare un giro degno di nota e con alle sue spalle i soli Tito Rabat e Mika Kallio.

Come detto, non è stata però una buona Q1 per i ragazzi di casa nostra, con Pecco Bagnaia che andrà a schierare la sua Ducati del Pramac Racing in 15esima posizione, alle spalle anche dell'Aprilia di Aleix Espargaro, che ieri aveva detto di ambire alle prime due file, ma si ritrova solamente in quinta.

Sesta fila invece per Valentino Rossi e Danilo Petrucci, rispettivamente 17esimo e 18esimo, alle spalle anche della Honda di Alex Marquez. Il "Dottore" ed il pilota ducatista non sono mai riusciti a trovare il ritmo giusto in questo weekend, nonostante abbiano ribadito entrambi di apprezzare parecchio il tracciato di Portimao.

19esimo posto in griglia invece per l'altra Aprilia di Lorenzo Savadori, che nel suo piccolo comunque si è tolto la soddisfazione di mettersi alle spalle il campione del mondo in carica. Non male per un pilota che è solo alla sua terza gara in MotoGP.

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Portugal Miguel Oliveira KTM 8 1'38.892     170.513
2 Italy Franco Morbidelli Yamaha 8 1'38.936 0.044 0.044 170.437
3 Australia Jack Miller Ducati 8 1'39.038 0.146 0.102 170.261
4 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 7 1'39.156 0.264 0.118 170.059
5 France Fabio Quartararo Yamaha 8 1'39.199 0.307 0.043 169.985
6 Germany Stefan Bradl Honda 8 1'39.204 0.312 0.005 169.977
7 France Johann Zarco Ducati 8 1'39.238 0.346 0.034 169.918
8 Spain Maverick Viñales Yamaha 8 1'39.260 0.368 0.022 169.881
9 Spain Pol Espargaro KTM 8 1'39.284 0.392 0.024 169.840
10 Spain Alex Rins Suzuki 7 1'39.467 0.575 0.183 169.527
11 Japan Takaaki Nakagami Honda 8 1'39.531 0.639 0.064 169.418
12 Italy Andrea Dovizioso Ducati 8 1'39.587 0.695 0.056 169.323

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 8 1'39.250     169.898
2 Italy Franco Morbidelli Yamaha 7 1'39.276 0.026 0.026 169.853
3 South Africa Brad Binder KTM 8 1'39.390 0.140 0.114 169.658
4 Spain Aleix Espargaro Aprilia 8 1'39.762 0.512 0.372 169.026
5 Italy Francesco Bagnaia Ducati 8 1'40.019 0.769 0.257 168.591
6 Spain Alex Marquez Honda 8 1'40.049 0.799 0.030 168.541
7 Italy Valentino Rossi Yamaha 8 1'40.058 0.808 0.009 168.526
8 Italy Danilo Petrucci Ducati 8 1'40.091 0.841 0.033 168.470
9 Italy Lorenzo Savadori Aprilia 7 1'40.174 0.924 0.083 168.331
10 Spain Joan Mir Suzuki 8 1'40.290 1.040 0.116 168.136
11 Spain Tito Rabat Ducati 8 1'40.427 1.177 0.137 167.907
12 Finland Mika Kallio KTM 8 1'41.753 2.503 1.326 165.718
LIVE MotoGP, GP del Portogallo: Libere 4 e Qualifiche

Articolo precedente

LIVE MotoGP, GP del Portogallo: Libere 4 e Qualifiche

Prossimo Articolo

Lorenzo attacca Crutchlow: "Ha più cadute che vittorie"

Lorenzo attacca Crutchlow: "Ha più cadute che vittorie"
Carica commenti